Connect with us

Benessere e Salute

Allarme dell’Oms: troppi morti nel mondo per consumo di alcol

Pubblicato

-

Un tempo si diceva “Bacco Tabacco e Venere riducon l’uomo in cenere”. Pare che il tabagismo sia in costante calo, sulle cose di Venere non vogliamo discettare, ma il consumo di alcol continua a fare molte, troppe vittime, e sono in incremento. I decessi per alcol sono 3 milioni l’anno.

Il consumo medio è pari a circa due bicchieri di vino o un birra grande procapite al giorno, valori che non sarebbero eccessivi ma che comprendono tutti i 6 miliardi che abitano il pianeta compresi i neonati, gli astemi e i non bevitori per motivi religiosi. La media quindi si eleva moltissimo, i bevitori reali sono 2,3 miliardi. Purtroppo 237 milioni di uomini e 46 milioni di donne eccedono ed i loro corpi soffrono di svariati disturbi, con conseguenze gravi e spesso mortali.

 “Una persona ogni 20 nel mondo muore a causa dell’alcol, -mette in guardia Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Oms-  ovvero 3 milioni ogni anno. E l’uso massiccio di alcol è stato causa di oltre il 5% del carico globale di malattia nel 2016. “È ora di intervenire per prevenire questa grave minaccia allo sviluppo di società sane”.

Pubblicità
Pubblicità

Oltre un quarto dei decessi 28%, è causato da incidenti stradali, infortuni, oltre a violenze (risse) ed autolesionismo, dovuti ad eccessiva ebbrezza. Moltissime sono le morti dovute a complicanze per disturbi dell’apparato intestinale 21%, malattie cardiovascolari 19%, ed il restante dovuto a tumori o malattie mentali. Un carico di spese eccessivo per il Servizio Sanitario Nazionale.

Il mondo occidentale è quello che paga le peggiori conseguenze di questi eccessi, e l’Europa in particolare con il più alto consumo pro capite, soprattutto per quello che riguarda i teen-agers. Se nel mondo, più di un quarto (27%) di tutti i ragazzi di 15-19 anni sono bevitori, nel vecchio continente questa percentuale arriva al 44%. Un serio campanello d’allarme per il numero crescente di giovanissimi coinvolti in incidenti stradali, evitabilissimi in stato di sobrietà.

Pubblicità
Pubblicità

I giovani hanno una particolare predilezione per superalcoolici e cocktails da consumare in compagnia, che raggiungono rapidamente la soglia di ebbrezza. E’ usualmente una fase legata alla crescita, al bisogno di emancipazione, o di ricerca dei propri limiti. L’importante è riuscire a superare questa fase ancora vivi, magari avendo la fortuna di avere amici astemi, che si preoccupino della guida.

Vladimir Poznyak, coordinatore dell’Unità Gestione dell’abuso di sostanze dell’Oms sostiene che: “I paesi possono fare molto di più per ridurre i costi sanitari e sociali. Azioni efficaci comprendono l’aumento delle tasse sulle bevande alcoliche, restrizioni sulla pubblicità e la limitazione della disponibilità fisica di alcolici“. Da un paio di stagioni in Inghilterra e nel Galles, sono in corso sperimentazioni legate al costo minimo al bicchiere dell’alcool servito, ed aumenti pilotati del costo alla bottiglia, nei supermarket e bottiglierie. Non resta che attendere i riscontri delle analisi dei dati, disponibili a breve.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Val Pusteria4 settimane fa

Molini di Tures: incidente sul lavoro in un impianto di teleriscaldamento. Due feriti

Politica4 settimane fa

Formazione professionale, via libera al piano per il 2022

Bolzano4 settimane fa

Due nuovi casi di Omicron rilevati in Alto Adige

Politica4 settimane fa

Nuovo Museo di Ötzi affidato a Renzo Piano, Lega: “Ottima la scelta di Generalbau”

Politica4 settimane fa

Cure Monoclonali, solo tre terapie in Alto Adige. Urzí: “Sottovalutate le opportunità”

Alto Adige4 settimane fa

Salti sulle auto in Corso Libertà. FdI: “Tutto già denunciato al Comune, qualcuno paghi i danni”

Bolzano4 settimane fa

Pensionato le da un passaggio e lei lo rapina: 29enne bolzanina denunciata a Bolzano

Ambiente Natura4 settimane fa

Escursioni invernali nel rispetto della fauna selvatica

Sport4 settimane fa

Anche l’HC Pustertal con l’Azienda sanitaria: la squadra sottoposta alla terza dose

Alto Adige4 settimane fa

Reddito di cittadinanza, scoperti 21 truffatori dalla Guardia di Finanza

Sport4 settimane fa

FC Südtirol: dopo il focolaio Covid tre giocatori negativi e un nuovo positivo

Alto Adige4 settimane fa

Dati Covid 21 dicembre: 96 casi positivi da PCR e 259 test antigenici positivi. 3 decessi

Bolzano4 settimane fa

La frittura va in fiamme: vigili del fuoco intervengono in via Bari

Sport4 settimane fa

Il 21 dicembre il derby torna al Palaonda: Bolzano affronta Val Pusteria

Sport3 settimane fa

Foxes all’ultimo match casalingo del 2021: al Palaonda arriva l’Innsbruck

Unico&Bello

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura…

L’Altopiano Tibetano e Nepal in due splendide mostre fotografiche virtuali

L’Altopiano Tibetano noto per alcuni dei pascoli più grandi al mondo, non consente lo sviluppo di una vera e propria attività agricola. Anche per questo le…

Il 2022 ribattezzato “l’anno dei weekend lunghi”: quali giorni approfittare per una gita fuori porta

Per gli amanti dei viaggi e delle gite fuori porta, il 2022 è stato ribattezzato come “ l’anno dei weekend lunghi”. Infatti, nei prossimi 12 mesi…

Alpe Cimbra: il drago nato da Vaia è già un #must da vedere

La Tempesta Vaia che ha colpito il nord Italia e l’arco alpino alla fine del 2018 ha lasciato senza ombra di dubbio enormi cicatrici su tutto…

Le 5 località trentine più belle da visitare in inverno

L’inverno è arrivato e, nonostante tutte le restrizioni ancora attive causa Covid-19 e le sue varianti, è comunque possibile viaggiare (almeno per il momento) tra le…

Archivi

Categorie

Benessere Economico

RSS Error: A feed could not be found at `https://www.benessereconomico.it/feed`; the status code is `200` and content-type is `text/html`

di tendenza