Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Bolzano

Controlli della Polizia a Bolzano: 3 arresti e 2 denunce. Sequestrati droga e arnesi da scasso

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità

Anche durante la scorsa settimana sono proseguiti i controlli della Questura di Bolzano nell’area della Stazione Ferroviaria ed in altre zone della città.

Le pattuglie della Squadra Volante, con il supporto del Reparto Prevenzione Crimine “Lombardia” di Milano e, per i  servizi antidroga, dalle Unità Cinofile della Guardia di Finanza di Bolzano, nel corso dell’attività di controllo hanno identificato oltre 250 persone, molte delle quali con precedenti a carico.

Le operazioni condotte hanno anche portato all’arresto in flagranza di tre pregiudicati ed alla denuncia a piede libero di nove persone.

Due arresti sono stati effettuati la sera di venerdì dagli agenti della Squadra Volante intervenuti su richiesta del titolare di una carrozzeria che aveva ricevuto una segnalazione dall’allarme collegato al telefono cellulare.

La Pantera della Polizia è arrivata sul posto in pochi istanti ed è riuscita a cogliere sul fatto due soggetti, un uomo di 36 anni ed una donna di 51, mentre stavano ancora armeggiando all’interno di una delle autovetture custodite nell’officina.

I due hanno cercato di sottrarsi all’arresto, dichiarando di essere soltanto alla ricerca di un riparo per trascorrere la notte, ma i poliziotti non si sono lasciati convincere.

Addosso alla donna hanno trovato una grossa tenaglia che aveva appena utilizzato nel tentativo di asportare l’autoradio dall’auto e, visionando le immagini dell’impianto di videosorveglianza interno, hanno inoltre che i due intrusi avevano già asportato una borsa in plastica da un altro veicolo. 

Terminate le formalità di rito, l’uomo è stato portato in carcere a Bolzano mentre per la donna era disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Il terzo arresto è stato effettuato a carico di un giovane che ha violato la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa, provvedimento che viene disposto dal Giudice  a protezione delle vittime di “stalking”.

Va sottolineato che, dal 19 ottobre scorso, in seguito alle modifiche normative introdotte, la violazione di queste misure prevede l’arresto obbligatorio in flagranza di reato.

Le nove denunce a piede libero riguardano, invece, gli autori di furti in alcuni esercizi commerciali, che in tre casi sono stati trovati anche in possesso di arnesi atti allo scasso, la violazione del Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di Bolzano da parte di un giovane straniero residente in un’altra provincia e  la detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. 

Ad essere colto in flagranza, in quest’ultimo caso, era un giovane tunisino, che, alla vista di una Volante in transito  lungo Ponte Druso, ha invertito repentinamente il senso di marcia a bordo della sua bicicletta, tentando di sottrarsi al controllo.

I poliziotti sono riusciti a raggiungerlo rapidamente trovandolo in possesso di 5 involucri in cellophane contenenti, in totale, 3,52 grammi di cocaina e due grossi pezzi di hashish, per un peso totale di oltre 18 grammi.

Il ragazzo, che risulta sbarcato in Italia lo scorso mese di luglio, è stato denunciato e contestualmente sono state avviate le pratiche per la sua espulsione dal Territorio Nazionale.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

più letti