Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Alto Adige

PNRR: linee guida per la riorganizzazione dell’assistenza sanitaria

Pubblicato

-

Una più stretta collaborazione tra ospedali e servizi sanitari territoriali, la creazione di nuove strutture, la messa in rete di medici di medicina generale, ospedali e farmacie: queste iniziative mirano, in futuro, ad alleggerire il peso sugli ospedali e a fornire assistenza ai pazienti più vicino a casa propria.

Martedì 6 dicembre è stato approvato dalla Giunta provinciale un documento con le linee guida per l’attuazione dei progetti sanitari, finanziati con i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Come molti altri Paesi occidentali, nei prossimi anni il nostro sistema sanitario dovrà prendersi cura di una popolazione che invecchia e di un numero crescente di persone con malattie croniche”, spiega l’assessore alla Salute, Arno Kompatscher.

In Alto Adige il 20 per cento delle persone ha già più di 65 anni. Inoltre, più di 160mila soffrono di una malattia cronica, di cui quasi la metà sono anziani. Per continuare, in futuro, a fornire a tutti questi pazienti le migliori cure possibili, è necessario riorganizzare l’assistenza sanitaria. Ciò significa: cure più vicine a dove si vive e in stretta collaborazione con i servizi sociali, i medici generici e le farmacie”, rimarca l’assessore.

Ampliamento dell’assistenza domiciliare e dell’assistenza ai malati cronici

Il documento approvato martedì pone le basi per l’evoluzione della sanità territoriale nei prossimi anni. Tra l’altro prevede l’ampliamento dell’assistenza domiciliare: entro il 2026, fino al 10 per cento degli over 65 dovrà essere raggiunto a domicilio.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Un altro punto riguarda la cura delle persone con malattie croniche. A tale scopo si stanno sviluppando i cosiddetti percorsi diagnostici terapeutici assistenziali (PDTA) per le quattro malattie più frequenti in Alto Adige. In questi PDTA viene definita ogni singola fase del trattamento, dalla diagnosi alla terapia, al fine di coordinare in modo ottimale l’interazione dei diversi professionisti.

Inizialmente, l’attenzione sarà rivolta alla cura di 30.000 pazienti con malattie croniche come il diabete di tipo 2, l’insufficienza cardiaca, le malattie respiratorie o quelle reumatiche. Un altro punto rilevante per l’ampliamento dell’assistenza territoriale è la telemedicina. In Alto Adige, ad esempio, entro il 2025 saranno curati con la telemedicina fino a 1.800 pazienti.

Rafforzare il ruolo dei medici di medicina generale

Nella rete con i servizi sanitari locali, i medici di medicina generale svolgono un ruolo importante. In futuro sarà promossa la creazione di reti e l’insediamento di medici in aree periferiche. “In Alto Adige l’assistenza sanitaria capillare funziona già molto bene.

Nei prossimi anni, questo progetto sarà ampliato con la creazione di case e ospedali di comunità. Tuttavia, gli ambulatori dei medici di famiglia rimarranno in questa rete nella loro forma attuale. I pazienti hanno così la garanzia di un’assistenza domiciliare o vicina a casa “, afferma il presidente Kompatscher.

NEWSLETTER

Alto Adige4 settimane fa

Partirà una class action contro la Volksbank (Banca Popolare dell’Alto Adige)

Politica1 settimana fa

La moneta regionale dell’Alto Adige è sempre più vicina

Alto Adige4 settimane fa

Pedone investito da scooter in via Palermo, Repetto: «Giunta litiga invece di trovare soluzioni»

Alto Adige3 settimane fa

Valanga in Val Gardena, gravissimo un carabiniere

Alto Adige4 settimane fa

Resoconto attività 2022 della Polizia Postale e delle Comunicazioni e dei Centri Operativi Sicurezza Cibernetica

Merano3 settimane fa

Nuova raccolta dell’umido, falsa partenza, Zampieri (FdI): sulla gestione rifiuti Comune imbarazzante

Sport4 settimane fa

Jannik Sinner: la straordinaria carriera del campione bolzanino

Bolzano2 giorni fa

Su ordine della Questura, chiusura straordinaria del parcheggio Tribunale

Bolzano3 settimane fa

Sono ancora gravissime le condizioni di Giovanni Andriano, il 49 enne travolto ieri da una valanga il Val Gardena

Laives4 settimane fa

Laives, auto ibrida prende fuoco mentre è in carica: i vigili del fuoco evitano il peggio

Alto Adige1 settimana fa

Valanga sul Monte Elmo: perde la vita Hans Happacher

Politica4 settimane fa

Scuola internazionale, lo annuncia Achhammer

Politica2 settimane fa

Parcheggio Cimitero sud a Oltrisarco, approvata la proposta di privatizzazione dell’area sosta camper

Economia e Finanza4 settimane fa

Gas, bollette in aumento: +23,3% a dicembre, 1800 euro in più a famiglia nel 2022

Alto Adige4 settimane fa

Sicurezza cibernetica “Trentino Alto Adige”. Attività svolta e risultati conseguiti nel corso dell’anno 2022

Archivi

Categorie

di tendenza