Connect with us

Politica

Uniti per Laives, presentati i candidati e il programma. Bianchi: “Con una grande squadra, città sempre più importante”

Pubblicato

-

E’ stata presentata sabato 29 agosto, presso ristorante Wursthof in via San Giacomo a Laives, la compagine di centrodestra chiamata a correre per le prossime elezioni comunali del 20 e 21 settembre a Laives.

L’appuntamento con la presentazione dei candidati e del programma di Uniti per Laives, la lista civica espressione della proposta amministrativa del sindaco Christian Bianchi, è iniziata alle 10.30. Un’occasione per spiegare ciò che è stato realizzato negli ultimi anni dalla giunta uscente sempre capitanata dall’attuale primo cittadino e per spiegare piani e obiettivi per il futuro.

La lista civica di Bianchi comprende 36 persone, 12 donne e 24 uomini. Sono molto rappresentate anche le frazioni, con 12 candidati di San Giacomo, 4 di Pineta e gli altri 20 di Laives. Il più giovane ha 23 anni, il più maturo 73.

Pubblicità
Pubblicità

Tutti i candidati di età, professionalità e gruppi linguistici diversi, rappresentano ampiamente la realtà di questo Comune anche per l’ampia presenza non solo su Laives ma sulle frazioni, queste ultime fondamentali considerando anche lo sviluppo che hanno avuto recentemente – afferma il primo cittadino – . Cinque anni fa per la prima volta in Alto Adige un Comune veniva governato dal centrodestra in collaborazione con la Svp e, unico caso in Italia, con la collaborazione del MoVimento 5 Stelle.

Questo significa che il nostro era ed è un progetto credibile. Tanti i temi importanti tra cui la viabilità, per la quale assieme al candidato sindaco del centrodestra a Bolzano, Roberto Zanin, abbiamo diversi progetti di collaborazione con delle linee guida comuni. Si parlava sempre di Laives come il dormitorio di Bolzano, oggi non lo è più.

In questi cinque anni abbiamo realizzato tanto sia dal punto di vista della vita sociale e delle attività sul territorio che dal punto di vista politico, con la capacità di dire sempre quello che pensavamo anche quando era scomodo – pensiamo alla questione dell’aeroporto o dell’A22 – . Siamo la quarta città dell’Alto Adige e rifiutiamo il ruolo di ‘Cenerentola’ che dice sempre di sì. Il coraggio di opporci ha portato grandi risultati“.

Continua Bianchi: “Non ci mancano nemmeno i progetti, tra cui la nuova piazza che verrà finalmente realizzata dopo anni di promesse mai mantenute, la rete delle ciclabili che collegheranno tutti i territori di Laives, Pineta e San Giacomo affinché si possa utilizzare anche la bicicletta per la mobilità di tutti i giorni e diminuire la grossa problematica del traffico, la nuova fermata del treno che permetterà di raggiungere più rapidamente il capoluogo e il progetto per la nuova scuola elementare. 

Siamo convinti che Laives abbia preso una nuova via e su questa via vogliamo continuare perché siamo certi che i progetti che abbiamo in corso possono cambiare la città e la possono far crescere. Sono certo che questa lista avrà un risultato molto importante“.

Presente anche il vicepresidente della Provincia Giuliano Vettorato, già consigliere e assessore comunale a Laives che ha dichiarato: “Abbiamo lavorato bene in questi anni, il sindaco Bianchi ha amministrato la città come un buon padre di famiglia e i risultati sono evidenti. Auguro a lui e a tutti i candidati buona fortuna“.

Sotto, i candidati di Uniti per Laives

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza