Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Bolzano

Pagamento mensilità estive al docente supplente: Uil scuola vince la causa contro la Provincia

Pubblicato

-

Un docente supplente delle scuole altoatesine ha diritto al pagamento delle mensilità di luglio ed agosto anche nel caso non sia presente per le lezioni durante l’ultimo giorno di didattica. E’ questa la sintesi della sentenza del Tribunale di Bolzano firmata dal giudice del lavoro Giulio Scaramuzzino arrivata per dirimere una controversia tra un docente e la Provincia di Bolzano. Il primo è stato supportato nella causa dal legale del sindacato della Uil Scuola Luca Crisafulli mentre l’amministrazione è stata difesa dagli avvocati Renate Von Guggenberg, Laura Fadanelli, Jutte Segna e Michele Purrello.

Si tratta di un’insegnante a tempo determinato che si è rivolto al sindacato – premette Crisafulli – perché, sebbene fosse stato assunto fino al termine dell’anno scolastico, lamentava il mancato pagamento delle mensilità di luglio ed agosto 2020”.

La Provincia, infatti, ha omesso di corrispondere i compensi perché il docente figurava in congedo straordinario l’ultimo giorno di scuola in ragione di un periodo di assistenza alla madre iniziato il 29 aprile. L’amministrazione ha considerato questa assenza come mancanza di un requisito indispensabile prescritto dall’Articolo 28 del Contratto Collettivo Provinciale per i docenti di scuola primaria e secondaria, disposizione questa che attribuisce il diritto al pagamento degli stipendi estivi ai dipendenti a tempo determinato che siano in servizio da almeno sette mesi, siano in servizio alla fine delle lezioni ed abbiano preso parte all’esame finale, ove previsto.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Trattandosi, nel caso specifico, di un docente di sostegno (non previsto, dunque, agli esami finali) e in servizio da più di sette mesi è stato subito chiaro come il nodo giuridico si concentrasse sull’interpretazione della seconda condizione: essere in servizio alla fine delle lezioni. Per la Provincia il congedo straordinario andava considerato come assenza mentre per il ricorrente (e per il giudice) no.

Di fatto – continua il legale della Uil Scuola – ci siamo concentrati sulla corretta interpretazione da darsi al requisito prescritto dalla disposizione contrattuale relativo alla “presenza in servizio”. Ed infatti, in primo luogo, abbiamo valorizzato il dato letterale della disposizione contrattuale in questione, la quale richiede semplicemente che il docente sia comunque in servizio alla fine delle lezioni, senza che alcun riferimento si trovi con riguardo ad una presenza effettiva (e, dunque, per così dire, fisica) in servizio.

Il giudice ha confermato la nostra impostazione per cui chi si trova in congedo per la legge 104 sia a tutti gli effetti considerato in servizio. Lo stesso accoglimento del congedo presuppone che vi sia un servizio in essere tra i due contraenti”.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Il giudice aveva precedentemente proposto un accordo stragiudiziale. “L’ipotesi era di un pagamento ridotto delle mensilità oltre ad una quota minore per le spese legali. Il mio assistito aveva accettato ma l’amministrazione provinciale ha voluto arrivare a sentenza che, in primo grado, ci riconosce il pagamento pieno degli stipendi e delle spese legali”. 

Una sentenza che ha una sua importanza calata in un contesto generale. “Se altri lavoratori dovessero trovarsi nella medesima situazione – precisa Crisafulli – potranno fare riferimento a questo dispositivo. La mancata presenza l’ultimo giorno di scuola per malattia, aspettativa, gravidanza o qualsiasi altro motivo giustificato non è motivo di mancato pagamento delle mensilità estive. E’ un precedente unico nel suo genere: il primo pronunciamento del giudice del lavoro sulla corretta interpretazione di questo Articolo del Contratto Collettivo Provinciale”.

Soddisfatto anche il segretario regionale della Uil Scuola Marco Pugliese che ha promosso l’azione a tutela del docente. “Con questa sentenza cambiamo il modo di fare sindacato lavorando su quella che noi consideriamo una lesione totale del diritto del lavoro. Ci abbiamo creduto fin dal principio tentando pure la conciliazione prima di arrivare a sentenza definitiva”.

Il tribunale è sempre l’ultima strada. “Il 90% delle criticità le risolviamo con consulenze e conciliazioni. Se ci sono le basi per la mediazione noi la preferiamo ma se ci costringono ad andare fino in fondo lo facciamo. Per la categoria si tratta di un precedente rilevante a tutela di un lavoratore fragile in quanto supplente. Oltretutto che si trova in regime di 104 per assistere la madre che non sta bene. Siamo riusciti a riportare al centro i diritti dei lavoratori”.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Bolzano2 ore fa

Presentata la nuova pedo-ciclabile di via Lancia, tra la rotatoria di via Grandi e via Galilei

Bolzano2 ore fa

Settimana Nazionale della Celiachia: le iniziative promosse dal servizio Ristorazione Scolastica del Comune di Bolzano

Politica2 ore fa

Festival della sostenibilità, tanta scena e poca sostanza

Alto Adige2 ore fa

Seconda vaccinazione di richiamo assolutamente necessaria, soprattutto per gli anziani

Bressanone3 ore fa

La montagna chiama, 21 maggio: al via la stagione estiva sulla Plose

Merano3 ore fa

Azienda Servizi municipalizzati ASM: terminato il sondaggio, utenza soddisfatta

Merano3 ore fa

Merano, assistenza agli anziani: «Casa Wolkenstein» modello vincente

Hi Tech e Ricerca3 ore fa

Sicurezza online, Regno Unito: gli amministratori delegati del «Tech» verranno processati ancora più velocemente degli altri

Alto Adige3 ore fa

Riparte la campagna «No Credit» per la sicurezza sulle strade

Politica4 ore fa

Caso Gullotta, FdI chiede: si indaghi anche sulla dichiarazione di estraneità da parte della Commissione disciplinare interna

Merano4 ore fa

«Merano on stage – Estate 2022»: Il programma di manifestazioni del Comune di Merano, dell’Azienda di Soggiorno e di Terme Merano

Arte e Cultura4 ore fa

Giornata mondiale della diversità culturale: le biblioteche altoatesine offrono letture ad alta voce in 15 lingue diverse

Politica4 ore fa

Sostenibilità: la rete dei Comuni riveste un ruolo centrale

Alto Adige5 ore fa

Geotecnica: mercoledì 25 un workshop a partecipazione internazionale, giovedì 26 un congresso

Alto Adige5 ore fa

Automobili destinate alla rivendita, tassa sospesa automaticamente

Bolzano2 settimane fa

Bolzano, alla fermata dell’autobus trovato il corpo senza vita di un 60enne

Alto Adige2 settimane fa

Coronavirus: 45 casi positivi da PCR e 496 test antigenici positivi

Alto Adige2 settimane fa

Coronavirus: 8 casi positivi da PCR e 124 test antigenici positivi

Bolzano4 settimane fa

Bolzano, auto esce di strada e finisce nel giardino di una casa

Bolzano4 settimane fa

Rissa davanti all’Interspar di Bolzano sud – IL VIDEO. Urzì: “Ennesimo degrado”

Bolzano2 settimane fa

Il Lido di Bolzano riapre al pubblico sabato 21 maggio: tariffe invariate

Sport2 settimane fa

Biglietti FC Südtirol – Modena. Le modalità di acquisto dei ticket per gara-3 della Supercoppa di Serie C 2022

Benessere e Salute2 settimane fa

Come avviene un richiamo di prodotti alimentari? Mangiare, bere ed altre delizie: lo sapevate che…?

Bolzano2 settimane fa

Bolzano, sgomberato uno stabile in disuso: tunisino aggredisce 4 agenti, arrestato

Musica3 settimane fa

Bolzano Festival Bozen 2022 «Musica senza confini»

Bolzano4 settimane fa

Incendio sopra Bolzano: le fiamme partite dal Virgolo

Bolzano4 settimane fa

Giro ciclistico “Tour of the Alps” a Bolzano: i divieti di mercoledì 20 aprile

Sport4 settimane fa

Stadio Druso a Bolzano: aperta la nuova tribuna Zanvettor

Politica4 settimane fa

Doppia cittadinanza e grazia agli ex terroristi. Sven Knoll “importante la vicinanza del parlamento austriaco”

Val Pusteria4 settimane fa

Era scomparsa a Valdaora: trovata dopo tre mesi la salma di Marianne Sagmeister

Archivi

Categorie

di tendenza