Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Politica

Corso Libertà allagato, Bonazza: “Insensate le modifiche al manto stradale. Ve lo avevamo detto”

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità

Nella serata di ieri (30 luglio) poco dopo le 21 un forte temporale si è abbattuto su Bolzano causando diversi disagi. Il maltempo ha infatti provocato allagamenti, divelto coperture e portato alla caduta di elementi dagli edifici. Il forte vento ha inoltre causato la rottura di parecchi rami che cadendo hanno bloccato diverse strade (Bomba d’acqua e grandine su Bolzano: allagamenti dal centro alla zona industriale).

Particolarmente colpita è risultata la zona compresa tra via Resia e via Palermo, area dove si è verificato anche un breve black out causato da un fulmine. Completamente allagata anche l’area dei portici di Corso della Libertà, dove alcuni passanti si sono ritrovati a dover camminare senza le scarpe per attraversare la via.

Una questione già ampiamente dibattuta in consiglio comunale quella del progetto che ha visto la modifica dell’assetto urbano in quella zona da parte della giunta Caramaschi. Sulla questione interviene anche Andrea Bonazza, che più volte in sede di consiglio si è battuto per la non realizzazione di un piano che in caso di maltempo sarebbe stato foriero di danni e disagi per i cittadini.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Denuncia il consigliere della tartaruga frecciata tramite il suo blog andreabonazza.info: “Ciò che avevo largamente annunciato ben 2 anni fa, con il primo temporale di questa sera (ieri per chi legge ndr) si è inevitabilmente avverato allagando i portici di corso della Libertà.

Ricordo molto bene quando, criticando il nuovo progetto, in commissione Lavori Pubblici ripresi l’assessore Lorenzini dei Verdi, il vicesindaco Walcher della SVP e i tecnici comunali per l’enorme caxxata di eliminare i marciapiedi dal corso, livellando il manto stradale con i portici.

Ricordai ai tecnici che tale strada, in discesa da piazza della Vittoria a piazza Mazzini, venne fatta negli anni venti con metodo romano chiamato “a dorso di mulo”, ovvero con la parte centrale della strada più alta rispetto ai lati, in modo da scaricare l’acqua nelle canalette e nella rete fognaria. La stessa utilità di un tetto con la grondaia.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

Invitai quindi i tecnici a mantenere il marciapiede, ad aumentare i tombini e a creare granitici canali di scolo, calcolando anche la depressione stradale all’altezza dell’incrocio con via Virgilio e via Longon, dove ad ogni bomba d’acqua si crea una gigantesca pozzanghera d’acqua piovana.

Misi in guardia la giunta sulla portata dei rischi che delle piogge sostenute avrebbero portato per i locali commerciali della via e per le cantine delle abitazioni, quest’ultime così profonde da essere utilizzate come rifugi dai bombardamenti angloamericani nella seconda guerra mondiale.

Mi è testimone il verbale e il presidente della commissione Lavori Pubblici Alberto Sigismondi. Dall’alto delle loro cattedre d’oro non mi ascoltarono e continuarono a glorificare un costoso progetto che “fa acqua da tutte le parti”. Adesso ne pagheranno le conseguenze.

Invito ufficialmente commercianti e residenti a sporgere denuncia contro il Comune di Bolzano e la sua giunta!“.

NEWSLETTER

Alto Adige2 ore fa

Al Brennero, Marco Galateo lancia un appello per la difesa della sovranità alimentare

Alto Adige7 ore fa

Carabinieri intervengono su un treno regionale Bolzano-Merano per un passeggero senza biglietto

Alto Adige7 ore fa

Carabinieri di Vipiteno sventano un tentativo di suicidio

Alto Adige11 ore fa

Contro il “fake Italy” alimentare: secondo giorno di presidio al Brennero

Alto Adige11 ore fa

Carabinieri sciatori migliorano la sicurezza sulle piste del Passo Oclini

Bolzano11 ore fa

Polizia arresta ladro di biciclette che minaccia persona disabile e danneggia auto: espulso

Consigliati12 ore fa

Un evento da non perdere per celebrare il legame tra il Trentino Alto Adige e la meravigliosa isola di Lussino

Merano23 ore fa

Turista perde la vita dopo una caduta nel sentiero delle rocce di Velloi

Val Pusteria1 giorno fa

Carabinieri di Brunico in azione contro droga e guida in stato di ebbrezza

Trentino1 giorno fa

Arrestato finto carabiniere dopo truffa da 30.000 euro a donna anziana

Alto Adige1 giorno fa

L’orso M75 si è svegliato sulle Alpi Sarentine, sue tracce nel comune di Barbiano

Trentino1 giorno fa

Sciopero nel settore privato in Trentino, quattro ore di mobilitazione l’11 aprile

Alto Adige1 giorno fa

Coldiretti rilancia la battaglia per la trasparenza dell’origine dei prodotti alimentari

Bolzano1 giorno fa

Cittadino ghanese ferma il rapinatore di una donna anziana e lo consegna alla polizia

Alto Adige1 giorno fa

La stagione dei Carabinieri sciatori di Bolzano si chiude con un bilancio di 700 interventi

Archivi

Categorie

più letti