Connect with us

Sport

Il Linz espugna il Palaonda nel finale: Foxes sconfitti per 4 a 3

Pubblicato

-

Sconfitta a testa alta per l’HCB Alto Adige Alperia, che davanti ai quasi 4.000 del Palaonda cede il passo per 4 a 3 ai Black Wings Linz.

Fatale il goal del finale firmato dall’ex di turno Rick Schofield, con i biancorossi che non perdevano in casa dallo scorso 27 settembre. Un K.O. che fa scivolare i Foxes al quarto posto in classifica, scavalcati proprio dal Linz.

Coach Clayton Beddoes sceglie Justin Fazio tra i pali e ridisegna le linee: out gli infortunati Tauferer, Sylvestre e Flemming, rientro invece per Dan Catenacci.

Il Bolzano parte bene e si rende subito pericoloso con Arniel, poi in powerplay sono Bardaro e Spinozzi a impegnare un Kickert sempre attento. Al 06:05 arriva il meritato vantaggio: Frigo serve Insam, la cui botta al volo è ribattuta dal goalie austriaco, ma sul puck si avventa Anton Bernard che centra l’1 a 0.

I Foxes continuano a mostrare bel gioco, ma con il passare dei minuti i Black Wings crescono e prima Schofield si divora il vantaggio, poi con l’uomo in più Dan DaSilva firma il pareggio, deviando in porta il tiro dalla distanza proprio di Schofield. 1 a 1 alla prima sirena.

In apertura di periodo centrale i Foxes sfiorano il nuovo vantaggio, ma in contropiede Frigo conclude troppo centralmente per battere Kickert.

Il Linz dall’altra è più cinico e al 25:29 passa: conclusione di Florek, il puck carambola dalle parti di Andreas Kristler che insacca. Il Bolzano subisce psicologicamente il goal e gli ospiti iniziano a dominare la scena, mettendo a ferro e fuoco il terzo di difesa del Bolzano e sbagliando un goal quasi fatto con Lebler.

I Foxes però riescono a ridestarsi e con un micidiale uno-due ribaltano la situazione: al 33:49 Marchetti tiene il puck nel terzo offensivo e serve Anthony Bardaro, che da due passi infila all’incrocio dei pali. Passano 58 secondi e Arniel serve un disco d’oro per Dan Catenacci, che si inserisce con i tempi giusti e batte Kickert, trovando il goal proprio nel giorno del suo rientro.

In powerplay poi i Foxes non riescono ad allungare, ma chiudono comunque avanti al secondo riposo. Il Linz parte subito forte e dopo 37 secondi del terzo drittel pareggia: Umicevic imbecca Lebler, che davanti a Fazio trova la traiettoria giusta per il 3 a 3.

Il match resta in equilibrio, con le due squadre ad affrontarsi a viso aperto senza risparmiare cariche e gioco fisico, con i Foxes due volte vicini al goal del nuovo vantaggio con Bardaro prima e Insam poi.

A poco più di 4 minuti dalla sirena finale, ecco la beffa: bella azione manovrata da Lebler e Umicevic, con la finalizzazione di Rick Schofield che ammutolisce il Palaonda. Il Bolzano cerca l’assalto finale e a pochi secondi dal termine colpisce la traversa con Arniel, ma non basta.

Bernard e compagni torneranno sul ghiaccio di casa già martedì 3 dicembre, alle ore 19:45, contro l’Hydro Fehervar AV19.

Nell’occasione si terrà la Student Night, con gli studenti fino a 25 anni che potranno entrare al costo di 1€. Ci sarà spazio anche per il Pasta Day: i primi 300 che entreranno al Palaonda, avranno diritto a un assaggio di pasta nel settore B nel prepartita.

HCB Alto Adige Alperia – Liwest Black Wings Linz 3 – 4 [1-1; 2-1; 0-2]

Reti: 06:05 Anton Bernard (1-0); 17:40 Dan DaSilva PP1 (1-1); 25:29 Andreas Kristler (1-2); 33:49 Anthony Bardaro (2-2); 34:47 Dan Catenacci (3-2); 40:37 Brian Lebler (3-3); 55:41 Rick Schofield (3-4)
Arbitri: Bulovec, Stolc / Pardatscher, Rezek
Spettatori: 3.960

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza