Connect with us

Mamma&Donna

Le misure non contano. Il cetriolo va bene come natura lo ha fatto

Pubblicato

-

E’ un momento di grande apprensione a causa del coronavirus e la maggior parte delle notizie riguardano ciò che stiamo vivendo. Perchè non distrarsi un po’ con notizie più leggere? Così, per passare il tempo mentre siamo costretti a restare in casa, tra una pulizia e l’altra, mentre i figli dormono o al ritorno dal lavoro.

Per esempio, sapevate che l’ordinanza numero 1677 della Commissione Europea stabiliva che un cetriolo, per essere commercializzato, doveva avere una curvatura massima di 10 millimetri su una lunghezza di 10 centimetri?

Che dire, le misure contano anche a tavola. O meglio dire, contavano. Perchè l’assurda regola riguardante la grandezza dei piselli e la curvatura dei cetrioli, è stata cancellata nel 2008.

Pubblicità
Pubblicità

È un’iniziativa esemplare per eliminare adempimenti burocratici inutili. Non abbiamo certo bisogno di legiferare su questo tipo di questioni a livello europeo: è molto meglio lasciare quest’incombenza agli operatori del mercato.

E nella congiuntura attuale, caratterizzata da prezzi elevati dei prodotti alimentari e da difficoltà economiche generalizzate, è opportuno permettere ai consumatori di scegliere fra la più vasta gamma possibile di prodotti. È assurdo buttar via prodotti perfettamente commestibili semplicemente perché non hanno una forma perfetta» ha dichiarato Mariann Fischer Boel, Commissario all’agricoltura e allo sviluppo rurale.

Ma, se cetrioli e piselli l’hanno scampata e possono restare come natura li ha fatti, i limiti sono rimasti invariati per mele, peperoni, pomodori e altri prodotti che rappresentano  il 75% del valore degli scambi nell’Unione Europea.

Pubblicità
Pubblicità

Anche se è stata riconosciuta agli Stati membri la facoltà di autorizzare la vendita di pezzature al di sotto degli standard, purché sull’etichetta sia apposta la dicitura prodotto destinato alla trasformazione.

Limiti stabiliti dal Regolamento 543 del 2011

“Il calibro è determinato dal diametro massimo della sezione equatoriale all’asse del frutto, in funzione del peso oppure del numero di frutti”, si legge nel Regolamento.

Le mele di categoria “extra” devono avere 3/4 della superficie totale di colorazione rossa per le mele del gruppo di colorazione A, 1/2 per le B e 1/3 per le C. Dimensioni: minimo 60 mm di diametro o 90 di peso. E non dimentichiamoci della “variabilità”: basta una macchia sulla buccia e quella mela non è più una mela “extra”.

Pubblicità
Pubblicità

Ad esempio, limoni e mandarini, 45 mm di diametro,  clementine 35 mm, arance 53 mm, pesche e pesche noci 56 mm, pere 60 mm, fragole 25 mm, uva da tavola 75 g a grappolo.

Molte normative hanno come obiettivo la tutela dei consumatori  ma buttare in discarica tonnellate di cibo perfettamente commestibile solo perchè presenta qualche difetto, è  una cosa senza senso, per non parlare dell’etichettatura, destinata a produrre sempre più imballaggi da smaltire.

Possiamo quindi dire che le misure sono importanti, ma è la qualità quella che conta, no?

NEWSLETTER

Alto Adige7 giorni fa

Indennità per i pendolari, in corso la revisione del sistema

Bolzano4 settimane fa

Pensionato le da un passaggio e lei lo rapina: 29enne bolzanina denunciata a Bolzano

Sport4 settimane fa

Foxes all’ultimo match casalingo del 2021: al Palaonda arriva l’Innsbruck

Alto Adige4 settimane fa

Bolzano, i problemi cardiaci gli impediscono di lavorare. Crowdfunding per Giancarlo

Economia e Finanza4 settimane fa

Tatuaggi e trucco permanente, rivoluzione da gennaio. Bonaldi: “No agli abusivi anche in Alto Adige”

Politica2 settimane fa

Il comandante degli Alpini da Kompatscher: Protezione civile e Covid

Società4 settimane fa

Messa di Natale, Muser: “Un Natale per ritrovare il senso di comunità”

Alto Adige3 settimane fa

Incidente con due macchine coinvolte in Valle Isarco: intervengono i vigili del fuoco

Società4 settimane fa

Centro ASDI, Cirimbelli lascia la direzione dopo 36 anni

Sport4 settimane fa

Il Val Pusteria espugna il Palaonda in rimonta: Foxes battuti 3 a 2

Bolzano3 settimane fa

Minaccia i passanti con forbici e martello: straniero bloccato in centro a Bolzano

Bolzano4 settimane fa

Daniela Mengoni è la nuova vicaria del Questore di Bolzano

Alto Adige4 settimane fa

Val Badia: auto cade in un fossato. Vigili del fuoco in intervento

Alto Adige3 settimane fa

Coronavirus: oggi 3 gennaio 39 casi positivi da PCR e 404 test antigenici, un decesso

Alto Adige2 settimane fa

Labers: cede il freno a mano e la macchina precipita. Salvo il cagnolino rimasto intrappolato all’interno

Unico&Bello

La miniera di diamanti aperta al pubblico: l’incredibile esperienza di scavare e tentare la fortuna

Un’esperienza indimenticabile, ricca e fruttuosa: sono le caratteristiche principali della “Creater of Diamonds”, l’unica miniera di diamanti al mondo aperta al pubblico. Si tratta di un…

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura…

L’Altopiano Tibetano e Nepal in due splendide mostre fotografiche virtuali

L’Altopiano Tibetano noto per alcuni dei pascoli più grandi al mondo, non consente lo sviluppo di una vera e propria attività agricola. Anche per questo le…

Il 2022 ribattezzato “l’anno dei weekend lunghi”: quali giorni approfittare per una gita fuori porta

Per gli amanti dei viaggi e delle gite fuori porta, il 2022 è stato ribattezzato come “ l’anno dei weekend lunghi”. Infatti, nei prossimi 12 mesi…

Alpe Cimbra: il drago nato da Vaia è già un #must da vedere

La Tempesta Vaia che ha colpito il nord Italia e l’arco alpino alla fine del 2018 ha lasciato senza ombra di dubbio enormi cicatrici su tutto…

Archivi

Categorie

Benessere Economico

RSS Error: A feed could not be found at `https://www.benessereconomico.it/feed`; the status code is `200` and content-type is `text/html`

di tendenza