Connect with us

Ambiente Natura

Emergenza idrica: ridotto il volume d’acqua residua del Rio Luson

Pubblicato

-

Condividi questo articolo

In Alto Adige la carenza d’acqua continua a destare preoccupazione. Il presidente Arno Kompatscher ha firmato oggi (21 luglio) una nuova ordinanza riguardante lo stato di emergenza idrica nell’area di approvvigionamento del sistema di irrigazione a Naz e dintorni, nel bacino idrografico del Rio Luson.

L’ordinanza prevede una serie di misure da adottare nelle aree dei Comuni di Naz-Sciaves e Luson. Di conseguenza, fino al 9 agosto 2022, verrà ridotta la quantità di acqua residua nei bacini idrografici del Consorzio di miglioramento fondiario Naz e dintorni. Nel Rio Luson rimane prescritta una quantità d’acqua residua di 145 litri al secondo, mentre viene sospesa l’intera quota variabile del più 15 per cento.

Il flusso residuo nel Rio Luson sarà ridotto da 50 a 40 litri al secondo e nel fiume sarà sospesa anche l’intera parte variabile (20%). Allo stesso tempo è prevista la riduzione, dagli attuali 30 a 10 litri al secondo, del flusso residuo nel rio dei Manzi.

Pubblicità - La Voce di Bolzano



Attiva/Disattiva audio qui sotto

Pubblicità - La Voce di Bolzano

L’ordinanza firmata in data odierna dal presidente Kompatscher prevede altresì la sospensione dell’attività della centrale idroelettrica (concessione GD/8612), che rimane fuori esercizio durante l’emergenza idrica. La quantità d’acqua massima derivata di 90 l/s con la presa rio Casera dovrà essere rispettata anche durante l’emergenza.

Prevista inoltre la limitazione di derivazioni d’acqua, tra le ore 16 e le ore 10, degli impianti irrigui Lüsen Huben e Lüsen Kreuz. Il Consorzio di miglioramento fondiario Naz e dintorni dispone entro 7 giorni, a partire dallo stato d’emergenza, una misurazione di portata di controllo da parte di un tecnico abilitato a valle della presa d’acqua sul Rio Luson e ne comunica il risultato agli Uffici Gestione sostenibile delle risorse idriche, Tutela acque e Caccia e pesca.

La riduzione temporanea del flusso residuo prescritto nei torrenti Luson e Casera ha lo scopo di aiutare il Consorzio di miglioramento fondiario Naz e dintorni ad ottenere acqua per l’irrigazione delle aree coltivate. Questo per evitare danni alle colture agricole e per poterle portare al raccolto con un programma di irrigazione notevolmente ridotto.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

L’ordinanza firmata in data odierna si basa sulla valutazione della Commissione per l’emergenza idrica riunitasi ieri (20 luglio).

I mesi invernali e primaverili molto secchi, le scarse precipitazioni nevose e le riserve di neve in quota già esaurite da settimane, la mancanza di precipitazioni, le attuali alte temperature e l’aumento della domanda di irrigazione agricola, rappresentano i fattori chiave che hanno determinato un’emergenza idrica nella zona delle Alpi nord-orientali.

Per garantire un sufficiente deflusso delle acque anche nel basso corso dell’Adige, il presidente Kompatscher, come noto, ha già firmato due ordinanze in cui si stabiliscono misure per il risparmio dell’acqua.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Oltradige e Bassa Atesina2 settimane fa

Crea caos sull’autobus e poi al Pronto Soccorso, dove sferra una testata al vigilantes. Arrestato dai Carabinieri

Sport2 settimane fa

Podio alla prima stagionale per Manuela Gostner nel Ferrari Challenge Europe

Eventi2 settimane fa

Promosso a pieni voti l’inverno: Movimënt si prepara a un’estate di novità

Alto Adige4 settimane fa

Pronti a “pescare” le offerte dei fedeli con metro a nastro e scotch biadesivo in Chiesa: segnalati alle autorità

Trentino2 settimane fa

La sfida lanciata dal modello cooperativo all’industria discografica. Se ne parla al Festival dell’Economia di Trento

Eventi2 settimane fa

Decimo anniversario della campagna di sensibilizzazione MutterNacht 2024. Sabato 11 maggio la giornata d’azione

Alto Adige4 settimane fa

Proseguono a raffica arresti, denunce e tre decreti di espulsione anche in un 25 aprile “tranquillo”

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Crede di trovarsi di fronte ad un’occasione imperdibile, ma è tutta una truffa

Alto Adige2 settimane fa

Giustizia riparativa: Kofler: «uno strumento efficace per la nostra comunità»

Bolzano4 settimane fa

Tentano la rapina e scatta una rissa. Espulsi tre cittadini marocchini

Alto Adige4 settimane fa

Espulsi madre e figlio per violenze sessuali, riti magici, obbligo del velo e lesioni sulla giovane moglie e nuora

Consigliati3 settimane fa

Scommesse sportive con deposito minimo basso

Bolzano2 settimane fa

Aggressione a un medico al pronto soccorso: nigeriano con precedenti penali denunciato

Bolzano3 settimane fa

Aggressione in discoteca: giovane percosso e contuso. Scattano gli accertamenti di pubblica sicurezza

Laives2 settimane fa

Impianto sportivo Galizia a Laives, con la Provincia aperto il discorso per la riqualificazione totale

Archivi

Categorie

più letti