Connect with us

Mamma&Donna

Libri: contro lo spreco, vince il risparmio!

Pubblicato

-

Ormai in tutta Italia sono ricominciate le scuole e, chi più, chi meno, abbiamo dovuto battagliare tutti con i libri: quelli vecchi dove li mettiamo per fare spazio ai nuovi? Serve tenerli o posso eliminarli?

Per non parlare dell’aspetto economico!

Nonostante il Ministero dell’Istruzione imponga un massimo di spesa per l’acquisto dei libri: ogni anno l’importo previsto, viene superato!

Pubblicità
Pubblicità

Eh già…sono tante le persone che ripongono le proprie speranze nei libri usati, ma non è sempre facile trovarli!

Un buon modo per farlo, è chiedere direttamente alla scuola. Spesso la classe dei ragazzi più grandi di un anno ha usato gli stessi testi che ora sono richiesti per i nostri figli.

Si può provare a chiedere lì, se qualcuno è intenzionato a vendere i propri libri usati, consentirebbe di risparmiare un bel po’ di euro.

Importante dare anche un occhio alla bacheca della scuola o alla zona dedicata agli annunci e alle comunicazioni.
Sia mai che qualche alunno più anziano (o la sua mamma), abbia fatto pulizie!

Se si è fortunati e si vive a Bolzano, i libri fino alla terza superiore, sono dati in comodato d’uso. Bisogna averne cura per poi renderli a fine anno, in buono stato, per evitare di doverli pagare.

Questione di buonsenso. Non sempre messo in atto. Se a scuola non si trova la soluzione, lo step successivo è quello di cercare sulle bancarelle dei mercatini dell’usato.

Ogni città dispone di un centro o un’associazione che si dedica alla vendita dei vecchi libri, anche scolastici! Anche le stesse librerie si sono attrezzate per questo bisogno.

A Milano lavora a questo proposito un negozio che nel tempo si è talmente allargato, tanto da aprire ben sei punti vendita diversi: il Libraccio.

Un assortimento vastissimo per tutte le tasche e, oltre a vendere libri scolastici usati, li compra anche online.

Come funziona? È facilissimo!

Basta andare sul sito del “Libraccio“, creare la propria lista di vendita fino a un massimo di 40 libri e controllare che la scheda dei libri che si vogliono vendere, sia d’interesse della libreria.

Se sì, basta un clic e il gioco è fatto!

Non solo si possono vendere libri usati, ma anche scegliere il giorno in cui è possibile venirli a ritirare e il metodo di pagamento che si preferisce.

Milano non è di certo vicina per tutti, ma grazie al web, molte cose sono alla  portata di mouse!

Sempre in ottica del risparmio e del riuso, un’ottima soluzione sono le librerie online, come IBS, Amazon, comprovendolibri.it o ancora, i mercatini di quartiere organizzati dalle associazioni, dove sulle bancarelle si può trovare quasi tutto.

Figurarsi poi, se i social non sono corsi ai ripari!

Sempre più gruppi e pagine Facebook sono a disposizione per la compravendita dei libri usati: basta cercare quello della  città, in cui si vive iscriversi e lasciare il proprio annuncio. Chi possiede uno dei volumi elencati, si mette in contatto per accordarsi sulla vendita.

Insomma, questa dei libri usati non è solo una questione di risparmio di soldi e spazio, ma una vera e propria battaglia contro lo spreco.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]
  • L’affascinante piacere del tè porta il nome di Peter’s TeaHouse
    Peter’s TeaHouse, il primo negozio specializzato nella vendita di tè, nasce nel 1994 a Bolzano. “Immersi nell’atmosfera della tradizione, si riesce a respirare il fascino della cultura orientale, che si fonde con la contemporaneità. Perché il tè è soprattutto questo: cultura e ospitalità.” Peter’s TeaHouse, parte del noto franchising e del colosso Pompadour (a sua […]

Categorie

di tendenza