Connect with us

Politica

Ultradestra cacciata in Austria per il video scandalo. Strache diceva: “Fermeremo la sostituzione etnica”

Pubblicato

-

Era stato l’ormai ex vice-cancelliere in persona, Heinz-Christian Strache ad illustrare alla stampa i particolari dell’iniziativa governativa per il rilancio della natalità in Austria.

Il leader del partito nazionalista Fpö, prima delle odierne dimissioni, aveva affermato che il piano austriaco a sostegno delle famiglie si ispira alle politiche sviluppate finora in Ungheria da Orban, ribadendo la necessità che le istituzioni di Vienna difendano l’“identità austriaca dall’invasione degli immigrati neri e islamici”.

In particolare, Strache aveva indicato Orban come “il paladino dei popoli europei decisi a preservare in eterno le loro tradizioni e la loro civiltà e che non si arrendono alla prospettiva di essere rimpiazzati dagli africani e dai musulmani”.

Il pacchetto di riforme a vantaggio dei nuclei familiari e della natalità comprendeva, tra le altre, l’esenzione dall’imposta sul reddito per le coppie con almeno tre figli e l’abbassamento dell’Iva sui prodotti per l’infanzia come pannolini e omogeneizzati, nonché sui farmaci per bambini.

Numerosi anche gli sgravi tributari e i finanziamenti statali diretti a liberare parzialmente le famiglie austriache del peso del mutuo per la prima casa.

Vienna era pronta inoltre a garantire, una volta applicata la riforma, asili nido gratuiti e la realizzazione di nuove abitazioni popolari destinate alle coppie a basso reddito.

Le dichiarazioni di Heinz-Christian Strache sono tuttavia state criticate da diverse associazioni e organizzazioni e censurate dal cancelliere Sebastian Kurz, del Partito Popolare austriaco.

Kurz si era infatti immediatamente dissociato dalle parole di fuoco del vice-cancelliere verso gli immigrati di colore e gli islamici, ma pur prendendo le distanze dalle esternazioni dell’alleato di governo, aveva comunque assicurato che l’alleanza tra Partito Popolare e Fpö sarebbe andata avanti.

Secca era stata la risposta di Strache: “In Austria, per troppo tempo i media e i partiti tradizionali hanno fatto finta di non vedere i quartieri delle nostre città svuotarsi e venire occupati da comunità extraeuropee sempre più consistenti e aggressive. È ora di finirla con il politicamente corretto. Questo governo ha ben chiare le minacce che la nostra società deve affrontare ed è pronto a stroncarle con tempestività e con la necessaria durezza”.

Oggi (19 maggio) il definitivo licenziamento con dimissioni imposte da Kurz dopo la diffusione del video che lo ritrae a Ibiza con una biondina russa.

Strache è stato sostituito alla guida del partito da Norbert Hofer, l’ex candidato alla presidenza della Repubblica, ma nessuno ha preso il suo posto alla cancelleria, cosa che era stata letta come l’annuncio della caduta del governo.

Per la verità Kurz potrebbe anche aver accolto la crisi con un certo sollievo, soprattutto perché la caduta del suo governo avrebbe il solo vantaggio di distanziarlo definitivamente dall’ultra destra, con un notevole vantaggio elettorale.

Politica

Raccolta vestiti usati, Maturi:”Bocciata mozione dove propongo dei punti di raccolta controllati.”

Pubblicato

-

Il problema della raccolta dei vestiti usati nei cassonetti della Caritas continua a far discutere l’opinione pubblica e il Consiglio Comunale. Attualmente i bidoni spesso vengono presi di mira da alcune persone, svuotati e i vestiti all’interno vengono lasciati sparpagliati sul marciapiede antistante.

Ieri  il consigliere e deputato della Lega Filippo Maturi aveva presentato una mozione in cui chiedeva che l’attuale sistema di raccolta dei vestiti usati tramite i cassonetti distribuiti in giro nella città venisse sostituito da dei punti di raccolta sorvegliati.

Questa sera è stata bocciata una mia mozione dove chiedo di eliminare i cassonetti di raccolta dei vestiti usati e creare una raccolta alternativa con punti di raccolta controllati. 

È evidente che il tipo di raccolta fino a oggi utilizzato non funziona, i cittadini sono stanchi di vedere i marciapiedi ridotti in questo stato. La tutela del decoro urbano parte anche dalle piccole cose, nel rispetto delle regole da parte di tutti.” Ha commentato il consigliere.

Continua a leggere

Politica

STA, approvato dalla Giunta il piano di attività 2020

Pubblicato

-

La Giunta provinciale ha approvato l’11 dicembre) il piano di attività 2020 della società Strutture Alto Adige Spa (STA) che prevede uno stanziamento complessivo di 13,2 milioni di euro per attività correnti ed investimenti.

La maggior parte di questo importo, per la precisione 8,5 milioni di euro, riguarda i sistemi d’informazione nel settore della mobilità pubblica, come la gestione di Alto Adige Pass, la collocazione degli orari delle corse nelle fermate e gli opuscoli degli orari, la manutenzione ordinaria delle stazioni, delle rimesse e di diversi immobili, così come iniziative nel settore della mobilità sostenibile (Green mobility) e la sicurezza del traffico nel safety park gestito da STA.

Ulteriori 4,7 milioni di euro riguardano la gestione delle infrastrutture relative alla ferrovia della Val Venosta.

Contributo per manutenzione dei treni e funivia Renon
Per quanto riguarda gli investimenti correnti per l’anno in corso la Giunta provinciale ha messo a disposizione nella seduta della settimana precedente 5,3 milioni di euro per lavori di manutenzione dei treni, per la sostituzione della fune della funivia del Renon e diversi lavori di  manutenzione e ristrutturazione del safety park (riscaldamento, condizionamento e pompe).

Un’ampia gamma di compiti
La STA, in qualità di società inhouse, interviene ogni qual volta abbiamo a che fare con la mobilità pubblica ed il suo sviluppo sostenibile” afferma l’assessore provinciale, Daniel Alfreider.

I settori di competenza di STA sono molto diversificati e spaziano dalla gestione della ferrovia della Val Venosta allo sviluppo dei servizi informativi e dei sistemi di dati nel trasporto pubblico, sino allo sviluppo ed alla realizzazione di moderni progetti ferroviari.

Tra i compiti di STA vi è anche la gestione di immobili e di strutture dedicate alla mobilità e misure per una mobilità sostenibile e sicura.

Continua a leggere

Politica

Sicurezza commercianti a Bolzano, Galateo: “Giunta boccia mozione sulle telecamere negli esercizi”

Pubblicato

-

Bocciata la mozione di Marco Galateo (FDI) che chiedeva che il Comune si attivasse per aiutare con degli incentivi i commercianti che avessero voluto installare dei sistemi di videosorveglianza nei loro esercizi.

Peccato, sarebbe stato utile per difendersi da vetrine spaccate e furti e per permettere alle forze dell’ordine un controllo più capillare del territorio”.

Sono queste le prime parole del Consigliere Comunale di Fratelli d’Italia all’indomani della decisione della Giunta.

Negozianti e commessi non si sentono sicuri sul luogo di lavoro e non possono vivere barricati, ed è imbarazzante vedere ogni giorno decine di turisti in fila per fare un giro sulla ruota panoramica mentre sono tenuti sott’occhio minacciosamente da decine di africani dediti allo spaccio di droga proprio lì sotto”.

E continua “Chi passa da quelle parti non estrae nemmeno il telefono per farsi un selfie, per evitare che questo venga ‘sequestrato’ dagli spacciatori”.

Il Consigliere poi lancia una stoccata all’assessore Lorenzini: “A chi parla di percezioni, e all’assessore Lorenzini che anche nell’ultima seduta di consiglio ha ribadito che il parco della stazione è bello e che non fa paura, andrebbe suggerito di provare lei stessa di attraversarlo con un telefono in mano mentre fa foto e video. Scoprirà che gli ‘ospiti’ del parco non gradiscono affatto gli obiettivi dei telecamere o telefoni, e che dopo una certa ora del pomeriggio diventano pericolosi. A dirlo non siamo noi, ma le stesse forze dell’ordine”.

I cittadini e gli esercenti chiedono con insistenza maggior sicurezza, ma a quanto pare il Comune non ha voluto rispondere positivamente. Non si possono nemmeno più contare le volte in cui siamo stati su strada tra la gente a parlare di sicurezza, quella vera, fatta di violenze subite, di furti, di situazioni in cui ci si sente a disagio e non protetti. Abbiamo denunciato molte volte una situazione che prima era pericolosa ed adesso è letteralmente sfuggita dalle mani dell’Amministrazione.

Non rassicurano affatto le parole del Sindaco quando ricorda che a breve con il lavori del Progetto Benko la zona sarà sgomberata, infatti gli ‘ospiti’ semplicemente si sposteranno in un’altra parte della città”.

Come soluzione al problema, Galateo propone che venga chiesto un intervento costante dell’Esercito, e la creazione di un presidio fisso delle Forze dell’Ordine per il controllo dei documenti.

Questi sono solo alcuni dei provvedimenti che il Sindaco dovrebbe prendere per onorare il proprio dovere sulla sicurezza dei suoi cittadini“, conclude galateo.

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

  • Cantina Sociale di Avio e il suo vino, un viaggio nei sapori del Trentino
    La bontà del clima, la grande varietà di vitigni e la comprovata bravura nella cura e nella dedizione delle uve, fanno dell’Italia una vera e propria terra d’eccellenza per quello che una volta veniva chiamo “il nettare di Bacco”. Da secoli infatti, il vino è parte essenziale della cultura eno-gastronomica e della storia italiana, tanto […]
  • Gioielli Mastro 7: la perfetta unione tra arte e bellezza
    I gioielli rappresentano da sempre il regalo più gradito sia dalle donne che dagli uomini. Mastro 7 è una oreficeria di Trento che dal 1970 realizza preziose opere d’arte perfette per rendere uniche e indimenticabili le occasioni importanti. Il nome di questa piccola azienda a conduzione famigliare si riferisce a Settimo Tamanini, in arte “Mastro […]
  • “Climate Change Calendar 2020”, Un calendario per capire e vedere un mondo che sta cambiando
    Venti afosi, glaciazioni improvvise e tempeste tropicali comunicano chiaramente che il nostro mondo si sta velocemente e irrimediabilmente trasformando. Questa fase di cambiamento, è stata meravigliosamente riassunta e interpretata in 12 scatti ispirati ed interamente dedicati ai cambiamenti climatici. Immagini originali e suggestive, una per ogni mese, nate per essere le protagoniste assolute del calendario: […]
  • Moda Green: dai jeans biodegradabili alle piume riciclate
    L’industria della moda negli ultimi anni si sta affacciando sempre di più al mondo dell’ecosostenibilità. Il settore dell’abbigliamento, secondo i recenti dati statistici, sfrutta il 20% delle risorse idriche mondiali ed è causa di elevate emissioni di anidride carbonica. Per contrastare il grande impatto ambientale, i grandi marchi di moda (e non solo) stanno adottando […]
  • Cantina Sociale di Trento, dove la tradizione si fonde con l’innovazione
    Il Trentino è una regione famosa in tutto il mondo per i suoi vini di altissima qualità. Il clima, la natura e le materie prime genuine donate dal territorio permettono di coltivare e produrre vini apprezzati anche dai palati più sopraffini. Il luogo simbolo di questa eccellente proposta enogastronomica trentina è la Cantina Sociale di […]
  • Visita dei cinque sensi alla Distilleria Marzadro: un’esperienza enogastronomica indimenticabile
    Il Trentino è una regione famosa per il suo turismo enogastronomico unico al mondo. Tra i prodotti tipici del territorio occupano un posto speciale nel cuore dei trentini e dei turisti, i distillati. A tal proposito, l’antica Distilleria Marzadro, presente in Trentino dal 1949, propone ai propri visitatori la visita dei “Cinque sensi”, un tour […]
  • Le proprietà benefiche dei fiori
    I fiori sono perfetti per adornare gli ambienti di casa, le loro essenze vengono spesso utilizzate nei prodotti di cosmetica e rappresentano un regalo molto apprezzato, soprattutto dalle donne. Forse però, non tutti sanno che i fiori presentano importanti proprietà benefiche per l’organismo. Qui di seguito, andremo ad elencare alcuni fiori in grado di apportare […]
  • Antica Birreria Pedavena: l’arte della birra artigianale
    Dal 1921 l’Antica Birreria Pedavena è il punto di ritrovo preferito degli amanti della birra in Trentino. Si tratta di un locale grande e accogliente situato nel centro di Trento, caratterizzato da un’ampia proposta di birre artigianali di alta qualità accompagnate da pietanze ricercate e deliziose. L’Antica Birreria Pedavena è un luogo perfetto per organizzare […]

Categorie

di tendenza