Connect with us

Alto Adige

Amicizie sui social: nuova truffa ai danni delle donne

Pubblicato

-

La Sezione Polizia Postale di Bolzano avvisa che ultimamente sono giunte alcune segnalazioni da parte di utenti di social network, che comunicano di essere vittime di una tipologia di truffa da parte di soggetti conosciuti in Rete.

Le vittime, in questi casi, sono prevalentemente donne che ricevono proposte di amicizia – su social network – da parte di uomini che si spacciano per Funzionari appartenenti a prestigiose Organizzazioni Internazionali, Forze Armate di altri Paesi o comunque dicono di svolgere professioni socialmente apprezzabili.

Una volta ottenuta l’amicizia delle loro vittime con un’abile attività di “manipolazione psicologica”, riescono a farsi inviare dei soldi.

Ad esempio, dicono di trovarsi in difficoltà e di dover ricorrere a cure mediche per far fonte alle quali non hanno, in quel momento, il necessario denaro.

La polizia postale rende noto che si sono anche registrati dei casi in cui i truffatori hanno fatto credere alle loro vittime che, di lì a breve, le avrebbero raggiunte in Italia ove avrebbero potuto avere un futuro quale coppia.

Vi sono già state alcune vittime, anche nella nostra Provincia, di tali tipi di truffa che hanno subito anche danni per alcune migliaia di Euro.

In questo caso il consiglio che si può fornire, in generale a tutti gli utenti dei social, è quello di accordare l’amicizia solo alle persone che si conoscono già dalla vita reale e non viceversa. In tal modo, la possibilità di rimanere vittime di situazioni spiacevoli, sarà sicuramente più contenuta.

I cittadini , per maggiori informazioni o per aiuto in caso fossero rimasti vittime di tale tipologia di truffa, possono contattare la Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni di Bolzano al 0471 531413.

Pubblicità
Pubblicità

Laives

Nel sito del Comune di Laives una nuova sezione dedicata alla Protezione civile

Pubblicato

-

Il sito del Comune di Laives è stato arricchito con una nuova sezione dedicata alla Protezione civile e al piano di protezione civile comunale (PPCC).

In questa sezione si trovano tutte le informazioni sul piano di protezione civile comunale, sul ruolo del sindaco, sulle funzioni del Centro operativo comunale (COC).

Vengono inoltre illustrati la struttura del piano di protezione civile, i livelli di criticità del sistema di protezione civile in provincia di Bolzano, le strutture e le aree di emergenza.

La pagina contiene infine la spiegazione dei sistemi di informazione della popolazione in caso di emergenza, dai diversi suoni delle sirene di allarme all’elenco delle stazioni radio e tv che forniscono le indicazioni su come comportarsi.

La pagina può essere raggiunta sia dalla sezione “Servizi A-Z”, sia dal menu dedicato “Homepage>Servizi al cittadino>Attualità>Protezione civile e piano di protezione civile comunale (PPCC)”.

L’invito da parte del Comune è di consultare questa nuova sezione per sapere come comportarsi in caso di emergenza.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Alto Adige

Incidente mortale sul lavoro a Prato Isarco: muore operaio

Pubblicato

-

Grave incidente sul lavoro oggi pomeriggio (18 febbraio) verso le 17 sulle piste da sci di Prato Isarco/Steg, dove un addetto alla sicurezza ha perso la vita.

Secondo le prime informazioni l’uomo, impegnato in lavori di protezione dei pendii, sarebbe caduto rimanendo poi impigliato nell’ancoraggio di una rete di sicurezza paramassi.

L’operaio è morto sul colpo.

Sul posto i vigili del fuoco di Chiusa e Campodazzo e i carabinieri di Cardano.

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Alto Adige

Aumentano in Alto Adige gli stranieri che acquistano seconde case esclusive

Pubblicato

-

E’ in aumento in Alto Adige il numero degli stranieri che decidono di acquistare una seconda casa.

Si tratta soprattutto di tedeschi che nonostante i prezzi alti optano per abitazioni esclusive.

I dati arrivano dallo studio Engel & Volkers.

Tra le zone più gettonate di sono Brunico, dove il valore degli appartamenti di proprietà arriva fino a 9.000 euro al metro quadro, Ortisei dove possono arrivare anche fino a 11.000 euro. Per gli immobili indipendenti si può arrivare fino a 3,5 milioni di euro.

Altre aree popolari sono Badia, Sesto Pusteria e San Candido, scelte soprattutto da chi ha famiglie con bambini.

A Merano e dintorni, il 60% degli acquirenti è soprattutto di nazionalità tedesca, austriaca e svizzera e il prezzo al metro quadro arriva fino a 4.700 euro.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Archivi

Categorie

di tendenza