Connect with us

Bolzano

Casapound, la procura chiede l’archiviazione per i manifesti elettorali

Pubblicato

-

Condividi questo articolo

Richiesta l’archiviazione da parte della procura di Bolzano in merito all’inchiesta sul manifesto elettorale di Casapound che riportava lo slogan “Ripulire l’Alto Adige“.

L’inchiesta era partita da un esposto del governatore Arno Kompatscher in risposta alla provocazione di Casapound Alto Adige lanciata tramite i propri manifesti elettorali.

Il presidente della Provincia di Bolzano aveva risposto allora con un video, postato sulla propria pagina Facebook, dove annunciava un’azione legale contro l’estrema destra altoatesina.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Lo slogan scelto da CP Alto Adige era per l’appunto “Ripulire l’Alto Adige – Suedtirol Reinigen“, scritto in italiano e in tedesco.

L’azione pubblica del coordinatore regionale di Cpi Andrea Bonazza a una prima polemica sui social e tra le fila delle compagini politiche avversarie denunciava una situazione “ormai fuori controllo anche in provincia di Bolzano a causa del business dell’immigrazione”:

“Ripulire l’Alto Adige per mettere fine ad una ottusa mafia politica che con il business dell’immigrazione – aveva dichiarato Bonazza ha gettato questa provincia, un tempo modello sociale per l’Europa, in una una pericolosa pentola a pressione con centinaia di stranieri fuori controllo che sfruttano le nostre risorse aggredendo la nostra gente”.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

Il manifesto mostrava anche le foto in cui erano ritratti dei componenti della giunta provinciale e alcuni migranti.

Come si legge in una nota della procura: “Nell’immediatezza della divulgazione del manifesto, sul profilo Facebook di CasaPound Bolzano è apparso un comunicato stampa dove si precisava che l’obiettivo del manifesto fosse quello di una forte critica politica alla giunta provinciale uscente, concetto ribadito dal coordinatore regionale di CasaPound Italia nel corso di un’intervista per ‘Il Primato Nazionale”, laddove si specificava ulteriormente che lo scopo non era certo quello di una ‘improbabile discriminazione razziale“.

NEWSLETTER

Alto Adige3 settimane fa

Due “pendolari” dello spaccio arrestati al Brennero e riportati subito in Austria

Alto Adige3 settimane fa

È nato l’Osservatorio Economico UIL-SGK per l’Alto Adige: una nuova risorsa per il monitoraggio del mercato del lavoro

Arte e Cultura3 settimane fa

Tirolo: un paese diventato località turistica. Se ne parla in un libro

Sport3 settimane fa

Il nuovo casino online ‘Instant Casino’ è l’Official Regional Partner della Juventus

Alto Adige2 settimane fa

Proseguono i lavori per riaprire il passo Rombo e il passo dello Stelvio da oltre 5 metri di neve

Hi Tech e Ricerca4 settimane fa

Documenti elettronici: facciamo il punto sulla conservazione sostitutiva obbligatoria

Bolzano3 settimane fa

Ruba in un centro giovanile e aggredisce l’educatore. Arrestata giovane trentina

Bolzano3 settimane fa

I giovani imprenditori hanno bisogno di spazi, CNA e Comune uniscono le idee

Offerte lavoro3 settimane fa

Giustizia: concorso per diciannove posti a tempo indeterminato

Val Pusteria3 settimane fa

A San Candido un insolito curioso “caso” a lieto fine, grazie alla Polizia

Italia ed estero4 settimane fa

Chico Forti è rientrato in Italia dopo 24 anni

meteo3 settimane fa

Maltempo, la protezione civile emette l’allerta ordinaria (gialla)

Alto Adige3 settimane fa

Conferenze nelle scuole e visite alle Caserme dell’Arma: i Carabinieri incontrano oltre 1200 giovani studenti d’ogni ordine e grado

Politica4 settimane fa

L’aula del Consiglio regionale approva una mozione per il riconoscimento Istituzionale della “Bandiera Ladina”

Trentino3 settimane fa

Lavarone: dopo l’incendio si aspetta il nuovo Drago Vaia

Archivi

Categorie

più letti