Connect with us

BastianContrario

Vaccino con DJ Set, Puglisi Ghizzi: AstraZeneca ai 18enni è il panettone natalizio regalato alle porte dell’estate?

Pubblicato

-

Inizio con il dire, nel caso vi fossero i soliti leoni da tastiera desiderosi di darmi del negazionista, sovranista, fascista, ista… ista … ecc. che sono vaccinato. Lo sono i miei figli (non abbiamo scelto il vaccino ma fatto quello propinato nel giorno), ho avuto il Covid e persone a me care o sono mancate o hanno affrontato il virus. Purtroppo però, in tempi di politicamente corretto era necessaria questa premessa.

Detto ciò, vediamo questa settimana cosa ci ha riservato la Kompatscher & Co. come miglior caxxata della settimana. Tra l’imbarazzo della scelta troviamo la vaccinazione a ritmo di DJ. Ma veramente se ne sentiva la necessità? E’ così bassa la considerazione dei nostri giovani che siamo davvero convinti di poterli ‘comprare’ con un dj set?

Innanzitutto parliamo di 4800 dosi, numero che permetterà di vaccinare le persone nel rispetto anche di chi, per propria legittima scelta, non vorrà farsi inoculare. E allora dove sta il problema? Il problema sta che “mamma Provincia” si ritrova 4800 dosi di AstraZeneca prossime alla scadenza perchè rifiutate da aventi diritto e la Kompatscher & Co, già impegolata con l’alto numero di no vax altoatesini, per non dovervi rinunciare così da far l’ennesima figura da peracottari, decide di “benevolmente distribuirli” ai nostri giovani.

Ma AstraZeneca non era quel vaccino consigliato da tutte le agenzie del farmaco per le persone over 60/65 anni? Vorrei capire chi, magicamente e a pochi giorni dalla scadenza, ha deciso – con fondamento scientifico – che questi vaccini siano divenuti adatti anche ai 18enni.

Forse Arno con le sue competenze date dal lavoro di lattoniere durante gli studi legali? O forse si tratta di informazioni scientifiche estrapolate dalle nozioni informatiche del vertice ASL? O forse dalla competenza da agronomo dell’assessore alla sanità? Mistero… Ma quanto fa figo elargire vaccini ai giovani “catturandoli” a ritmi afro, quanto è “autonomistico” vaccinare persone che in altre regioni sono ancora in lista d’attesa?

La mia impressione? Regalano il panettone natalizio a pochi giorni dall’estate e vogliono passare per benefattori super organizzati. Purtroppo nemmeno un accenno a fondamenta medico-scientifiche che fughino i molti dubbi sul rapporto età – vaccino di AstraZeneca, che tranquillizzino i genitori su possibili controindicazioni ed effetti indesiderati.

Fino a pochi giorni fa, AstraZeneca era inoculato ad una popolazione in là con gli anni ed è normale che oggi molti genitori si trovino in difficoltà nel capire se e come vaccinare i propri figli. Stampa, tv, agenzie del farmaco, istituzioni hanno più volte bloccato per poi riaprire ad AstraZeneca; mi sembrerebbe opportuno che prima di fare i bulletti del vax, la banda che ci governa desse spiegazioni e informazioni esaurienti su argomenti che influiranno nel tempo sulla salute nostra e dei nostri figli.

Sotto, Maurizio Puglisi Ghizzi

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza