Connect with us

Sport

Europei di Calcio: l’Italia trionfa e convince critica e pubblico

Pubblicato

-

Cinquantatré lunghi anni, questo il tempo passato dall’ultima affermazione di una selezione italiana di calcio in un campionato continentale per nazionali.

Ci sono riusciti Mancini e i “suoi” ragazzi dopo un percorso cominciato nel 2018 all’alba di una delusione per la mancata qualificazione dal mondiale di Russia. Con passione, professionalità, cura del dettaglio e una enorme dose di entusiasmo, la nazionale italiana di calcio ha vinto meritatamente Euro 2020, la sedicesima edizione del torneo.

Una qualificazione perfetta, continuata nel girone A allo Stadio Olimpico – Quando l’Italia era arrivata alla semifinale contro la Spagna eliminando brillantemente il Belgio di Lukaku e Mertens ai quarti, squadra inserita giustamente fra le favorite da esperti e quote delle scommesse di Planetwin365, la critica intera inclusa quella estera, critici e i tifosi italiani sparsi nel mondo, avevano davvero iniziato a credere nell’impresa.

Pubblicità
Pubblicità

Ma facendo un passo indietro e analizzando il percorso intrapreso dall’Italia di calcio da tre anni a questa parte, più che di un’impresa possiamo parlare di un obiettivo raggiunto. Eh sì perché l’Italia era arrivata a questo europeo con dieci vittorie in altrettante gare di qualificazione, solo il Belgio come gli azzurri, e con un’impostazione di gioco e una coesione di spirito degna di una squadra destinata a vincere.

Le tre partite del girone A che la nostra nazionale ha avuto l’onere e l’onore di giocare davanti al proprio pubblico nella struttura dello Stadio Olimpico non hanno fatto altro che aumentare questa coesione.

Le tre vittorie in altrettante partite contro Turchia, Svizzera e Galles senza subire reti e mettendone a segno sette, avevano proiettato gli azzurri negli ottavi di finale contro la sorpresa Austria, superata senza particolari preoccupazioni seppur dovendo arrivare ai tempi supplementari.

Pubblicità
Pubblicità

Proprio contro gli austriaci Mancini vedeva cadere l’imbattibilità della “propria” rete che durava da 1168 minuti e che rappresenta a oggi il record per la nostra nazionale che ha fatto meglio di quella allenata da Ferruccio Valcareggi che fra il 1972 e il 1974 era riuscita a non subire reti per 1143 minuti, tutti disputati dal grande Dino Zoff. 

Fra i tanti record stabiliti dall’Italia di Mancini ce ne sono due che fanno particolare clamore e sono quello di gare consecutive senza sconfitte, aggiornato a 34 dopo la finale contro l’Inghilterra, e il numero di vittorie consecutive fra qualificazioni e fase finale dell’europeo, 15.

Quest’ultimo rappresenta fra le altre cose il primato assoluto per una nazionale di calcio, e se a questi aggiungiamo che le tredici reti messe a segno dall’Italia nella fase finale di Euro 2020 si traducono nel massimo numero di goal segnati dalla nazionale italiana in un torneo ufficiale, ci si rende conto della portata dei tre anni di guida di Roberto Mancini.

Pubblicità
Pubblicità

Da considerare anche che la nostra nazionale, già scevra di campioni di primo livello come Mbappé, Cristiano Ronaldo, Lukaku, Hazard e Modric, aveva perso per infortunio calciatori talentuosi come Zaniolo, Pellegrini e Sensi, la qual cosa aggiunge valore al gruppo e alla gestione di Mancini.

 

NEWSLETTER

Val Pusteria4 settimane fa

Molini di Tures: incidente sul lavoro in un impianto di teleriscaldamento. Due feriti

Politica4 settimane fa

Formazione professionale, via libera al piano per il 2022

Bolzano4 settimane fa

Due nuovi casi di Omicron rilevati in Alto Adige

Politica4 settimane fa

Cure Monoclonali, solo tre terapie in Alto Adige. Urzí: “Sottovalutate le opportunità”

Bolzano4 settimane fa

Pensionato le da un passaggio e lei lo rapina: 29enne bolzanina denunciata a Bolzano

Ambiente Natura4 settimane fa

Escursioni invernali nel rispetto della fauna selvatica

Sport4 settimane fa

Anche l’HC Pustertal con l’Azienda sanitaria: la squadra sottoposta alla terza dose

Alto Adige4 settimane fa

Reddito di cittadinanza, scoperti 21 truffatori dalla Guardia di Finanza

Sport4 settimane fa

FC Südtirol: dopo il focolaio Covid tre giocatori negativi e un nuovo positivo

Alto Adige4 settimane fa

Dati Covid 21 dicembre: 96 casi positivi da PCR e 259 test antigenici positivi. 3 decessi

Bolzano4 settimane fa

La frittura va in fiamme: vigili del fuoco intervengono in via Bari

Sport3 settimane fa

Foxes all’ultimo match casalingo del 2021: al Palaonda arriva l’Innsbruck

Sport4 settimane fa

Il 21 dicembre il derby torna al Palaonda: Bolzano affronta Val Pusteria

Alto Adige3 settimane fa

Bolzano, i problemi cardiaci gli impediscono di lavorare. Crowdfunding per Giancarlo

Economia e Finanza4 settimane fa

Tatuaggi e trucco permanente, rivoluzione da gennaio. Bonaldi: “No agli abusivi anche in Alto Adige”

Unico&Bello

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura…

L’Altopiano Tibetano e Nepal in due splendide mostre fotografiche virtuali

L’Altopiano Tibetano noto per alcuni dei pascoli più grandi al mondo, non consente lo sviluppo di una vera e propria attività agricola. Anche per questo le…

Il 2022 ribattezzato “l’anno dei weekend lunghi”: quali giorni approfittare per una gita fuori porta

Per gli amanti dei viaggi e delle gite fuori porta, il 2022 è stato ribattezzato come “ l’anno dei weekend lunghi”. Infatti, nei prossimi 12 mesi…

Alpe Cimbra: il drago nato da Vaia è già un #must da vedere

La Tempesta Vaia che ha colpito il nord Italia e l’arco alpino alla fine del 2018 ha lasciato senza ombra di dubbio enormi cicatrici su tutto…

Le 5 località trentine più belle da visitare in inverno

L’inverno è arrivato e, nonostante tutte le restrizioni ancora attive causa Covid-19 e le sue varianti, è comunque possibile viaggiare (almeno per il momento) tra le…

Archivi

Categorie

Benessere Economico

RSS Error: A feed could not be found at `https://www.benessereconomico.it/feed`; the status code is `200` and content-type is `text/html`

di tendenza