Connect with us

Bolzano

Decine di bolzanini multati per essere passati con il rosso agli incroci: sono tutti davvero indisciplinati?

Pubblicato

-

Condividi questo articolo

Di recente mi sono arrivate decine di segnalazioni da parte di automobilisti arrabbiati per aver ricevuto una sanzione amministrativa causa violazione dell’art. 146 c. 3 del Codice della Strada. In parole povere per essere passati col semaforo rosso.

Questa infrazione comporta una multa di 167 Euro in orario diurno e 222 euro in orario notturno, nonché la decurtazione di 6 punti dalla patente.

Le telecamere che segnalano alla centrale operativa della polizia municipale i veicoli che non rispettano il rosso, posizionate agli incroci tra viale Druso e via Positano, via Resia e via Milano, in Piazza Verdi, Piazza Mazzini e Piazza Adriano, sono in funzione dal 21 Gennaio, ma solo nelle ultime settimane i cittadini hanno iniziato a lamentarsi.

Pubblicità - La Voce di Bolzano



Attiva/Disattiva audio qui sotto

Pubblicità - La Voce di Bolzano

La maggior parte dei cittadini non ricorda di aver commesso l’infrazione e dà la colpa alla durata del giallo che, nonostante sia stata aumentata da 3 a 4 secondi, molto spesso non permette di liberare l’incrocio tempestivamente.

Nonostante questo molti preferiscono pagare senza fare ricorso, dimenticando che se si ricommette la stessa infrazione per due volte entro due anni, all’ultima infrazione consegue la sospensione della patente da uno a tre mesi.

Sicuramente c’è qualcosa da rivedere per evitare che nella cittadinanza si insinui il dubbio che i controlli vengano fatti per fare cassa e non per aumentare la sicurezza stradale, soprattutto in un periodo come questo in cui le casse comunali soffrono a causa dei mancati introiti derivanti dai parcheggi blu“.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

La segnalazione è del consigliere di circoscrizione Gries – San Quirino a Bolzano per Fratelli d’Italia, Valerio Lavorgna.

NEWSLETTER

Oltradige e Bassa Atesina2 settimane fa

Crea caos sull’autobus e poi al Pronto Soccorso, dove sferra una testata al vigilantes. Arrestato dai Carabinieri

Sport2 settimane fa

Podio alla prima stagionale per Manuela Gostner nel Ferrari Challenge Europe

Eventi2 settimane fa

Promosso a pieni voti l’inverno: Movimënt si prepara a un’estate di novità

Alto Adige4 settimane fa

Pronti a “pescare” le offerte dei fedeli con metro a nastro e scotch biadesivo in Chiesa: segnalati alle autorità

Trentino2 settimane fa

La sfida lanciata dal modello cooperativo all’industria discografica. Se ne parla al Festival dell’Economia di Trento

Eventi2 settimane fa

Decimo anniversario della campagna di sensibilizzazione MutterNacht 2024. Sabato 11 maggio la giornata d’azione

Alto Adige4 settimane fa

Proseguono a raffica arresti, denunce e tre decreti di espulsione anche in un 25 aprile “tranquillo”

Alto Adige4 settimane fa

Espulsi madre e figlio per violenze sessuali, riti magici, obbligo del velo e lesioni sulla giovane moglie e nuora

Consigliati3 settimane fa

Scommesse sportive con deposito minimo basso

Bolzano2 settimane fa

Aggressione a un medico al pronto soccorso: nigeriano con precedenti penali denunciato

Bolzano3 settimane fa

Aggressione in discoteca: giovane percosso e contuso. Scattano gli accertamenti di pubblica sicurezza

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Crede di trovarsi di fronte ad un’occasione imperdibile, ma è tutta una truffa

Alto Adige2 settimane fa

Giustizia riparativa: Kofler: «uno strumento efficace per la nostra comunità»

Laives2 settimane fa

Impianto sportivo Galizia a Laives, con la Provincia aperto il discorso per la riqualificazione totale

Bolzano4 settimane fa

Tentano la rapina e scatta una rissa. Espulsi tre cittadini marocchini

Archivi

Categorie

più letti