Connect with us

Scienza e Cultura

Le alghe a candelabro in Alto Adige: dove vivono e cosa ci raccontano delle acque locali

Pubblicato

-

Condividi questo articolo

Hanno l’aspetto di un candelabro e nel 2012 sono state elette Alghe dell’anno dalla Società Botanica Tedesca: le caracee, dette anche alghe a candelabro, forniscono informazioni utili sulla qualità dell’acqua, motivo per cui sono particolarmente protette in Europa. Lo stato di questo gruppo di organismi acquatici in Alto Adige è il tema di un progetto di ricerca del Museo di Scienze Naturali.

Si sono immersi nei grandi laghi ed in quelli di medie dimensioni in Alto Adige con attrezzature per lo snorkeling, hanno pescato con bastoni e ami in acque basse ed hanno studiato tanti erbari. L’obiettivo dei tre botanici Michael Hohla (A), Thomas Gregor (D) e Thomas Wilhalm del Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige, nell’ambito di un progetto di ricerca del Museo di Scienze Naturali, era quello di registrare per la prima volta in modo sistematico la presenza in Alto Adige delle alghe a candelabro e soprattutto la diversità delle specie di questo gruppo di alghe.

Ma perché il Museo di Scienze Naturali dedica un progetto di ricerca a queste piante acquatiche? “Queste alghe svolgono oggi un ruolo importante nella tutela della natura in tutta Europa – spiega Thomas Wilhalm, conservatore di Botanica presso il Museo di Scienze Naturali – ed il motivo è la Direttiva Fauna-Flora-Habitat dell’Unione Europea per la protezione delle specie e degli habitat vegetali e animali (e la protezione delle caracee, che in essa è esplicitamente sottolineata), nonché una particolare caratteristica di queste piante: sono considerate buone piante indicatrici, cioè organismi con una bassa tolleranza ai cambiamenti delle loro condizioni di vita.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Molte specie di caracee reagiscono in modo sensibile ai cambiamenti nelle acque, come ad esempio all’eutrofizzazione, cioè quando i nutrienti nell’acqua aumentano in modo indesiderato. “Per questo motivo la ricerca su questo gruppo di alghe di una zona costituisce anche una base importante per valutare lo stato ecologico delle acque“, dice Wilhalm. 

I risultati del progetto di ricerca

Nel corso del progetto di ricerca “Le caracee dell’Alto Adige“, recentemente concluso, gli esperti hanno trovato 15 specie in Alto Adige. Sono stati analizzati i rapporti con il loro ambiente, la loro presenza in Alto Adige e la loro distribuzione in varie quote d‘altezza. Tra gli habitat più interessanti e importanti dell’Alto Adige risultano il Lago di Dobbiaco, il Lago di Braies, il Lago di Anterselva ed il Lago della Muta.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

Meno invitanti invece sono il bacino di Vernago (troppe fluttuazioni del livello dell’acqua), il Lago di Landro (troppa torbidità) ed il Lago di Caldaro (troppo turismo, troppa pesca ed agricoltura, ma con un potenziale di miglioramento). Inoltre, i ricercatori hanno riassunto le conoscenze esistenti sulle caracee in Alto Adige, in modo da poterle utilizzare come base per future misure di conservazione e incoraggiare ulteriori ricerche su questo gruppo di organismi.

L’appello del Museo di Scienze Naturali

Gli autori dello studio affermano che i risultati attuali sono da considerarsi come un importante preludio ad un’indagine continua ed esaustiva su queste alghe. “Il progetto di ricerca non rappresenta un punto fermo nell’indagine di queste specie in Alto Adige“, afferma Wilhalm. Questo gruppo di alghe reagisce rapidamente ai cambiamenti del loro habitat e lo stato delle conoscenze è lungi dall’essere esaurito. Il Museo di Scienze Naturali chiede pertanto che eventuali ritrovamenti vengano segnalati.

Una descrizione dettagliata del progetto e dei risultati (in lingua tedesca) si trova nell’ultimo numero della “Gredleriana”, la rivista zoologica e botanica del Museo di Scienze Naturali https://www.natura.museum/it/ricerca/pubblicazioni/.

NEWSLETTER

Bolzano21 minuti fa

Avanzano i lavori per la nuova sede logistica dei Servizi Ambientali SEAB. Approvato anche il bilancio

Alto Adige36 minuti fa

Svelata l’operazione “Banda Bassotti”: tre gli arrestati per furto in abitazione

Alto Adige3 ore fa

Ancora gravi gli episodi di truffa agli anziani. Denunciati in quattro. Il questore: «Attenzione!»

Merano3 ore fa

Arrestato spacciatore dopo un anno e mezzo da latitante. Aveva accoltellato un connazionale

Val Pusteria4 ore fa

Fermato per un controllo, la polizia trova un coltello a serramanico a scatto. Scatta la denuncia

Sport21 ore fa

Andrea Masiello si lega all’FC Südtirol fino al 2025

Sport23 ore fa

21 km di magia alla “Dolomites Saslong”, il trail running nel cuore delle Dolomiti

Sport1 giorno fa

A difesa dei pali rimane Sam Harvey. La comunicazione dell’HCB Alto Adige Alperia

Oltradige e Bassa Atesina1 giorno fa

Rubano due paia di scarpe e vengono inseguiti dalla commessa. Individuati dai Carabinieri di Caldaro

Bolzano1 giorno fa

Sorpreso a rubare all’Aldi tenta la fuga e aggredisce gli agenti. Arrestato, sarà espulso

Alto Adige1 giorno fa

Trasporta illegalmente 8 clandestini turchi. Trafficante di esseri umani arrestato al Brennero dalla polizia

Alto Adige1 giorno fa

Elezioni Europee, Roberto Paccher (Lega): «Occasione storica per il Trentino Alto Adige»

Hi Tech e Ricerca1 giorno fa

Documenti elettronici: facciamo il punto sulla conservazione sostitutiva obbligatoria

Economia e Finanza2 giorni fa

“Ue decisiva per il futuro dell’economia e dell’industria in Italia e in Trentino Alto Adige”

Politica2 giorni fa

L’aula del Consiglio regionale approva una mozione per il riconoscimento Istituzionale della “Bandiera Ladina”

Oltradige e Bassa Atesina1 settimana fa

Crea caos sull’autobus e poi al Pronto Soccorso, dove sferra una testata al vigilantes. Arrestato dai Carabinieri

Sport2 settimane fa

Podio alla prima stagionale per Manuela Gostner nel Ferrari Challenge Europe

Eventi1 settimana fa

Promosso a pieni voti l’inverno: Movimënt si prepara a un’estate di novità

Eventi1 settimana fa

Decimo anniversario della campagna di sensibilizzazione MutterNacht 2024. Sabato 11 maggio la giornata d’azione

Alto Adige3 settimane fa

Pronti a “pescare” le offerte dei fedeli con metro a nastro e scotch biadesivo in Chiesa: segnalati alle autorità

Bolzano4 settimane fa

Al via la seconda class action contro Volksbank. Oltre 26.000 azionisti hanno partecipato all’aumento di capitale del 2015-2016 per oltre 95 milioni di euro

Trentino1 settimana fa

La sfida lanciata dal modello cooperativo all’industria discografica. Se ne parla al Festival dell’Economia di Trento

Bressanone4 settimane fa

Eventi criminali alle tabaccherie, rimangono indispensabili prevenzione e collaborazione. I Carabinieri all’assemblea annuale della FIT

Val Pusteria4 settimane fa

Carabinieri di Dobbiaco nelle scuole della Val Pusteria per la cultura della legalità

meteo4 settimane fa

Maltempo sull’Italia, nuova ondata di freddo e neve a quote basse in provincia

Consigliati2 settimane fa

Scommesse sportive con deposito minimo basso

Bolzano4 settimane fa

Prosegue l’operazione sicurezza a Bolzano, tra fogli di via, arresti e 4 espulsioni nei controlli del fine settimana

Alto Adige3 settimane fa

Proseguono a raffica arresti, denunce e tre decreti di espulsione anche in un 25 aprile “tranquillo”

Oltradige e Bassa Atesina2 settimane fa

Crede di trovarsi di fronte ad un’occasione imperdibile, ma è tutta una truffa

Alto Adige4 settimane fa

Incendio devasta il ristorante St. Moritz in Val d’Ultimo

Archivi

Categorie

più letti