Connect with us

Politica

Il direttore generale della Provincia, Alexander Steiner, ha presentato la sua relazione d’attività

Pubblicato

-

Condividi questo articolo

La Direzione generale ha il compito , attraverso misure trasversali, di continuare a garantire i servizi dell’amministrazione provinciale a un livello di qualità eccellente nonostante i cambiamenti demografici e la situazione sfavorevole del mercato del lavoro“. Così il Direttore generale della Provincia, Alexander Steiner, ha descritto la sua attività ieri (4 aprile) presentando alla Giunta provinciale – come previsto dalla legge – la sua relazione sul lavoro degli ultimi quattro anni.

La Giunta provinciale ha preso atto positivamente della relazione del Direttore generale e ha condiviso l’obiettivo di proseguire sulla strada della digitalizzazione, della standardizzazione e della semplificazione dei processi e delle procedure amministrative“, ha riferito il presidente Arno Kompatscher al termine della seduta dell’Esecutivo. L’obiettivo è quello diindividuare e allocare in modo efficiente le risorse disponibili per garantire, anche in futuro, un elevato standard di efficienza e prossimità ai cittadini nell’erogazione dei servizi”.

Numerose le sfide che hanno caratterizzato la legislatura

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

La relazione, riassunta in un documento di circa cento pagine, si basa sugli obiettivi fissati all’inizio della legislatura “fiducia – semplificazione – tralasciare quanto superfluo”. “Abbiamo sempre tenuto a mente questi obiettivi e li abbiamo applicati anche alle sfide che hanno segnato questa legislatura: prima la pandemia, poi anche la guerra di aggressione in Ucraina e infine la crisi energetica“, ha spiegato il direttore generale Steiner. Secondo il Direttore generale la digitalizzazione ha subíto un forte impulso durante la pandemia.

L’amministrazione digitale è stata ulteriormente sviluppata e ampliata per includere due dozzine di servizi online. Attraverso il portale MyCivis i cittadini possono utilizzare la propria identità digitale (Spid) per richiedere contributi, iscriversi a scuola o prenotare appuntamenti. Lo smart working è stato introdotto di recente durante la pandemia: quasi 5.000 dipendenti provinciali hanno lavorato in modalità smart working durante il lockdown.

Tanto più che la modalità di lavoro si è affermata, è stata assicurata e mantenuta nell’ambito di un  contratto collettivo: a fine 2022 erano in vigore circa 2000 contratti individuali di smart working, che prevedono fino a dieci giorni di smart working nell’arco del mese. Anche i temi “amministrazione digitale” e “smart working e nuove forme di lavoro” costituiscono due punti focali del rapporto di attività redatto dal direttore generale.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

Numerosi i temi al centro della relazione

Il rapporto del direttore generale si è concentrato anche sullo sviluppo del personale, sulla contrattazione collettiva, sugli strumenti di misurazione e pianificazione al servizio delle decisioni, sulla gestione del bilancio, sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr), sulla sostenibilità come obiettivo di legislatura, sugli obiettivi trasversali dell’Amministrazione e sul loro livello di realizzazione.

Da un lato la relazione testimonia gli obiettivi e gli standard raggiunti dalla macchina amministrativa provinciale“, ha riferito il direttore generale, “dall’altro, ci incoraggia a proseguire il lavoro nel solco già tracciato: semplificare, tralasciare quanto non serve, concentrare risorse economiche e di personale per raggiungere gli obiettivi strategici ben delineati. A tal fine, gli strumenti a disposizione devono essere utilizzati al meglio: non solo la digitalizzazione, ma soprattutto la standardizzazione e la semplificazione dei processi e delle procedure amministrative“.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Oltradige e Bassa Atesina2 settimane fa

Crea caos sull’autobus e poi al Pronto Soccorso, dove sferra una testata al vigilantes. Arrestato dai Carabinieri

Sport2 settimane fa

Podio alla prima stagionale per Manuela Gostner nel Ferrari Challenge Europe

Eventi2 settimane fa

Promosso a pieni voti l’inverno: Movimënt si prepara a un’estate di novità

Alto Adige4 settimane fa

Pronti a “pescare” le offerte dei fedeli con metro a nastro e scotch biadesivo in Chiesa: segnalati alle autorità

Trentino2 settimane fa

La sfida lanciata dal modello cooperativo all’industria discografica. Se ne parla al Festival dell’Economia di Trento

Eventi2 settimane fa

Decimo anniversario della campagna di sensibilizzazione MutterNacht 2024. Sabato 11 maggio la giornata d’azione

Alto Adige4 settimane fa

Proseguono a raffica arresti, denunce e tre decreti di espulsione anche in un 25 aprile “tranquillo”

Bolzano4 settimane fa

Tentano la rapina e scatta una rissa. Espulsi tre cittadini marocchini

Alto Adige4 settimane fa

Espulsi madre e figlio per violenze sessuali, riti magici, obbligo del velo e lesioni sulla giovane moglie e nuora

Consigliati3 settimane fa

Scommesse sportive con deposito minimo basso

Bolzano2 settimane fa

Aggressione a un medico al pronto soccorso: nigeriano con precedenti penali denunciato

Bolzano3 settimane fa

Aggressione in discoteca: giovane percosso e contuso. Scattano gli accertamenti di pubblica sicurezza

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Crede di trovarsi di fronte ad un’occasione imperdibile, ma è tutta una truffa

Alto Adige2 settimane fa

Giustizia riparativa: Kofler: «uno strumento efficace per la nostra comunità»

Oltradige e Bassa Atesina4 settimane fa

La prima tappa di “Borgo diVino in tour 2024” fa sosta a Egna con un ricco programma

Archivi

Categorie

più letti