Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Politica

Le aziende farmaceutiche rifiutano le traduzioni in tedesco: la protesta di Sued-Tiroler Freiheit

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità

 “Sued-Tiroler Freiheit chiede da anni una maggiore comprensione dei foglietti illustrativi in lingua tedesca per i medicinali. Cinque anni fa, ad esempio, era stata approvata dal Consiglio Provinciale una proposta di risoluzione per poter almeno accedere ai volantini dei farmaci su un sito Web o con un’app in tedesco.

In risposta all’attuale mozione inoltrata al Consiglio Provinciale dal Partito sullo stato di attuazione, il Consigliere Regionale Thomas Widmann ha confermato che l’azienda di distribuzione di farmaci “Unifarm” ha sviluppato l’app corrispondente. Tuttavia, non è stato possibile completarne l’introduzione“.

Questa la protesta del partito indipendentista sudtirolese che sottolinea: “Le aziende farmaceutiche ‘Farmindustria’ e ‘Assgenerici’, proprietarie e responsabili delle informazioni nei singoli foglietti illustrativi, si rifiutano di rilasciare i foglietti per un’app con traduzioni in tedesco.

“Per poter utilizzare l’app servirebbe il consenso e l’approvazione di tutte e non solo delle singole aziende farmaceutiche, ha scritto il Consigliere Regionale Widmann in risposta all’interrogazione presentata da Sven Knoll e Myriam Atz Tammerle.

Per Süd-Tiroler Freiheit è “scandaloso il rifiuto delle case farmaceutiche di mettere a disposizione i foglietti illustrativi in tedesco tramite app perché questo comportamento viola il diritto dei Sudtirolesi a esprimersi nella loro lingua madre tedesca. Inoltre, l’approccio delle multinazionali è incomprensibile, considerato che gli stessi medicinali circolano già in Germania, Austria, Svizzera ecc. in lingua tedesca“, critica Werner Thaler dalla Direzione del Movimento.

E ancora “la Süd-Tiroler Freiheit si aspetta un‘azione decisa dal Consiglio Provinciale affinché i foglietti illustrativi bilingui per tutti i medicinali disponibili in farmacia, ma anche online tramite app e Internet, diventino finalmente realtà. Non dovrebbe succedere che i cittadini debbano chiedere l’elemosina per avere un foglietto illustrativo in tedesco in farmacia, mentre le grandi aziende raccolgono ingenti somme di denaro“, sottolinea Thaler in conclusione.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Bolzano1 settimana fa

Fisioterapista aggredita a Bolzano con una coltellata alla gola

Italia ed estero2 settimane fa

Orrore per una tragedia familiare: uomo uccide moglie e due figli

Trentino3 settimane fa

Frana SS47 in Valsugana, riapertura in vista: si punta a marzo per il senso unico alternato

Alto Adige2 settimane fa

Corte d’appello di Venezia ammette definitivamente class action contro Banca Popolare dell’Alto Adige (Volksbank): le scadenze

Merano2 settimane fa

Straniero dà in escandescenza: guardia giurata aggredita a bottigliate finisce in ospedale

Politica3 settimane fa

La nuova giunta provinciale dell’Alto Adige è stata eletta dal consiglio provinciale

Politica4 settimane fa

Rosmarie Pamer della Svp nominata vice presidente di lingua tedesca della Provincia di Bolzano

Bolzano3 settimane fa

Arrestato a Bolzano latitante per reati familiari e droga dopo sei anni di fuga

Merano4 settimane fa

Inizia il processo al custode accusato del femminicidio avvenuto a Merano

Economia e Finanza3 settimane fa

L’AGCM interviene sul trasferimento di clienti da Intesa Sanpaolo a Isybank

Bolzano4 settimane fa

Nuova moda pericolosa su TikTok divampa tra i giovani: incendi di cassonetti in città

Salute4 settimane fa

Mal di gola: cause e trucchi per prevenire il problema

Trentino4 settimane fa

Orso insegue due ragazzi in Val di Sole

Sport4 settimane fa

Sesto Pusteria in festa per il trionfo di Jannik Sinner nel suo primo Slam

Laives4 settimane fa

A Laives i cittadini sono esasperati dalla situazione rifiuti

Archivi

Categorie

più letti