Connect with us

Società

Corte di Appello di Torino: incostituzionale la pensione di 286 euro per disabili

Pubblicato

-

Per la prima volta nella storia un giudice della Corte di Appello di Torino dichiara incostituzionale la pensione di 286 euro per le persone che presentano una disabilità totale. Questa infatti sarebbe insufficiente a garantire le esigenze primarie.

Per questo ora i giudici piemontesi hanno deciso di inviare la questione alla Corte Costituzionale, che si pronuncerà sulla vicenda durante una udienza pubblica prevista per il prossimo martedì 23 giugno.

A riportarlo è il sito disabiliabili.net e il quotidiano Repubblica.

Pubblicità
Pubblicità

La Consulta dovrà pronunciarsi su due diversi articoli legislativi e in particolare dovrà rispondere a due quesiti inerenti all’articolo 12 della legge sugli invalidi civili e a quello 38 della legge Finanziaria del 2002.

Il primo comma dell’articolo 12 riconosce infatti ai mutilati o agli invalidi maggiorenni e con completa inabilità lavorativa, la concessione di una pensione di inabilità, mentre l’articolo 38 prevede che “ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto di mezzi necessari a vivere ha diritto al mantenimento e all’assistenza sociale. I lavoratori hanno diritto ad avere assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di malattia, infortunio, invalidità (…). Ai compiti previsti in questo articolo provvedono organi e istituti predisposti o integrati dello Stato“.

Il giudice rimettente solleva dubbi di legittimità costituzionale in riferimento all’articolo 38, primo comma della Costituzione, con riguardo all’importo della pensione di inabilità, considerato “insufficiente a garantire il soddisfacimento delle elementari esigenze di vita” (il giudice ricorda che, nella causa da lui trattata la pensione ammontava, nel 2019, a 285,66 euro per tredici mensilità).

È stata inoltre rilevato un possibile contrasto con il contenuto dell’articolo 3 della Costituzione, per “violazione del principio di uguaglianza, ponendo a confronto l’importo della pensione di inabilità, corrisposta agli inabili a lavoro di età compresa tra i 18 e i 65 anni, e l’importo dell’assegno sociale corrisposto ai cittadini di età superiore a 66 anni in possesso di determinati requisiti reddituali, meno favorevoli di quelli di riferimento per il riconoscimento della pensione di inabilità”.

Nella sua ordinanza, la Corte di Torino ha anche evidenziato contrasti con il primo comma dell’articolo 10 e 117 della Costituzione, ma anche con gli articoli 26 e 34 della Carta dei diritti fondamentale dell’Unione Europea.

A livello locale, il primo ad esprimersi sulla questione era stato l’attivista per i diritti dei disabili Claudio Palmulli, che in un post pubblicato suo profilo social aveva dichiarato:

Dicevo da tempo che un disabile non può assolutamente prendere quella cifra, oggi leggiamo che la cassazione conferma quello che ho sempre sostenuto da anni, ovvero che l’erogazione di quella cifra, troppo bassa per permettere la sopravvivenza economica di una persona, soprattutto se inabile, è anti costituzionale.

Speriamo che le pensioni di tutte le persone diversamente abili al 100% da 290 euro al mese a 1.000 sarebbe un ottimo passo avanti per la categoria più abbandonata dalla politica italiana. E’ importante che tutti si impegnino per raggiungere questo obiettivo di responsabilità sociale. Vi ricordò che la disabilità non avvisa e chiunque può diventare disabile“.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey
    L’anno del Covid è stato anche l’anno dello smart working, un’autentica rivoluzione per molti lavoratori e l’Istituto Mckinsey fa luce sulle trasformazioni a cui il mondo del lavoro dovrà adeguarsi. Il report Mckinsey Alla crisi... The post Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey appeared first on Benessere Economico.
  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare
    La svolta crescente dell’online parla anche di risparmio e sostenibilità ecco perché le bollette cartacee sono ormai superate. L’arrivo del digitale ha convertito molti utenti ad entrare nel circuito delle bollette online, pagabili su rete... The post Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare appeared first on Benessere Economico.
  • Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco
    L’Agenzia delle Entrate rinforza l’organico e assume due mila “ agenti segreti” per potenziare la lotta all’evasione. Con i fondi del Recovery Fund arriveranno anche nuove assunzioni mirate proprio a rinforzare il campo della lotta... The post Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco appeared first on Benessere Economico.
  • Rivoluzione demografica, la tendenza si sposta verso la Silver Economy
    Negli ultimi decenni la struttura demografica e sociale dell’Europa e del mondo è cambiata in profondità e questa dinamica continuerà a prestare i suoi effetti anche in futuro. Per questo motivo, le istituzioni comunitarie devono... The post Rivoluzione demografica, la tendenza si sposta verso la Silver Economy appeared first on Benessere Economico.
  • Cambiamento climatico come opportunità di investimento: i settori più richiesti nei prossimi anni
    Con le esigenze dei Paesi costretti ad evolversi per adattarsi ai tempi e al mondo che si trasforma, il cambiamento climatico diventa un’opportunità di investimento a lungo termine. Un occasione per tutti di cogliere questo... The post Cambiamento climatico come opportunità di investimento: i settori più richiesti nei prossimi anni appeared first on Benessere Economico.
  • Rivoluzione nel mondo dello sport, nasce il lavoratore sportivo: più tutele e diritti
    Dopo lo shock delle chiusure e la rabbia per essere stati una delle categorie invisibili agli occhi del Governo, i lavoratori del mondo dello sport possono gioire per il primo contratto con tutele, contributi e... The post Rivoluzione nel mondo dello sport, nasce il lavoratore sportivo: più tutele e diritti appeared first on Benessere Economico.
  • Cartelle esattoriali 2021: dal 1 maggio riparte la riscossione
    In molti si aspettavano un allungamento dei tempi, ma la macchina di notifica e riscossione delle cartelle esattoriali sospese ripartirà il 1 maggio 2021. La notificazione degli atti riguarderanno anche pignoramenti e avvisi di accertamento,... The post Cartelle esattoriali 2021: dal 1 maggio riparte la riscossione appeared first on Benessere Economico.

Categorie

di tendenza