Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Benessere e Salute

Inganno e manipolazione: molto più di un “brutto vizio”?

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità


L’affermazione della propria identità e volontà costituisce uno degli obiettivi propri di ogni essere umano e si concretizza soprattutto attraverso azioni intraprese nella rete sociale in cui questi vive.

Grazie ai canali comunicativi verbali e non verbali, ognuno di noi può – e anzi deve – agire sull’ambiente circostante per adattarlo ai propri bisogni e scopi, derivandone così una sensazione di controllo e appagamento.

È un incontro essenziale che, d’altra parte, implica un inevitabile “scontro” con molteplici altri soggetti, ognuno a sua volta portatore di proprie convinzioni, ambizioni e aspettative. Semplificando si potrà quindi dire che, almeno in parte, ogni essere umano sarà istintivamente teso a condizionare chi lo circonda al fine solitamente di tutelare i propri interessi.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Ma in quali modalità può avvenire tale influenzamento e che ricadute può avere per il benessere psicofisico dei soggetti coinvolti?

Dalla seconda metà del ‘900 gli psicologi clinici hanno sviluppato il concetto di assertività per indicare le caratteristica di personalità e le abilità comportamentali riferite alla capacità di riconoscere le proprie esigenze e i propri obiettivi, riuscendo a manifestarli e perseguirli con vigore ma nel pieno rispetto del contesto sociale e della libertà altrui.

Un costrutto ben diverso è invece quello della manipolazione psicologica. Esso identifica quel tipo di influenza emotiva e sociale volta a plasmare e cambiare la personalità, il comportamento e/o le percezioni degli altri, indipendentemente dalle loro volontà, attraverso espedienti subdoli e ingannevoli.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

In tali frangenti si evidenzia con il tempo il costituirsi di una relazione interpersonale squilibrata, orchestrata da un autore di raggiri, soprattutto psichici, che trasformano l’altra persona in una vittima, più o meno consapevole, lesa nella sua integrità e strumentalizzata unicamente a favore degli scopi del manipolatore.

Contrariamente al soggetto assertivo, il manipolatore pensa ed agisce in modo egoista, senza considerare il punto di vista altrui; è incurante dei confini fisici, psicologici ed emotivi degli altri; rinnega le conseguenze delle proprie condotte, deresponsabilizzandosi e colpevolizzando il mondo esterno.

Attraverso minacce e critiche, suggestioni e indottrinamenti, sabotaggi e intromissioni, l’individuo che manipola costruisce una comunicazione verbale ambigua e incoerente tesa soprattutto a controllare l’Altro, facendo leva su suoi possibili sentimenti di colpa ed ignoranza e/o inducendolo a indebite scuse e giustificazioni.

Il manipolatore, pur potendo risultare all’apparenza rispettabile, premuroso e sensibile, tende infatti a distorcere la verità, mettendo in atto quelle dinamiche di triangolazione fatte di intrighi e sotterfugi che vanno a colpire specifiche vulnerabilità psicologiche dei soggetti che sta bersagliando quali ad esempio il senso di autostima, la fiducia nella propria percezione della realtà, l’impressionabilità, il bisogno di approvazione e di riconoscimento in generale.

Ma quali possono essere le conseguenze di tale manipolatorio “trattamento”?

Inevitabilmente, essere soggiogati da perduranti meccanismi manipolatori estenua, strema e svilisce il manipolato, fino al possibile sviluppo di sintomi ansiosi, depressivi e somatici.

Crisi di pianto, disturbi del sonno, modificazioni dell’appetito, senso di perdurante insicurezza, bisogno esagerato di dipendenza, sensazione di compromissione della propria integrità e autonomia, confusione, difficoltà nel prendere decisioni e insoddisfazione per la propria vita possono essere altri importanti campanelli d’allarme che dovrebbero far riflettere circa le situazioni che si stanno vivendo.

Tuttavia va altresì riconosciuto che sottili forme manipolative sono potenzialmente onnipresenti nelle disparate dimensioni vitali dell’individuo, da quella più intima e familiare (parenti, amici) a quella più allargata e sociale (educazione, pubblicità, politica).
Esse conservano il loro valore di fisiologica normalità fin tanto che non sono motivate dal bisogno di sopraffazione altrui o dal desiderio di indurre l’Altro a tollerare o agire comportamenti non voluti e/o offensivi per sé stesso.

Qualora così non fosse, la manipolazione psicologica assume una chiara sfumatura patologica, ponendosi come la modalità relazionale tipica e/o prevalente del soggetto che la mette in atto.

Applicata indiscriminatamente e spinta da volontà maligne e dal desiderio di sottomettere per affermare il proprio sé, questa tendenza rappresenta un’inclinazione dal chiaro significato patologico, potendo arrivare ad integrare uno tratti necessari per porre diagnosi di disturbo di personalità antisociale e/o narcisistico.

 

Il contributo per La voce di Bolzano è del Dr Michele Piccolin, psicologo, perfezionato in psicologia e neuropsicologia forense, con la collaborazione della Dr.ssa Paolina Rosani.

NEWSLETTER

Laives1 ora fa

Le critiche del Centro Sinistra di Laives su Serra didattica a Pineta e pulizia dell’abitato

Alto Adige1 ora fa

Incendio in una autorimessa a Flaines, intervento tempestivo dei vigili del fuoco

Bolzano4 ore fa

Bar e ristoranti: “Personale quasi introvabile per i locali di Bolzano”. La riunione del direttivo Confesercenti

Laives5 ore fa

Laives, dalla prossima settimana via alle nuove asfaltature

Val Pusteria8 ore fa

A Brunico, controlli straordinari del territorio e prevenzione generale

Alto Adige9 ore fa

Aggressioni e minacce tra motociclisti: retata della Polizia

Bressanone9 ore fa

Risse e aggressioni, Polizia e Carabinieri chiudono nuovamente il bar SOLE a Bressanone

Economia e Finanza10 ore fa

Rovereto: 150 assunzioni e 1,3 milioni di risorse per contrastare la disoccupazione

Trentino10 ore fa

Nasce la «Montagnaterapia»: firmato l’accordo tra SAT e APSS

Benessere e Salute10 ore fa

Bonus psicologo: richieste in scadenza al 31 maggio 2024

Alto Adige12 ore fa

Incendio devasta il ristorante St. Moritz in Val d’Ultimo

Consigliati14 ore fa

Regolamenti e certificazioni nazionali per la sicurezza del gioco online: ecco quali operano

Val Pusteria1 giorno fa

Carabinieri di Dobbiaco nelle scuole della Val Pusteria per la cultura della legalità

Bressanone1 giorno fa

Eventi criminali alle tabaccherie, rimangono indispensabili prevenzione e collaborazione. I Carabinieri all’assemblea annuale della FIT

Alto Adige1 giorno fa

Il Centro Carabinieri Addestramento Alpino di Selva di Val Gardena, ha un nuovo comandante

Alto Adige3 settimane fa

Hotel altoatesini bersaglio di truffe seriali, denunciato un 46enne napoletano

Alto Adige3 settimane fa

Carabinieri di Bolzano lanciano una campagna di sensibilizzazione contro le truffe agli anziani

Bolzano3 settimane fa

Scoperto mezzo chilo di hashish nascosto in una siepe a Bolzano

Bolzano3 settimane fa

Rissa al Druso: quattro daspo emessi dal questore

Salute3 settimane fa

Servizio Sanitario Nazionale, per l’89% degli italiani è sacro

Politica3 settimane fa

Tensione in giunta sulla commissione pari opportunità: critiche da Galateo di Fratelli d’Italia

Alto Adige3 settimane fa

Automobilista ferito gravemente dopo un impatto con un camion in valle Aurina

Politica4 settimane fa

Presidente Kompatscher assegna le deleghe della giunta regionale

Politica4 settimane fa

La commissione di convalida del consiglio provinciale posticipa la decisione sulla posizione di Renate Holzeisen

Val Pusteria3 settimane fa

Operazione di controllo a Brunico e Bressanone: irregolarità in bar e sanzioni del Questore

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Girava tra le case con arnesi da scasso a Montagna: denunciato

Alto Adige3 settimane fa

Incidente sulla MeBo: camper in fiamme sulla corsia sud

Italia ed estero3 settimane fa

Ungheria: Ilaria Salis in tribunale ancora con manette e catene

Bolzano4 settimane fa

Fermati in centro città con una tronchese, rubano olio per comprarsi la cocaina, denunciati due pregiudicati stranieri

Alto Adige3 settimane fa

Polizia intensifica i controlli su alcol e droga tra i conducenti in Alto Adige

Archivi

Categorie

più letti