Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Ambiente Natura

Parchi naturali, ripartenza con l’apertura di tutti i centri visite

Pubblicato

-

Assieme al Parco nazionale dello Stelvio coprono il 24% della superficie dell’Alto Adige e, da soli, con le loro ricchezze naturali, catturano ogni anno l’attenzione di oltre 82.000 visitatori. Sono i 7 parchi naturali altoatesini. I centri visite dei parchi riaprono i battenti dopo la pausa invernale e offrono un fitto programma di attività.

Dopo mesi connotati dal lockdown e dalle chiusure, la riapertura dei centri visite costituisce un segnale estremamente positivo e dall’alto valore simbolico“, fa presente l’assessora provinciale a natura, paesaggio e sviluppo del territorio Maria Hochgruber Kuenzer che rivolge un pensiero ai cittadini che finalmente possono muoversi più liberamente e tornare a visitare le aree protette. Si parla dei 7 parchi naturali (in totale 125.000 ettari) Tre Cime, Vedrette di Ries-Aurina, Fanes-Senes-Braies, Puez-Odle, Sciliar-Catinaccio, Monte Corno, Gruppo di Tessa, e degli altrettanti centri visite. A questi si aggiunge il Parco nazionale dello Stelvio in territorio altoatesino (53.000 ettari) e i suoi 5 Infopoint.

L’offerta delle attività nei parchi nella stagione estiva 2021 e una panoramica degli investimenti che la Provincia, tramite la Ripartizione natura e paesaggio, mette in campo per la manutenzione ordinaria e straordinaria, sono stati illustrati oggi (7 maggio) a Campo Tures presso il Centro visite Vedrette di Ries-Aurina, dall’assessora Maria Hochgruber Kuenzer, assieme a Margareth Pallhuber, coordinatrice dell’educazione ambientale dell’Ufficio natura, a Silvia Oberlechner, responsabile del Centro visite Vedrette di Ries-Aurina, e al presidente del Comitato di gestione del parco Karl Wolfsgruber. Il sindaco di Campo Tures Josef Nöckler, da parte sua, ha sottolineato l’importanza del parco per tutta la valle.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Giovani protagonisti

Fondamentale l’attenzione alle giovani generazioni. Nel 2019 hanno visitato i centri visite dei parchi naturali circa 6.200 studenti. Nel 2020, anno della pandemia, con l’aiuto dei Servizi giovani si è riusciti ad organizzare 62 eventi ai quali hanno partecipato circa 530 ragazze e ragazzi. Nella stagione 2021, accanto alle 7 mostre permanenti nei centri visite, sono in programma 16 mostre speciali, oltre 100 escursioni e un articolato programma di educazione ambientale. Presso i centri visite, il pubblico viene informato e sensibilizzato attraverso mostre, riproduzioni di ambienti naturali, diorami, reperti geologici, plastici e film, laboratori didattici per bambini e altro ancora.

 “Apriamo le porte dei parchi altoatesini per un’estate ricca di attività, vicina alle comunità locali e ai più giovani. Sono molti i programmi dedicati a loro: dai Junior Ranger alle attività in collaborazione con i Servizi giovani. I parchi sono sempre più vicini alla popolazione locale e motore di reti e relazioni. Ritengo fondamentale investire per far crescere una generazione consapevole e attenta al rispetto dell’ambiente: è loro l’Alto Adige di domani“, ha sottolineato l’assessora Hochgruber Kuenzer.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Importanti investimenti e ricadute sul territorio

Nel 2021 investiamo circa 1,1 milioni di euro per la manutenzione e la messa in sicurezza dei sentieri“, ha spiegato l’assessora, facendo presente che “sentieri curati servono non solo a garantire sicurezza agli escursionisti, ma anche ad incanalare i visitatori nelle aree dei parchi tutelando le zone sensibili dal punto di vista ecologico. Inoltre, gli interventi hanno un ritorno positivo sulla tutela del paesaggio e della natura, costituiscono un importante contributo in favore dei Comuni e del comparto turistico e non solo: le ricadute sono positive anche dal punto di vita sociale, perché creano e garantiscono opportunità lavorative, aspetto di grande rilievo in tempo di pandemia“. Ulteriori opportunità lavorative con ritorno positivo sul paesaggio sono messe a disposizione dal servizio protezione natura.

Programma estivo 2021

Il Centro visite Sciliar -Catinaccio, a Bagni di Lavina Bianca 14, a Tires, accanto alla mostra permanente con informazioni sulla storia della segheria veneziana nel cui edificio risanato è allocato il centro, offre a Siusi la mostra speciale “Tesori naturali di Tires”. Al Centro visite Gruppo di Tessa, a Naturno, la mostra permanente è dedicata al tema dell’acqua, mentre la mostra speciale dal titolo “Mangiare ed essere mangiati – è così che funziona in natura!” presenta in modo incattivante e interattivo le relazioni alimentari della natura. La mostra fotografica “motus – montagne che toccano” presenterà immagini dei parchi naturali.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Sono previste anche escursioni, tra l’altro, nella grotta dei pipistrelli. Presso il Centro visite Puez-Odle, a S. Maddalena/Funes, in vari spazi espositivi permanenti vengono raccontate le peculiarità della natura nell’area del parco. La mostra speciale “I boschi” parla dei vari habitat boschivi. Il Centro visite Parco naturale Fanes-Senes-Braies, a San Vigilio di Marebbe, accanto agli spazi espositivi permanenti incentrati, tra il resto, sui fossili e sulle caverne del parco naturale e all’Ursus ladinicus, offre una mostra speciale “Neobiota –Biodiversità’ creata dall’uomo”, che parla della ricerca sui rifiuti nelle nostre montagne svolta dall’AVS. Il Centro visite Monte Corno, in via Am Kofl 2, a Trodena, oltre al formicaio vivente e alla mostra permanente “Il tempo visibile e quello sommerso“, propone la mostra itinerante” Biodiversità – La diversità conta” e una mostra speciale sui funghi.

In programma le consuete giornate sulla macina e la panificazione. Al Centro visite Tre Cime, presso il Centro culturale Grand Hotel Toblach, a Dobbiaco, si può ammirare la mostra sulle Dolomiti Patrimonio UNESCO, e la mostra speciale “Il cervo – un maratoneta dai sensi raffinati” e per l’anno tematico dei Musei dell’Euregio la mostra “CONNESSIONI MONTANE Viaggio dalla guerra al turismo”. Il Centro visite Vedrette di Ries – Aurina, in piazza Municipio 9, a Campo Tures, accanto alla mostra permanente “I confini della natura e i confini dell’uomo“, offre la mostra speciale “L’aquila reale nelle Alpi orientali”. Il programma sarà pubblicato sul portale web della Provincia dedicato ai parchi naturali.

NEWSLETTER

Val Venosta7 ore fa

Alta Val Venosta e Merano, in arrivo nuovi medici di medicina generale

Politica9 ore fa

Elezioni 2022, Mussner, Messner, Heiss: le candidature ai collegi uninominali dei Verdi sudtirolesi con Europa Verde/Sinistra Italiana

Merano10 ore fa

Vaccinazione anti-covid, dal 22 agosto a Merano e Silandro gli orari cambieranno

Bolzano10 ore fa

Miss Italia: a Lagundo vince Beatrice Dalledonne

Società11 ore fa

Offerte fibra e internet, pubblicità poco trasparenti: l’autorità garante della concorrenza chiede informazioni precise. CTCU: “Controllare la banda minima garantita”

Alto Adige11 ore fa

Coronavirus: 6 casi positivi da PCR e 271 test antigenici positivi

Bolzano12 ore fa

Vespe a Bolzano: molti gli interventi dei Vigili del Fuoco

Bolzano1 giorno fa

Il bilancio dei controlli ferragostani della Polizia Ferroviaria: 2 persone indagate, 2 minori rintracciati e 3 sanzioni amministrative

Bolzano1 giorno fa

Alto Adige, prendevano il controllo dei bancomat svuotandoli dal contante: arrestato un cittadino moldavo

Politica1 giorno fa

Elezioni 2022, il Team K presenta i suoi candidati alle prossime politiche: Franz Ploner per la circoscrizione elettorale della Camera Alto Adige Nord

Società1 giorno fa

Studenti fragili, le proposte del Coordinamento nazionale dei docenti alla classe politica

Alto Adige1 giorno fa

Coronavirus: 7 casi positivi da PCR e 418 test antigenici positivi

Bolzano1 giorno fa

Miss Italia: a San Leonardo vince la 22 enne Mariarosaria Perrotta

Valle Isarco2 giorni fa

Maltempo a Fleres, liberato dai detriti il letto dei Rio Cogolo: le attrezzature rimarranno sul posto per eventuali emergenze

Alto Adige2 giorni fa

Ferragosto, intensificata l’attività della Polizia: arrestate 3 persone, controllati 613 veicoli e 68 treni

Alto Adige7 giorni fa

Tragico incidente in moto sulla Mendola, tentano il sorpasso ma perdono il controllo del mezzo: muore giovane coppia di fidanzati

Alto Adige2 giorni fa

Violento incidente sulla statale del Brennero: tre veicoli coinvolti e una donna elitrasportata all’ospedale

Merano6 giorni fa

Midsummer Night a Merano. Il Superstar Show accende Ferragosto

Arte e Cultura6 giorni fa

Ferragosto tra escursioni al Renon, musei e gastronomia: «Lasciatevi sorprendere da Bolzano»

Alto Adige2 giorni fa

Maltempo, temporali e grandine sull’Alto Adige: numerosi gli interventi dei vigili del fuoco

Bolzano1 giorno fa

Alto Adige, prendevano il controllo dei bancomat svuotandoli dal contante: arrestato un cittadino moldavo

Bolzano6 giorni fa

Bolzano: arrestato per spaccio di stupefacenti un commerciante straniero

Alto Adige5 giorni fa

Incendio ad alta quota, fiamme su Cima Gallina a 2000 metri distruggono una malga

Val Venosta2 giorni fa

Autoarticolato si ribalta sulla statale della Val Venosta: lunghe code e disagi al traffico

Sport6 giorni fa

FC Südtirol: storico debutto sul campo del Brescia

Bolzano1 giorno fa

Miss Italia: a San Leonardo vince la 22 enne Mariarosaria Perrotta

Ambiente Natura6 giorni fa

Rablà: continua il lavoro di eradicazione della pianta aliena

Bolzano6 giorni fa

Arrestato dalla Polizia di Stato un cittadino tunisino per numerosi furti avvenuti a Bolzano

Alto Adige4 giorni fa

Operazione “Stazioni sicure”: il bilancio dei controlli della Polizia di Stato

Laives6 giorni fa

Lo sportello SEAB a Laives cambia sede

Archivi

Categorie

di tendenza