Connect with us

Alto Adige

GdF: la truffa della cripto valuta ‘Onecoin’ colpisce anche Bolzano. Nei guai diversi altoatesini

Pubblicato

-

14 persone sono state rinviate a giudizio per i reati di truffa aggravata, diffusione e promozione abusiva e vendita piramidale di moneta elettronica, abusiva raccolta del risparmio e abusivismo finanziario, il tutto con l’aggravante della transnazionalità.

Le indagini, condotte dalla Guardia di Finanza sono partite dall’osservazione della società bulgara «OneCoin Lt» la quale, attraverso numerosi cittadini, italiani ed esteri, promuoveva abusivamente l’acquisto della criptovaluta denominata «OneCoin», spacciandola come strumento finanziario ad alto rendimento; in realtà, il meccanismo era quello tipico del sistema di vendita piramidale (Multi Level Marketing), paragonabile al tipico «Schema Ponzi», vale a dire a un modello economico di vendita truffaldino in cui l’investitore consegue dei guadagni solo se riesce a reclutare nuovi aderenti – a loro volta vittime del raggiro – in grado di apportare risorse finanziarie fresche destinate a remunerare i guadagni dei soggetti posti ai livelli superiori della piramide.

Questo genere di truffa si interrompe naturalmente quando, in assenza di nuovi iscritti, non vi è più liquidità per corrispondere le retribuzioni; in questa fase, gli aderenti si accorgono del meccanismo truffaldino ma, per i più, è spesso troppo tardi per recuperare quanto investito.

Pubblicità
Pubblicità

L’attività d’indagine ha consentito d’individuare in Ruja Ignatova, fondatrice della società che ha originariamente diffuso la moneta virtuale “OneCoin”, l’ideatrice e la promotrice della truffa a livello internazionale. Si tratta di una persona molto nota alle cronache giudiziarie per essere sotto indagine o aver subito condanne in diversi Paesi, europei e non. La cittadina bulgara veniva coadiuvata in Italia da tre fratelli altoatesini residenti all’estero, anch’essi ai vertici dell’organizzazione, i quali, a loro volta, si avvalevano di una moltitudine di promotori a livello nazionale e locale. Le indagini hanno portato all’individuazione di 10 di questi, di cui 9 altoatesini e 1 veneto.

La condotta criminosa consisteva nella promozione della “criptovaluta OneCoin” che avveniva promettendo guadagni straordinari, in poco tempo e facilmente. Inoltre, venivano promessi bonus aggiuntivi qualora gli aderenti all’investimento avessero reclutato ulteriori soci-investitori. Ai malcapitati veniva raccontato non solo che, al crescere del numero degli investitori, sarebbe aumentato significativamente il valore della criptovaluta sul mercato ma anche che era possibile la conversione in valuta corrente, attraverso una non meglio precisata quotazione in borsa della moneta; quotazione che non è mai avvenuta.

Gli sventurati acquirenti, una volta acquistato il “pacchetto” OneCoin, non si trovavano in mano una vera e propria criptovaluta come potrebbe essere, ad esempio, “Bitcoin” che, come noto, consente di effettuare transazioni senza scambiare dati personali e in totale anonimato nonché di acquistare beni e servizi presso negozi digitali e altre attività commerciali.

La complessa attività d’indagine si è sviluppata attraverso l’esecuzione di intercettazioni telefoniche e ambientali, numerose perquisizioni (sia in Alto Adige che in Veneto), oltre che di attività investigative svolte all’estero, in particolare in Bulgaria e in Germania, dove è stato possibile effettuare un coordinamento tra Uffici investigativi, stante l’esistenza, in quei Paesi, di analoghi procedimenti penali, le cui risultanze facevano emergere un quadro impressionante della portata della truffa a livello mondiale, quantificabile nell’ordine dialmeno 1,8 miliardi di euro.

Le indagini finanziarie condotte dalla Guardia di Finanza di Brunico presso Istituti di credito altoatesini, ha consentito di accertare che, per l’acquisto di “pacchetti OneCoin”, sono stati effettuati bonifici verso l’estero per circa 11 milioni di euro, di cui circa 5 milioni disposti da 3.700 residenti in provincia.

Già nell’anno 2019, i Finanzieri del Nucleo speciale Antitrust avevano sequestrato sette siti Internet e 93 pagine social riguardanti OneCoin, mentre nel 2017 l’Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato (AGCM) aveva sanzionato tre società del gruppo e tre professionisti per oltre 2,5 milioni di euro, ritenendo che gli stessi avessero compiuto pratiche commerciali scorrette.

Sulla storia di Onecoin e della sua fondatrice, Ruja Ignatova, è stato creato un podcast dell’emittente britannica BBC, The missing cryptoqueen, mentre negli Stati Uniti è già in corso il processo nei suoi confronti e del fratello Konstantin, arrestato dall’FBI nell’anno 2019. La Ignatova risulta tuttora ricercata a livello internazionale.

NEWSLETTER

Archivi

  • Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande
    Bonus Partite Iva Il bonus, messo a disposizione del Governo è un sussidio erogato a favore dei soggetti esercenti di titolari di partita Iva, soggetti esercenti di attività di impresa che hanno subito perdite a... The post Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022
    Il programma lotteria degli scontrini che ha accompagnato molti italiani per tutto il 2021, potrebbe subire dei cambiamenti a partire dal 2022. A differenza del cashback, la lotteria degli scontrini infatti, è stata confermata anche... The post Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • P. Iva, quando arrivano i contributi fondo perduto fino a 150 mila euro
    Dopo l’ok ufficiale da parte dell’Unione Europea, i contributi a fondo perduto per le P.Iva disposti dal Decreto Sostegni Bis vengono sbloccati e arriveranno entro l’anno. I dettagli della misura Il sostegno finanziato con 4,5... The post P. Iva, quando arrivano i contributi fondo perduto fino a 150 mila euro appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Natale, a dicembre voucher e bonus per pensionati e categorie meno abbienti
    Con l’avvicinarsi delle festività si incomincia a parlare di Bonus Natale, una misura di sostegno al reddito introdotta dalla legge finanziaria del 2001 e rifinanziata nell’ultimo decreto legge. Si tratta quindi di un voucher, erogato... The post Bonus Natale, a dicembre voucher e bonus per pensionati e categorie meno abbienti appeared first on Benessere Economico.
  • Il ritmo dell’inflazione preoccupa, aumentano anche i prezzi del carrello della spesa
    Anche nel mese di ottobre il tasso di inflazione ha continuato a salire. In particolare, per il quarto mese consecutivo l’ISTAT ha registrato una crescita più alta di quanto previsto in precedenza. L’aumento del prezzo... The post Il ritmo dell’inflazione preoccupa, aumentano anche i prezzi del carrello della spesa appeared first on Benessere Economico.
  • Cybersicurezza, forte carenza nel settore: i profili più richiesti
    L’accelerazione verso un mondo sempre più digitalizzato ha portato come conseguenza anche ad un aumento della criminalità online. Nei primi mesi del 2021 l’Italia è stata uno dei Paesi al mondo più colpito dalle minacce... The post Cybersicurezza, forte carenza nel settore: i profili più richiesti appeared first on Benessere Economico.
  • Nuova Anagrafe Online, come funziona e quali sono i documenti scaricabili gratuitamente
    Da lunedì 15 novembre è partito il progetto Anagrafe online, il servizio dedicato a tutti i cittadini italiani per ottenere in modo completamente gratuito certificati anagrafici. Come funziona Il progetto lanciato dal Ministero dell’Interno che... The post Nuova Anagrafe Online, come funziona e quali sono i documenti scaricabili gratuitamente appeared first on Benessere Economico.
  • Il sentiment dei dipendenti è tra i fattori cruciali delle strategie future di workplace  
    La nuova ricerca di NTT evidenzia una divergenza di pensiero sul futuro delle modalità lavorative tra i responsabili di business e i dipendenti La nuova ricerca di NTT evidenzia una divergenza di pensiero sul futuro... The post Il sentiment dei dipendenti è tra i fattori cruciali delle strategie future di workplace   appeared first on […]
  • Bonus e agevolazioni: quali verranno cancellati e quali saranno prorogati nel 2022
    Tra i tanti bonus attivati in questi mesi, molti vedranno la fine a partire dal prossimo 2022. Dopo l’approvazione del documento programmatico di Bilancio, il Governo dovrebbe varare la legge di bilancio 2022. Gli stanziamenti... The post Bonus e agevolazioni: quali verranno cancellati e quali saranno prorogati nel 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus montagna, fino a 40 mila euro per trasferirsi in montagna: cosa prevede il bando del Piemonte
    Per chi decide di cambiare vita e trasferirsi in montagna, il Piemonte mette sul piatto un bonus 40 mila euro. La Regione Piemonte offre un contributo economico da 10 mila a 40 mila euro per... The post Bonus montagna, fino a 40 mila euro per trasferirsi in montagna: cosa prevede il bando del Piemonte appeared […]

Categorie

di tendenza