Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Società

Puree di frutta in confezione: impigriscono i lattanti e i più piccoli

Pubblicato

-

La “frutta da spremere”, vale a dire la purea di frutta in confezioni di plastica da spremere, è esteticamente accattivante e, grazie al beccuccio e al tappo di chiusura a vite, ideale da consumare quando si è per strada. Non c’è da meravigliarsi che l’acquistino volentieri soprattutto genitori di lattanti e piccini.

Questi prodotti non sono però adatti come alimento supplementare dei lattanti, come segnalato dalla Deutsche Gesellschaft für Kinder- und Jugendmedizin (Società tedesca di pediatria).

Per i lattanti in fase di svezzamento sarebbe, infatti, più importante imparare a mangiare da un cucchiaio e consumare anche alimenti a pezzetti. Se i bimbi assumono gli alimenti supplementari attraverso confezioni da spremere, imparano poi tardi a mangiare dal cucchiaio e anche a masticare e allenano troppo poco la muscolatura della bocca: queste alcune delle perplessità espresse dai medici.

Molto spesso queste puree di frutta sono molto dolci e contengono in proporzione troppi zuccheri, fino all’89 per cento dell’energia contenuta – osserva Silke Raffeiner, nutrizionista del Centro Tutela Consumatori Utenti. – . L’abitudine troppo precoce a sapori molto dolci incide sulle preferenze di gusto nelle fasi successive della vita”.

Se consumate regolarmente, queste puree di frutta in confezione da spremere aumentano il rischio di carie, poiché oltre agli zuccheri contengono anche acidi della frutta. Particolarmente problematico è il fatto che vengono succhiate, per cui la purea resta più a lungo a contatto con la superficie dei denti.

Nello svezzamento o nella fase di alimentazione complementare si dovrebbero proporre ai bambini  alimenti differenti, anche di consistenza diversa, sia col cucchiaio che da mangiare con le mani.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Paragonate a questa frutta in confezione da spremere, le puree di frutta fatte in casa presentano molti vantaggi: la frutta fresca può essere acquistata senza imballaggio e a un prezzo inferiore, eliminando così la necessità di smaltire un sacco di rifiuti.

I piccoli si esercitano a mangiare dal cucchiaio o da soli, vedono cosa mangiano e imparano a riconoscere il cibo.

Per un pasto equilibrato in fase di svezzamento si consiglia di abbinare la frutta ai cereali facendone una pappa.

NEWSLETTER

Alto Adige4 settimane fa

Partirà una class action contro la Volksbank (Banca Popolare dell’Alto Adige)

Bolzano4 settimane fa

Muore a 42 anni Chiara Cantaloni, ricercatrice senior all’Eurac di Bolzano

Politica5 giorni fa

La moneta regionale dell’Alto Adige è sempre più vicina

Bressanone4 settimane fa

Bressanone: corteo storico per l’Epifania

Alto Adige4 settimane fa

Pedone investito da scooter in via Palermo, Repetto: «Giunta litiga invece di trovare soluzioni»

Alto Adige3 settimane fa

Valanga in Val Gardena, gravissimo un carabiniere

Alto Adige4 settimane fa

Resoconto attività 2022 della Polizia Postale e delle Comunicazioni e dei Centri Operativi Sicurezza Cibernetica

Merano3 settimane fa

Nuova raccolta dell’umido, falsa partenza, Zampieri (FdI): sulla gestione rifiuti Comune imbarazzante

Sport4 settimane fa

Jannik Sinner: la straordinaria carriera del campione bolzanino

Bolzano3 settimane fa

Sono ancora gravissime le condizioni di Giovanni Andriano, il 49 enne travolto ieri da una valanga il Val Gardena

Laives3 settimane fa

Laives, auto ibrida prende fuoco mentre è in carica: i vigili del fuoco evitano il peggio

Alto Adige4 settimane fa

Termeno, crolla un pezzo dell’autolavaggio sulla macchina: intervengono i vigili del fuoco

Alto Adige5 giorni fa

Valanga sul Monte Elmo: perde la vita Hans Happacher

Politica2 settimane fa

Parcheggio Cimitero sud a Oltrisarco, approvata la proposta di privatizzazione dell’area sosta camper

Bolzano4 settimane fa

Dal 4 gennaio 2023 SEAB raccoglie gli alberi di Natale

Archivi

Categorie

di tendenza