Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Politica

Concessione A22, Team K: “Solo un’azione comune di Kompatscher e Fugatti porterà al rinnovo”

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità

Ieri (30 aprile) è scaduta la proroga della concessione A22. Con una mozione approvata in Consiglio regionale a fine 2020 il Team K aveva impegnato la Giunta a realizzare una società in-house e ad unire le forze per ottenere il prima possibile la concessione trentennale dell’Autobrennero, vera cassaforte della Regione. “Invece la realtà dei fatti è ben diversa, con Fugatti che continua a fare gli interessi dei soci veneti, mentre il tempo per una fumata bianca stringe”, commenta  Paul Köllensperger.

La concessione per la gestione della A22 è scaduta nel 2014 ed è stata di volta in volta prorogata fino ad oggi, come annunciato ripetutamente dal presidente Kompatscher. A fine mese scade l’ultima proroga, con numerose opzioni sul tavolo, tra cui il rischio di dover andare a gara europea che aumenta di giorno in giorno.

“Viste le nette divisioni in seno alla Giunta regionale, a fine 2020 abbiamo impegnato lo stesso esecutivo con un ordine del giorno a far passare il rinnovo della concessione attraverso una società pubblica regionale. Questo impegno vale anche se sorgono problemi in merito ai soci privati. Invece abbiamo l’impressione che Fugatti continui a fare gli interessi dei soci veneti più che quelli della terra che rappresenta, con tutti i rischi connessi per la nostra Regione” commenta Paul Köllensperger.

L’obiettivo dell’atto politico approvato in Consiglio regionale era quello di promuovere un’azione comune tra i due territori, che solo uniti avranno maggiore potere contrattuale nei confronti del Governo. In tutto questo vediamo che il presidente Fugatti non sembra avere alcuna volontà di favorire questo processo. Così facendo il Trentino Alto Adige rischia di perdere un asset strategico per il territorio e per il suo futuro, visti i grandi introiti che A22 quale patrimonio pubblico garantisce alle casse regionali e delle due province autonome.

“Kompatscher e Fugatti la smettano di litigare e uniscano le forze per portare finalmente a casa la concessione, peraltro già annunciata più volte”conclude Paul Köllensperger.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Bolzano2 settimane fa

Fisioterapista aggredita a Bolzano con una coltellata alla gola

Italia ed estero2 settimane fa

Orrore per una tragedia familiare: uomo uccide moglie e due figli

Trentino3 settimane fa

Frana SS47 in Valsugana, riapertura in vista: si punta a marzo per il senso unico alternato

Alto Adige2 settimane fa

Corte d’appello di Venezia ammette definitivamente class action contro Banca Popolare dell’Alto Adige (Volksbank): le scadenze

Trentino4 settimane fa

Orso insegue due ragazzi in Val di Sole

Bolzano4 settimane fa

Arrestato a Bolzano latitante per reati familiari e droga dopo sei anni di fuga

Economia e Finanza4 settimane fa

L’AGCM interviene sul trasferimento di clienti da Intesa Sanpaolo a Isybank

Merano3 settimane fa

Straniero dà in escandescenza: guardia giurata aggredita a bottigliate finisce in ospedale

Politica4 settimane fa

La nuova giunta provinciale dell’Alto Adige è stata eletta dal consiglio provinciale

Laives4 settimane fa

A Laives i cittadini sono esasperati dalla situazione rifiuti

Società2 settimane fa

Edilizia abitativa agevolata: approvato il nuovo programma di interventi

Politica3 settimane fa

Philipp Achammer lascia la guida della Svp dopo dieci anni

Politica3 settimane fa

Arno Kompatscher esclude il doppio ruolo di presidente e segretario della Svp

Laives2 settimane fa

Incidente stradale a San Giacomo: ciclista 60enne ferito gravemente

Sport4 settimane fa

Sesto Pusteria in festa per il trionfo di Jannik Sinner nel suo primo Slam

Archivi

Categorie

più letti