Connect with us

Italia ed estero

Signa: coprono il crocifisso con il nastro adesivo nel seggio elettorale. E’ polemica

Pubblicato

-

Impazza la polemica per quanto accaduto a Signa (Firenze) il in un seggio elettorale.

Si tratta di uno dei 17 seggi in cui si votava per il ballottaggio tra Giampiero Fossi esponente del centrosinistra e Vincenzo De Franco (centrodestra).

La presidente, che è anche la moglie di Fossi, ha fatto coprire con del nastro adesivo un crocifisso appeso alle pareti della stanza in cui erano state allestite le cabine elettorali.

Pubblicità
Pubblicità

L’iniziativa, è stato successivamente spiegato, è nata dalle richieste e lamentele di alcuni elettori che lo scorso 26 maggio, in occasione delle votazioni per le elezioni europee, avevano espressamente chiesto lo spostamento o l’occultamento del simbolo religioso.

Di qui la protesta a catena, partita dalla sindaca di Cascina e commissario della Lega per la Toscana Susanna Ceccardi, che ha pubblicato su Facebook la foto della croce “oscurata” dallo scotch.

Il gesto, per il quale pare che la Presidente del seggio abbia preventivamente chiesto il parere della Procura, non è illegale ma è stato in grado di infiammare l’opinione pubblica e i social network.

Follie elettorali toscane“, ha commentato la Ceccardi insieme a diversi altri esponenti della Lega.

Il nastro adesivo è stato infine tolto nel corso del pomeriggio e il crocifisso è tornato visibile.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza