Connect with us

Alto Adige

Emergenza A22, Autobrennero si scusa. “Ore di odissea anche per colpa del blocco austriaco”

Pubblicato

-

Condividi questo articolo

Tra le acque agitate delle polemiche sulla presunta cattiva gestione dell’emergenza maltempo da parte di Autobrennero, arriva tramite una nota la posizione della società che gestisce l’A22.

Autostrada del Brennero è tornata a ribadire le proprie scuse all’utenza per i disagi subiti e ha invitato a valutare come l’incolumità delle persone sia stata sempre e comunque garantita nonostante la straordinarietà degli eventi descritti e del loro drammatico intrecciarsi. “Al termine dell’emergenza, non una sola persona è rimasta ferita“, si legge nel dispaccio.

Tutto il personale di Autostrada del Brennero e delle ditte incaricate, per oltre 48 ore di seguito si è alternato – con una media di 200 uomini – nel risolvere i disagi causati dal mancato rispetto delle regole durante una nevicata d’intensità straordinaria, e il traffico lungo tutta l’arteria è stato progressivamente riportato alla normalità”.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Si legge ancora: “Mai prima d’ora una nevicata ha messo in crisi la viabilità lungo l’autostrada del Brennero. È naturale chiedere al gestore della tratta autostradale conto di quanto successo, ma Autostrada del Brennero tiene a precisare quali sono le condizioni in cui i disagi si sono prodotti, quali fossero gli strumenti a sua disposizione per evitarli e quali azioni straordinarie è comunque riuscita a mettere in campo.

Innanzitutto, la straordinarietà della nevicata e soprattutto la sua intensità. In 24 ore è caduta una quantità di neve che, di norma, cade in due mesi, con accumuli repentini che hanno sfiorato il metro.

Non va dimenticato che alle 10:10 di sabato 2 febbraio, all’altezza del chilometro 5, si è staccata una valanga che ha invaso entrambe le carreggiate, prive di traffico solo grazie alle prevedenti limitazioni precedentemente decise da Autostrada del Brennero.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

Questo ha costretto a chiudere completamente l’autostrada nei due sensi di marcia rallentando enormemente gli interventi di recupero dei mezzi in panne. Solo la rapida pulizia delle carreggiate e il tempestivo sopralluogo in elicottero, condotto nonostante la nebbia, hanno permesso l’assunzione di una grave responsabilità, quella di riaprire la circolazione già alle 13:05 di sabato, per poter ricominciare nel più breve tempo possibile a rimuovere le code.

I blocchi alla circolazione, come già spiegato, sono da attribuirsi a coloro che, ignorando scientemente l’ordinanza della Direzione tecnica generale che imponeva il divieto di transito ai veicoli sprovvisti di dotazione invernale, si sono ugualmente avventurati verso il passo del Brennero, a 1.400 metri di quota durante l’intensa nevicata, trasgredendo con grande frequenza anche il divieto di sorpasso imposto ai mezzi pesanti.

A questo si è sommato il comportamento irresponsabile di numerosissimi motociclisti che, pur di raggiungere un motoraduno in Baviera, hanno proseguito il viaggio sotto la nevicata divenendo protagonisti di numerose cadute con immediate ripercussioni sulla viabilità.

È stato detto che Autostrada del Brennero avrebbe dovuto controllare il rispetto dell’ordinanza e fermare i veicoli giudicati inidonei. Questo non è possibile. La normativa non consente a un concessionario autostradale di verificare la dotazione dei veicoli dei propri utenti e di interdire il transito a quelli giudicati inidonei. Facendolo, la Società commetterebbe un reato.

Si ribadisce, inoltre, che la concomitanza tra il fenomeno meteorologico straordinario, l’inadeguatezza delle dotazioni di molti mezzi e il divieto di transito imposto dalle 22 di venerdì dalle Autorità austriache, che già nelle giornate normali determina inevitabili rallentamenti, ha determinato una vera e propria “tempesta perfetta”.

Prova ne è il fatto che si è potuti tornare alla normalità solo dopo che le Autorità austriache, nella giornata di sabato, hanno rimosso il divieto di transito per consentire di sbloccare una situazione diventata a quel punto insostenibile.

Autostrada del Brennero, proprio per impedire analoghi problemi sul versante austriaco, non ha mai fermato la circolazione verso sud.

Nella sola giornata di venerdì, nonostante quanto successo, ben 10.000 mezzi pesanti sono riusciti a transitare, nei due sensi di marcia, attraverso il valico del Brennero”.

Qui una ripresa realizzata dall’elicottero di emergenza della Protezione civile di Bolzano

NEWSLETTER

Italia ed estero9 ore fa

Italia divisa in 2 per tragico incidente sull’A1 tra Valdarno e Incisa: due anziani perdono la vita

Eventi9 ore fa

Giornata internazionale dei forti, al Forte di Fortezza

Sport10 ore fa

Freccette: alla Fiera Bolzano si sono laureati i campioni d’Italia a squadre

Oltradige e Bassa Atesina10 ore fa

Minaccia autista S.A.S.A., deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria dai Carabinieri.

Alto Adige10 ore fa

Nuove regole per gli autovelox anche in Alto Adige: arriva la stretta del governo

Alto Adige10 ore fa

Proseguono i lavori per riaprire il passo Rombo e il passo dello Stelvio da oltre 5 metri di neve

Bolzano11 ore fa

Scippata una signora anziana. Passante blocca il ladro e chiama la polizia

Bressanone11 ore fa

A Bressanone è stato arrestato un latitante, ubriaco, per aver aggredito la capotreno

Bolzano12 ore fa

Tre clandestini hanno portato scompiglio sugli autobus della S.A.S.A. Saranno espulsi dall’Italia

Bressanone1 giorno fa

Rinvenute parecchie armi nel Bar “Cafè da Nick” a Bressanone. Il questore lo fa chiudere

Alto Adige1 giorno fa

L’adozione di biotopi in Alto Adige ha premiato con la Bandiera Verde

Alto Adige1 giorno fa

Code sulla MeBo e a Bolzano. Traffico impegnativo nella mattinata

Alto Adige1 giorno fa

Susanne Schenk è la nuova Diversity Manager di Volksbank

Alto Adige1 giorno fa

Alta onorificenza conferita al Presidente Gerhard Brandstätter

Alto Adige1 giorno fa

Sparkasse si conferma “Leader della sostenibilità”

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Crea caos sull’autobus e poi al Pronto Soccorso, dove sferra una testata al vigilantes. Arrestato dai Carabinieri

Sport3 settimane fa

Podio alla prima stagionale per Manuela Gostner nel Ferrari Challenge Europe

Eventi3 settimane fa

Promosso a pieni voti l’inverno: Movimënt si prepara a un’estate di novità

Eventi3 settimane fa

Decimo anniversario della campagna di sensibilizzazione MutterNacht 2024. Sabato 11 maggio la giornata d’azione

Bolzano3 settimane fa

Aggressione a un medico al pronto soccorso: nigeriano con precedenti penali denunciato

Trentino3 settimane fa

La sfida lanciata dal modello cooperativo all’industria discografica. Se ne parla al Festival dell’Economia di Trento

Consigliati4 settimane fa

Scommesse sportive con deposito minimo basso

Oltradige e Bassa Atesina4 settimane fa

Crede di trovarsi di fronte ad un’occasione imperdibile, ma è tutta una truffa

Alto Adige3 settimane fa

Giustizia riparativa: Kofler: «uno strumento efficace per la nostra comunità»

Alto Adige1 settimana fa

Due “pendolari” dello spaccio arrestati al Brennero e riportati subito in Austria

Trentino3 settimane fa

Incidente mortale a passo Vezzena: motociclista 70enne perde la vita

Alto Adige5 giorni fa

È nato l’Osservatorio Economico UIL-SGK per l’Alto Adige: una nuova risorsa per il monitoraggio del mercato del lavoro

Arte e Cultura1 settimana fa

Tirolo: un paese diventato località turistica. Se ne parla in un libro

Lifestyle4 settimane fa

Design e integrazione delle pergole bioclimatiche nei terrazzi

Laives3 settimane fa

Impianto sportivo Galizia a Laives, con la Provincia aperto il discorso per la riqualificazione totale

Archivi

Categorie

più letti