Connect with us

Mamma&Donna

Mio figlio morde! Come farlo smettere?

Pubblicato

-

Di punto in bianco le maestre ci avvisano che nostro figlio ha iniziato a mordere i compagni. Un modo di fare frequente che utilizzano alcuni bambini per esprimere ciò che li sta opprimendo in quel momento.

Infatti, scalciare, picchiare, colpire, mordere sono modalità naturali che il bambino usa per esprimere le emozioni del momento, come ad esempio, l’aggressività.

Perchè morde?
Partiamo dal presupposto che la fase orale è la prima tappa dello sviluppo psicologico infantile.
Durante l’allattamento il neonato usa la bocca per nutrirsi poi, per scoprire il mondo assaggiando tutto ciò che trova sul suo cammino.

Pubblicità
Pubblicità

Tra il terzo e l’ottavo mese iniziano ad uscire i denti da latte che provocano un fastidio alle gengive, spingendo il bambino a stringerle sugli oggetti per alleviare il dolore.

Proprio durante questa fase può capitare che il piccolo inizi a dare morsetti a mamma e papà. Importante non farsi vedere troppo divertiti da questi “morsetti da coccola” per evitare che il bambino si senta incoraggiato dai genitori.

Dopo i 2-3 anni mordere diventa un modo per esprimere deliberatamente le proprie emozioni come la rabbia e può capitare che lo utilizzi per intimidire i coetanei.

Questo capita sopratutto alla scuola materna, dove il bambino ha  contatto diretto con altri suoi simili e quindi, più occasioni di scontro.

Ma cosa è giusto fare e cosa non lo è?

COSA NON FARE:

  • Sgridare il bambino usando un tono severo non serve a molto in quanto non possiamo sapere quello che passa per la sua testa mentre si sta relazionando  all’altro. Meglio assumere un atteggiamento critico nei confronti del gesto spiegando che è una cosa che non si deve fare;
  • Capita che alcuni genitori restituiscano il morso al bambino per fargli provare il dolore che provoca agli altri. Attenzione! Potrebbe vederlo come un gioco che anche mamma e papà fanno;
  • Le cosciotte cicciose ci fanno venire il desiderio di mordicchiare il nostro bambino ma questi “morsetti d’amore” possono diventare una modalità di relazione che il bambino può apprendere e poi utilizzare nei confronti di altre persone;
  • Mettere in castigo un bambino perché ha dato un morso non è un castigo di grande effetto se lo si fa in prima e seconda infanzia. Non vi è la possibilità di capire ma suscita esclusivamente sensi di colpa che sarebbe bene evitare.

COSA FARE:

  • Assicurarsi che i messaggi dati che arrivano al bambino siano il più possibile coerenti ed uguali fra gli adulti che lo circondano;
  • Interrompere il morso con un netto “no”: eventualmente porre dolcemente una mano davanti alla bocca.
    Il bambino percepisce molto di più il come diciamo le cose piuttosto che il che cosa diciamo;
  • Intervenire, ma solo se si vede che la cosa crea difficoltà al bambino, senza lasciare agire l’ansia preventiva;
  • Proporre giochi “mordicchiosi” piuttosto che negargli questo suo modo di scoprire e conoscere le cose;
  • Con i bambini un po’ più grandi, dall’anno in poi, si può iniziare a stabilire delle regole spiegando che mordere fa male agli altri e che le maestre non usano i morsi per comunicare!

Preoccupazione solo se…

Come abbiamo scritto, mordere è un’attività fisiologica del bambino, ma ci sono alcuni casi in cui il bambino esprime un forte disagio che va tenuto in considerazione.

Se dopo l’anno di età morde frequentemente e senza motivo, può esserci qualcosa che non va.

Il morso diventa quindi un campanello di allarme usato come segnale di un disagio: si sente messo da parte perchè sta nascendo o è nato un fratellino? Ci sono cambiamenti in arrivo a casa? Un trasloco? Un divorzio?

Il morso potrebbe anche essere dettato da un comportamento genitoriale eccessivamente rigido, eccessivamente autoritario!

L’importante è osservare il bambino a 360° e capire se c’è il bisogno di qualche attenzione speciale.

Ovviamente è assolutamente necessario il confronto con i genitori ed eventualmente rivolgersi a una figura di supporto.

Il contenuto è puramente a carattere informativo.
Non sostituisce in nessun modo il parere del medico e degli esperti. 

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori
    Dal Governo si lavora a nuove regole per lo smart working post emergenza covid-19, tra queste la riduzione delle tasse in busta paga e sgravi per le imprese. Da luglio, Camera e Senato hanno presentato... The post Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori appeared first on Benessere […]
  • Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse
    Una delle novità anticipata dall’ex Ministro dell’università, Manfredi e concretizzata dall’attuale Cristina messa prevede ad allargare la no tax area per gli studenti universitari, comprendo i costi fino alla fascia reddituale di 22 mila euro.... The post Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse appeared […]
  • Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli
    Dall’Unione Europa arriva il via libera agli aiuti di Stato per le imprese italiane colpite economicamente dalla pandemia Covid-19. I gravi effetti economici causati dall’arrivo del Coronavirus stanno avendo ancora pesanti ripercussioni per le attività... The post Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli e le novità
    Anche quest’anno torna il bonus pubblicità per le aziende puntano su investimenti pubblicitari, con l’invio delle domande che partirà dal 1 fino al 31 ottobre 2021. Bonus pubblicità 2021 Per il 2021 -2022, il credito... The post Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli […]
  • Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri
    Da novembre 2021 i costi di revisione delle auto aumenteranno. Decisione concordata dai Ministeri dell’Economia e della Mobilità Sostenibile. Dal 1 novembre aumenti prezzi revisione auto L’aumento che inizialmente sarebbe dovuto partire il 30 gennaio,... The post Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri appeared first on Benessere Economico.
  • Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro
    Il Ministro dello Sviluppo economico, Giorgetti ha attivato un fondo pari a 140 milioni di euro a sostegno delle attività rimaste chiuse in conseguenza delle misure restrittive anti-Covid. In dettaglio Il fondo avvivato dal Ministero... The post Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus idrico, fino a 1000 euro per interventi ed efficientamento idrico della casa
    Tra i bonus introdotti nella legge di bilancio e ancora da attivare, trova spazio il Bonus Idrico, altrimenti noto come Bonus rubinetti o bonus bagno che punterebbe a favorire il risparmio di risorse idriche. Fino... The post Bonus idrico, fino a 1000 euro per interventi ed efficientamento idrico della casa appeared first on Benessere Economico.
  • Finanziamenti imprese in difficoltà, dal 20 settembre il via alla presentazione delle domande: come funziona
    Da qualche giorno, il Ministero dello Sviluppo economico, ha pubblicato il decreto contenente le modalità ed i termini per accedere al Fondo da 400 milioni destinato alle grandi imprese in momentanea difficoltà. Fondo imprese in... The post Finanziamenti imprese in difficoltà, dal 20 settembre il via alla presentazione delle domande: come funziona appeared first on […]
  • Smart working, i bonus fino a 1000 euro per lavorare da casa
    Con l’arrivo del covid lo smart working dopo con prepotenza nella vita di molti lavoratori ed aziende è diventato tanto importante da realizzare un bonus di 1.00 euro per chi lavora da casa. Proroga bonus... The post Smart working, i bonus fino a 1000 euro per lavorare da casa appeared first on Benessere Economico.
  • Data driven company, cos’è e i benefici di una gestione aziendale basata solo sui dati
    Da un’azienda digitale, a una tradizionale fino ad un’attività manifatturiera: ormai ogni tipologia di business affonda le proprie radici su dati che mettono in relazione diversi processi aziendali. Il valore dei dati all’interno di un... The post Data driven company, cos’è e i benefici di una gestione aziendale basata solo sui dati appeared first on […]

Categorie

di tendenza