Connect with us

Salute

Quarantena, ridurre al minimo l’inquinamento da radiazioni

Pubblicato

-

Non sembra un paradosso? Lavoratori, scolari, studenti, bambini, tutti a casa per difendere se stessi e gli altri dalla diffusione del virus. Ma al tempo stesso esposti a rischi per il sistema immunitario, se il salotto o l‘home office sono pervasi da inquinamento elettromagnetico.

Con poche, semplici mosse possiamo organizzarci al meglio e lavorare tranquilli, senza inquinarci.

Già prima della pandemia si era calcolato che circa l‘80% delle comunicazioni wireless avvenivano in luogo chiuso, nelle abitazioni o negli uffici. Ora sicuramente saremo vicini al 100%. Eppure è stato provato che le radiazioni elettromagnetiche causate dai collegamenti wireless sottopongono le cellule del corpo ad un vero e proprio stress.

Non solo: più questi collegamenti risultano ostacolati, ad esempio dalle mura delle case, più aumenta il livello di irradiazione da apparecchi come lo smartphone. Tra le conseguenze accertate non ci sono soltanto disturbi di concentrazione, mal di testa e problemi del sonno.

Un aspetto importante riguarda anche l’indebolimento delle difese immunitarie – proprio ora che ne avremmo il più grande bisogno. Dovremmo preoccuparci in particolare per i bambini, perchè il loro organismo in crescita risulta maggiormente aggredito dalle radiazioni.

Per stare meglio in casa propria bastano spesso pochi accorgimenti, al massimo dovremo procurarci dei piccoli accessori ordinandoli online.

Ecco come possiamo aiutarci:

 – Telefonate: più sono lunghe e frequenti, più conviene utilizzare la rete fissa anziché lo smartphone, insomma il buon vecchio telefono col filo. Chi è già organizzato al top, può fare le proprie telefonate sempre via cavo collegandosi al computer. Se proprio non possiamo fare a meno del cordless, potremmo impiegarlo per le telefonate più brevi e comunque del tutto sporadiche: non dimentichiamo infatti che irradia nella testa almeno quanto un cellulare, se non di più.

 – Per il collegamento del computer ad Internet non va utilizzato il wi-fi, bensí il cavo ethernet collegato al router (LAN). Una volta realizzato il collegamento, vanno spente tutte le funzionalità wireless (wi-fi) sia sul computer, sia sul router, dove spesso è presente un apposito tastino illuminato. Anche i tablet e quasi tutti i moderni smartphone possono andare in Internet via cavo, per mezzo di adattatori dedicati (impostare la modalità aereo e spegnere le funzioni wireless).

 – Chi non vuole o proprio non può rinunciare al wi-fi, dovrebbe cercare di limitare questa connessione allo stretto tempo necessario. Di notte comunque andrebbe spento ogni collegamento wi-fi, perché ne va della qualità del sonno, determinante per la rigenerazione dell’intero organismo.

 – Altre fonti di radiazioni wireless che possiamo facilmente eliminare o sostituire (wi-fi e/o Bluetooth) sono il mouse, la tastiera, le cuffie, le casse acustiche, la connessione del babyphone, le stampanti e gli apparecchi TV. Attenzione: ci sono stampanti e televisori che permettono di eliminare il wi-fi solo staccando del tutto la spina.

Fibra ottica, molto meglio della connessione SIM

Già ora si avverte che le esigenze del telelavoro stanno portando a saturare la rete: un argomento ideale per chi ha fretta di aprire la strada al 5G, trascurando il principio di precauzione. Le conseguenze? Un massiccio, insensato incremento dell’esposizione a radiofrequenze per gli esseri umani, gli animali, le api e l’intero ecosistema, contrastato da sempre più scienziati e politici responsabili.

Di gran lunga più efficiente e in linea con la salute sarebbe invece lo sviluppo della fibra ottica, posata fino alla porta di casa. Una distinzione dei servizi wireless fra Indoor e Outdoor porterebbe infine a rispettare la libertà personale e ottimizzare l’intero comparto delle comunicazioni.

I rappresentanti dei media possono richiedere documentazione e approfondimenti al servizio di consulenza sull’elettrosmog all’indirizzo infoconsum@centroconsumatori.it

NEWSLETTER

Archivi

  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]
  • Dalla Francia all’Italia:nel 2020 Il cinema estivo cambia forma e approda in acqua
    L’esigenza di migliorare sfruttando al meglio il nostro ambiente e il nostro territorio unito alla voglia di scongiurare l’arrivo di una prossima pandemia, ha spinto e obbligato molti organizzatori di eventi e molte aziende a ripensare gli spazi e quindi le attività dedicate al pubblico rispetto al distanziamento sociale. Dopo l’esperimento dal sapore vagamente vintage […]
  • Dall’America arriva lo “specchio della verità”, racconta quanto sei dimagrito e quanto sei in forma
    “Specchio spettro delle mie brame.”: iniziava così la celebre frase della matrigna di Biancaneve che intimava il suo specchio interrogandolo per assicurarsi ogni giorno il primato di più bella del reame nella nota favola. Se questa è la fantasia, uno strumento simile è ora disponibile anche nella realtà, dando un supporto concreto e mirato alla […]
  • Dall’amore per il bello alla passione per l’antico e il moderno: il mondo di Zanella Arredamenti
    Esistono alcuni luoghi agli angoli delle strade o nei piccoli borghi cittadini in cui la sola visita equivale sempre ad un’esperienza piena di ricordi, emozioni vissute e storia. Entrare in un negozio di antiquariato infatti, è un po’ come viaggiare nel tempo: scoprire un mondo di oggetti che non esiste più per qualcuno ma che […]
  • Uno sguardo a Kazan, un microcosmo di stili e culture che vivono in armonia
    A circa 820 kilometri da Mosca, dove i fiumi Volga e Kazanka si uniscono, si erge da oltre 1000 anni la splendida capitale della repubblica del Tatarstan: Kazan. Il suo splendore e le sue innumerevoli caratteristiche l’hanno portata ad essere nominata, nel 2005, la Terza Capitale della Russia (appellativo a cui può essere ufficialmente associata […]
  • Riscoprire il turismo lento in Italia, con le mini crociere fluviali
    Una parte della penisola Italiana è composta da un piccolo mosaico di isole e canali che insieme rappresentano la perfetta geometria di un mondo pieno di fascino. Riscoprire una dimensione lenta del turismo, attraverso gli imperdibili itinerari fluviali italiani è uno dei modi migliori per visitare questo mondo. Le crociere fluviali in houseboat sono in […]
  • Il rosmarino e le sue innumerevoli caratteristiche che fanno bene alla salute
    Il rosmarino è un arbusto perenne e sempreverde del genere della Salvia, originario dell’area mediterranea. Questa pianta, infatti, cresce nelle zone litoranee, macchia mediterranea, dirupi sassosi e assolati dell’entroterra, dal livello del mare fino alla zona collinare, ma si può trovare e coltivare anche nella zona dei laghi prealpini e nella Pianura Padana. Sin dall’antichità, […]
  • Il messaggio di Banksy colpisce con un video anche la metropolitana londinese
    La decisione tardiva del Governo inglese nel procedere con il Lockdown in Inghilterra, accompagnata dal disappunto di molti cittadini britannici, è stata presa di mira dall’artista britannico Banksy. Lo steet artist britannico dopo aver coperto di divertenti topi il suo bagno mesi fa, torna a colpire facendo della tesa situazione inglese la sua musa ispiratrice, […]
  • Ferrarelle punta sulla sostenibilità ambientale: bottiglie in plastica riciclata ad impatto zero
    Dai sacchetti per gli alimenti, alle bottiglie fino ai più comuni oggetti per la casa: l‘utilizzo incontrollato della plastica a livello globale, ha portato verso lo studio di specifiche procedure per il riciclo, utili a recuperare un materiale praticamente indistruttibile ma altamente inquinante. Questo, è uno dei motivi che ha spinto Ferrarelle, unica azienda di acqua […]

Categorie

di tendenza