Connect with us

Video

Incendio in un fienile in val di Giovo: 120 vigili in azione, bestiame morto tra le fiamme

Pubblicato

-

Un terribile incendio ha distrutto oggi (28 gennaio) intorno a mezzogiorno un fienile in val di Giovo, nei pressi di Racines.

La valle è una laterale della val d’Isarco.

Sul posto i vigili del fuoco della zona, con distaccamenti da Valgiovo, Stanghe, Casateia, e Vipiteno, arrivati poco dopo le 13.

Pubblicità
Pubblicità

Ben 120 gli uomini impegnati a domare le fiamme.

Nel rogo sono periti purtroppo alcuni animali, tra cui pecore e vitelli, che si trovavano nella stalla.

Non ci sarebbe, invece, nessun ferito.

Il vento ha spinto il fuoco nella direzione del maso, a circa 20 metri di distanza, ma l’intervento dei vigili del fuoco ha permesso di evitare il peggio.

Verso le 14.45 l’incendio era sotto controllo, nonostante il vento non accennasse a calare. L’acqua utilizzata dagli uomini del soccorso è stata prelevata con tre pompe da un ruscello.

Pubblicità
Pubblicità

Video

Continuano le inchieste sulla Sanità de La Voce di Bolzano: benvenuti nel mito di Bellerofonte

Pubblicato

-

Non dovremmo farvelo sapere, avremmo preferito l’effetto sorpresa ma il tempo si avvicina.

Parliamo del tempo in cui il geniale, mitico autore delle inchieste sulla Sanità che hanno fatto riecheggiare ovunque il nome de La Voce di Bolzano potrebbe svelare la sua identità.

Da tempo immemore l’Alto Adige, anzi di più, l’Italia intera (i rumors sulla sua genialità hanno passato di molto il confine sudtirolese) si interroga e scommette, si intriga e patisce per riuscire a dare un volto e un nome all’ironico, politico, perfido, misterioso #guardianodellalegalità.

Pubblicità
Pubblicità

Lo facciamo anche noi della Voce in perenne attesa di riuscire almeno a stringergli un giorno la mano mentre il nostro continua, incorruttibile e più determinato che mai, il suo viaggio in sella alla fida tastiera alata Pegasus.

Ma non smette di parlarci e quotidianamente ci svela sempre nuovi interessanti dettagli sul complesso e contraddittorio mondo della Sanità altoatesina.

Noi, nel frattempo, continuiamo a parlare di lui e del suo mito, che chiamano Bellerofonte.

 

Nel caso non voleste perdervi nemmeno una riga delle “rivelazioni” del nostro fidato e affidabile collaboratore, potete cliccare qui: https://www.lavocedibolzano.it/category/home/blog/pagine-bellerofonte/

Vi auguriamo buona lettura.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Video

Sauna prende fuoco nella notte a Moso in val Fiscalina

Pubblicato

-

Paura per un incendio nella notte in val Fiscalina (20 gennaio): a prendere fuoco la sauna esterna a un’abitazione di Moso.

Sul posto i vigili del fuoco di Sesto che in poco tempo sono riusciti a domare le fiamme. L’operazione di spegnimento si è poi protratta per il moltiplicarsi di nuovi piccoli focolai.

All’origine del rogo probabilmente un braciere rimasto acceso.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Musica

E’ online il videoclip “Dal Paese reale”, il nuovo singolo di Vincenzo Incenzo

Pubblicato

-

Dopo il successo del brano apripista “Je Suis” è online dall’11 gennaio “Dal Paese reale” il nuovo singolo di Vincenzo Incenzo.

Un brano tratto dall’album “Credo” uscito lo scorso mese di ottobre, il primo della carriera del grande autore e cantautore italiano che ha scritto, tra gli altri, per Renato Zero, Venditti, Zarrillo, Dalla e Vanoni.

Un ottimo lavoro che ha messo d’accordo pubblico e critica che oggi esce con un video-denuncia sui migranti.

Pubblicità
Pubblicità

C’è una misteriosa entità, di cui tutti si riempiono la bocca – spiega Incenzo – ; è il Paese reale. Un versante ormai parallelo e onirico, che più viene nominato e più si allontana. La propaganda ha schiacciato definitivamente la realtà. Èlite e gente comune vivono in universi ormai distanti, non si incontreranno più.

Dall’alto, con un martellamento mediatico ossessivo, ci hanno detto quali sono le nostre priorità e quali i nostri nemici. Ma dentro di noi qualcosa non quadra. Il cuore e la testa ancora hanno ancora memoria, desideri, passioni. Provare a dire la verità, almeno a se stessi, è l’unica rivoluzione ancora possibile“.

Una canzone anomala, che demolendo il linguaggio mediatico corrente, denuncia lo stato confusionale in cui versa l’Italia in queste ore, dai migranti in mare alla crescita della violenza politica, dalle lobby economiche al vuoto culturale, dalla disoccupazione alla guerriglia urbana.

Il brano si tinge di codici musicali progressive, con un intervento straordinario alla tromba di Fabrizio Bosso, e con una sorprendente tessitura di cori curata da Renato Zero, produttore dell’album.

Un video visionario, romantico e politico, in cui un cantante pazzo, simbolo della minoranza, cerca di articolare il suo dissenso affiancato da una band di pappagalli, metafora dei replicanti che il Sistema diffonde.

La sua anima inquieta si ribella, esce dal corpo. Grida. Un sicario ingaggiato dal Sistema deve sistemare la faccenda.

Introducendosi furtivo nel teatro dove la band sta suonando, presenta la sua arma di distruzione: non una pistola o un fucile ma uno smartphone, il vero elettroshock del nostro tempo.

L’irresistibile tentazione di un selfie scatena un finale sorprendente e inaspettato.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza