Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Benessere e Salute

Allarme dell’Oms: troppi morti nel mondo per consumo di alcol

Pubblicato

-

Un tempo si diceva “Bacco Tabacco e Venere riducon l’uomo in cenere”. Pare che il tabagismo sia in costante calo, sulle cose di Venere non vogliamo discettare, ma il consumo di alcol continua a fare molte, troppe vittime, e sono in incremento. I decessi per alcol sono 3 milioni l’anno.

Il consumo medio è pari a circa due bicchieri di vino o un birra grande procapite al giorno, valori che non sarebbero eccessivi ma che comprendono tutti i 6 miliardi che abitano il pianeta compresi i neonati, gli astemi e i non bevitori per motivi religiosi. La media quindi si eleva moltissimo, i bevitori reali sono 2,3 miliardi. Purtroppo 237 milioni di uomini e 46 milioni di donne eccedono ed i loro corpi soffrono di svariati disturbi, con conseguenze gravi e spesso mortali.

 “Una persona ogni 20 nel mondo muore a causa dell’alcol, -mette in guardia Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Oms-  ovvero 3 milioni ogni anno. E l’uso massiccio di alcol è stato causa di oltre il 5% del carico globale di malattia nel 2016. “È ora di intervenire per prevenire questa grave minaccia allo sviluppo di società sane”.

Oltre un quarto dei decessi 28%, è causato da incidenti stradali, infortuni, oltre a violenze (risse) ed autolesionismo, dovuti ad eccessiva ebbrezza. Moltissime sono le morti dovute a complicanze per disturbi dell’apparato intestinale 21%, malattie cardiovascolari 19%, ed il restante dovuto a tumori o malattie mentali. Un carico di spese eccessivo per il Servizio Sanitario Nazionale.

Il mondo occidentale è quello che paga le peggiori conseguenze di questi eccessi, e l’Europa in particolare con il più alto consumo pro capite, soprattutto per quello che riguarda i teen-agers. Se nel mondo, più di un quarto (27%) di tutti i ragazzi di 15-19 anni sono bevitori, nel vecchio continente questa percentuale arriva al 44%. Un serio campanello d’allarme per il numero crescente di giovanissimi coinvolti in incidenti stradali, evitabilissimi in stato di sobrietà.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

I giovani hanno una particolare predilezione per superalcoolici e cocktails da consumare in compagnia, che raggiungono rapidamente la soglia di ebbrezza. E’ usualmente una fase legata alla crescita, al bisogno di emancipazione, o di ricerca dei propri limiti. L’importante è riuscire a superare questa fase ancora vivi, magari avendo la fortuna di avere amici astemi, che si preoccupino della guida.

Vladimir Poznyak, coordinatore dell’Unità Gestione dell’abuso di sostanze dell’Oms sostiene che: “I paesi possono fare molto di più per ridurre i costi sanitari e sociali. Azioni efficaci comprendono l’aumento delle tasse sulle bevande alcoliche, restrizioni sulla pubblicità e la limitazione della disponibilità fisica di alcolici“. Da un paio di stagioni in Inghilterra e nel Galles, sono in corso sperimentazioni legate al costo minimo al bicchiere dell’alcool servito, ed aumenti pilotati del costo alla bottiglia, nei supermarket e bottiglierie. Non resta che attendere i riscontri delle analisi dei dati, disponibili a breve.

NEWSLETTER

Benessere e Salute4 settimane fa

Sanità, dal 1 gennaio 2023 nuove regole per l’accesso agli ospedali

Alto Adige3 settimane fa

Partirà una class action contro la Volksbank (Banca Popolare dell’Alto Adige)

Bolzano4 settimane fa

Muore a 42 anni Chiara Cantaloni, ricercatrice senior all’Eurac di Bolzano

Politica2 giorni fa

La moneta regionale dell’Alto Adige è sempre più vicina

Alto Adige4 settimane fa

Morta Paola Zani, commissario capo della Questura di Bolzano

Alto Adige3 settimane fa

Pedone investito da scooter in via Palermo, Repetto: «Giunta litiga invece di trovare soluzioni»

Bressanone4 settimane fa

Bressanone: corteo storico per l’Epifania

Alto Adige4 settimane fa

Capodanno, i Vigili del Fuoco avvisano: “Festeggiamo senza rischiare, usiamo correttamente i fuochi d’artificio”

Alto Adige3 settimane fa

Valanga in Val Gardena, gravissimo un carabiniere

Alto Adige3 settimane fa

Resoconto attività 2022 della Polizia Postale e delle Comunicazioni e dei Centri Operativi Sicurezza Cibernetica

Merano2 settimane fa

Nuova raccolta dell’umido, falsa partenza, Zampieri (FdI): sulla gestione rifiuti Comune imbarazzante

Bolzano2 settimane fa

Sono ancora gravissime le condizioni di Giovanni Andriano, il 49 enne travolto ieri da una valanga il Val Gardena

Alto Adige4 settimane fa

Termeno, crolla un pezzo dell’autolavaggio sulla macchina: intervengono i vigili del fuoco

Laives3 settimane fa

Laives, auto ibrida prende fuoco mentre è in carica: i vigili del fuoco evitano il peggio

Politica1 settimana fa

Parcheggio Cimitero sud a Oltrisarco, approvata la proposta di privatizzazione dell’area sosta camper

Archivi

Categorie

di tendenza