Connect with us

Politica

Conte: “Dopo il 3 maggio ripartenza graduale. Mes mai firmato. Bugie da Salvini e Meloni”

Pubblicato

-

Condividi questo articolo

Dopo i continui rinvii, questa sera il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha fatto il punto sull’emergenza coronavirus, sulle nuove strategie per le chiusure e sulla polemica rispetto alle trattative in corso tra l’Italia e l’Eurogruppo.

Nelle ultime ore si era molto discusso su una presunta attivazione del Mes che però Conte afferma non esserci mai stata. Con un post in mattinata, lo aveva chiarito anche tramite social:“Io ho una sola parola: la mia posizione e quella del Governo sul Mes non è mai cambiata e mai cambierà”.

Sono poche le deroghe alle precedenti disposizioni: una di queste riguarda l’apertura di alcune tipologie di esercizi che potranno tornare in attività.

Pubblicità - La Voce di Bolzano



Attiva/Disattiva audio qui sotto

Pubblicità - La Voce di Bolzano

“Si va avanti fino al 3 maggio – ha detto Conte – è una decisione di cui mi assumo la responsabilità. E’ stata assunta insieme al comitato tecnico-scientifico e le associazioni di categoria. I segnali della curva sono incoraggianti, le misure stanno dando dei frutti. Non possiamo vanificare proprio ora gli sforzi compiuti.

L’auspicio è quello di poter ripartire gradualmente dopo il 3 maggio, ma dipenderà dal nostro comportamento. La salute viene al primo posto, ma teniamo in grande considerazione anche gli altri interessi in campo come la tenuta del tessuto socio-economico, produttivo ed economico del Paese. Vogliamo predisporci per una sburocratizzazione del sistema per non creare ostacoli alla ripresa”.

Poi le variazioni:Dal 14 aprile riapriamo con ponderazione cartolibrerie, librerie, negozi per i neonati ed i bambini viste tante difficoltà riscontrate nelle famiglie. Riapertura anche per le attività di silvicoltura (taglio dei boschi) per l’approvvigionamento della legna e la ripresa delle attività forestali“.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

Il lavoro per la cosiddetta ‘Fase 2‘ prevede un programma articolato. “Dovremo convivere con il virus e per questo stiamo lavorando ad un protocollo incentrato sulla sicurezza sul lavoro e delle attività produttive. 

Dobbiamo inventarci nuovi modelli organizzativi più innovativi che tengano anche conto della qualità della vita, avvalendoci di un gruppo di lavoro formato da esperti: sociologi, psicologi, manager, esperti in organizzazione del lavoro che dialogherà con il comitato tecnico scientifico per l’eventuale modifica delle logiche di organizzazione del lavoro.

Le aziende devono approfittare dello stop per sanificare i luoghi e predisporre le misure di massima sicurezza. Dovremo capire come incentivare gli spostamenti evitando situazioni che creano assembramenti”.

Il mes e l’accusa a Salvini e Meloni – “L’Europa affronta oggi una situazione mai vista in tempo di pace. Serviranno 1500 miliardi per fronteggiare questa emergenza europea. Ieri sul tavolo c’erano diverse proposte di cui si è discusso per una strategia comune.

Il nostro strumento è l’Eurobond, il più adeguato alla situazione di emergenza che stiamo vivendo e condurremo fino alla fine la nostra battaglia. L‘Eurogruppo propone anche una linea di credito senza condizionalità, tranne quella destinata alla spesa per la Sanità, il famoso Mes. 

Ma questo dibattito deve essere chiaro, senza falsità, perciò devo fare delle precisazione: l’Eurogruppo non ha firmato niente, ne ha istituito alcun obbligo. E’ una menzogna. Il Mes esiste dal 2012, non è stato approvato o creato ieri, come falsamente e irresponsabilmente detto ieri da Salvini e Meloni. Lo stanno ripetendo da ieri per tutte queste ore, non è così. Chi ha confezionato questa trappola se ne prenda le responsabilità politiche.

Questo governo non lavora con il favore delle tenebre ma guarda in faccia gli italiani. L’Eurogruppo ha lavorato alla proposta non ancora completata di una linea di credito collegata al Mes totalmente nuova, e non su proposta dell’Italia ma di altri Paesi membri.

Riteniamo il Mes inadeguato e inadatto rispetto all’emergenza che stiamo vivendo. L’Italia non ha firmato alcuna attivazione del Mes. L’Italia non ne ha bisogno.

Le falsità ci fanno male, basta menzogne che ci indeboliscono nella trattativa. Avevo chiesto responsabilità all’opposizione, ma stanotte sono state dette falsità. Non scriviamo noi le norme, ci sono altri 26 paesi e questo dibattito ci indebolisce nella trattativa.

Lotteremo per gli Eurobond e non ci arriveremo rapidamento.. Ma con la tenacia e con la forza della ragione la nostra risposta deve essere ambiziosa. Non c’è altra alternativa”.

Il premier Conte ha infine ricordato che il Mes è stato istituito da un governo di centro-destra dove “la Meloni era ministro e io non c’ero. C’è un nuovo Mes con linee di credito per la sanità, ma non ci riguarda, noi non siamo interessati”.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Alto Adige13 minuti fa

Elezioni Europee, Roberto Paccher (Lega): «Occasione storica per il Trentino Alto Adige»

Hi Tech e Ricerca1 ora fa

Documenti elettronici: facciamo il punto sulla conservazione sostitutiva obbligatoria

Economia e Finanza14 ore fa

“Ue decisiva per il futuro dell’economia e dell’industria in Italia e in Trentino Alto Adige”

Politica14 ore fa

L’aula del Consiglio regionale approva una mozione per il riconoscimento Istituzionale della “Bandiera Ladina”

Bolzano15 ore fa

Scoperto sull’autobus con 2.2 Kg di hashish. Arrestato corriere da due finanzieri in borghese

Oltradige e Bassa Atesina18 ore fa

Momenti di paura per una famiglia al Rione Goller, Bronzolo. Vicino di casa denunciato dai Carabinieri

Alto Adige21 ore fa

Tutela dei minori: gli studenti della Gregoriana si informano in diocesi

Alto Adige21 ore fa

Nuovi defibrillatori portatili per la Polizia Stradale grazie alla Croce Bianca

Bolzano21 ore fa

Fuggono da familiari violenti e si rifugiano in questura. Salvate tre donne

Bolzano1 giorno fa

La Polizia Stradale in piazza a Bolzano per “Bicimparo”

Scienza e Cultura2 giorni fa

Idrogeno, ecco la centralina hi-tech «made in Bolzano» per la nautica. Nel 2025 la prima imbarcazione in darsena

Alto Adige2 giorni fa

Gruppo di acquisto energia: i prezzi concorrenziali dell’energia elettrica sono un elemento centrale per la competitività

Alto Adige2 giorni fa

A Corvara è stato inaugurato il garage interrato costruito in cooperativa

Turismo2 giorni fa

Guardia medica per turisti in Val Gardena e Castelrotto-Fiè

Bolzano2 giorni fa

Bolzano Leakage Management Project: un passo avanti decisivo per la gestione idrica sostenibile in città

Oltradige e Bassa Atesina1 settimana fa

Crea caos sull’autobus e poi al Pronto Soccorso, dove sferra una testata al vigilantes. Arrestato dai Carabinieri

Sport1 settimana fa

Podio alla prima stagionale per Manuela Gostner nel Ferrari Challenge Europe

Eventi1 settimana fa

Promosso a pieni voti l’inverno: Movimënt si prepara a un’estate di novità

Eventi1 settimana fa

Decimo anniversario della campagna di sensibilizzazione MutterNacht 2024. Sabato 11 maggio la giornata d’azione

Bolzano4 settimane fa

Due nuove sentenze (ora sette in totale) contro Volksbank: “vendita ingannevole di azioni”

Val Pusteria4 settimane fa

Brunico, arrestato un 20enne per detenzione e spaccio di stupefacenti. Sequestrati 200 grammi di droga per 344 dosi di cocaina e 1363 dosi di hashish

Bolzano4 settimane fa

Al via la seconda class action contro Volksbank. Oltre 26.000 azionisti hanno partecipato all’aumento di capitale del 2015-2016 per oltre 95 milioni di euro

Trentino1 settimana fa

La sfida lanciata dal modello cooperativo all’industria discografica. Se ne parla al Festival dell’Economia di Trento

Bressanone4 settimane fa

Eventi criminali alle tabaccherie, rimangono indispensabili prevenzione e collaborazione. I Carabinieri all’assemblea annuale della FIT

Val Pusteria4 settimane fa

Carabinieri di Dobbiaco nelle scuole della Val Pusteria per la cultura della legalità

Alto Adige3 settimane fa

Pronti a “pescare” le offerte dei fedeli con metro a nastro e scotch biadesivo in Chiesa: segnalati alle autorità

Consigliati2 settimane fa

Scommesse sportive con deposito minimo basso

Bolzano3 settimane fa

Prosegue l’operazione sicurezza a Bolzano, tra fogli di via, arresti e 4 espulsioni nei controlli del fine settimana

Alto Adige3 settimane fa

Proseguono a raffica arresti, denunce e tre decreti di espulsione anche in un 25 aprile “tranquillo”

Oltradige e Bassa Atesina2 settimane fa

Crede di trovarsi di fronte ad un’occasione imperdibile, ma è tutta una truffa

Archivi

Categorie

più letti