Connect with us

Società

Mascherine tricolori ieri in piazza a Bolzano: “No alla dittatura sanitaria”

Pubblicato

-

Le “mascherine tricolori” spezzano il lockdown: a Bolzano, Trento e in più di 60 piazze d’Italia, per dire “no alla dittatura sanitaria” e chiedere il ritorno alle urne.

In migliaia hanno protestato contro la fallimentare gestione dell’emergenza coronavirus da parte del governo giallofucsia, culminata nella fase 2, che di fatto è un proseguimento della fase 1.

Così i cittadini, stufi di un Paese chiuso in casa e con l’economia ferma, si sono organizzati spontaneamente e dati appuntamento per dare la sveglia alla Nazione, esprimendo le ragioni della protesta nel rispetto delle misure di sicurezza.

Pubblicità
Pubblicità

E’ la prima manifestazione organizzata sull’intero territorio nazionale dall’inizio della serrata generale, da quando Conte ha chiuso tutto e tappato gli italiani in casa.

A Bolzano la protesta contro il governo Conte è avvenuta intorno alle ore 16 e ha radunato una cinquantina di persone in piazza della Vittoria.

Prima a Roma, una cinquantina di “mascherine tricolori” sono scese in piazza verso mezzogiorno sulla terrazza di fronte al Colosseo, mentre altri due gruppi della stessa consistenza si sono riuniti a piazza Bologna e a piazza Mancini. Poi a Milano, in piazza 25 aprile: in 18 sono stati bloccati dalle forze dell’ordine e per loro sono scattate le sanzioni per violazione delle misure di contenimento del coronavirus.

Poi le “mascherine” si sono schierate in piazza Cavour a Napoli. Ma anche a Torino, Bolzano, Trento, a Trieste e Gorizia. A Verona e Padova, a Parma e La Spezia. A Firenze, Arezzo, Perugia. A Chieti e a L’Aquila. A Foggia e Bari. In molte città sono scattati i fermi e le sanzioni per la violazione delle restrizioni sugli spostamenti.

Esistono degli italiani che non si arrendono

Mantenendo il distanziamento, i manifestanti si sono schierati alla maniera delle “sentinelle in piedi” e hanno letto un comunicato: “Questa è una manifestazione pacifica, ma determinata – hanno spiegato – Nel pieno rispetto delle distanze, con la ferma volontà di non mettere a rischio la salute di nessuno.

Siamo qui oggi per compiere un atto di libertà, per dimostrare che, nonostante il clima di terrore instaurato, esistono degli italiani che non si arrendono. Per ribadire che questa situazione è figlia degli errori di chi governa, non certo dei cittadini, che fino ad oggi si sono comportati in maniera esemplare”.

Manifestazione spontanea per chiedere lo “stop alla dittatura sanitaria” e il ritorno alle urne.

Chi ha partecipato ci tiene a rivendicare che la manifestazione è “indipendente dalla politica” e “spontanea”, un’iniziativa nata e cresciuta sui social (qui la pagina Facebook del movimento) che ogni sabato porterà in piazza diversi gruppi di persone anche in altre città italiane per chiedere innanzitutto lo “stop alla dittatura sanitaria” e il ritorno alle urne: “La parola deve tornare al popolo, non siamo noi gli untori! Nonostante la repressione e i divieti, noi manifesteremo – dicono le “mascherine” nel loro proclama – E’ un nostro diritto, ma soprattutto è un nostro dovere. Ribellarsi oggi significa amare la nostra Nazione. Perché la mascherina non è un bavaglio. Viva la libertà! Viva l’Italia!”.

“Milioni di italiani ancora non hanno visto un euro”

Le ragioni delle “mascherine” sono quelle di tutti gli italiani, che si sentono vessati da uno Stato pronto a multarli se non rispettano le regole dei Dpcm di Conte, quando sono proprio i suoi decreti a infrangere le regole, a sospendere i diritti costituzionali.

“Folle è istigare il popolo alla delazione, a fare la ‘spia’ al vicino – recita il comunicato – . Gli italiani sono costretti a sottostare a una dittatura sanitaria che sembra uscita da un film di fantascienza, ad aspettare la diretta Facebook di un premier che ci riempie di caxxate e ci tratta come bambini. E in tutto questo milioni di italiani ancora non hanno visto un euro. Dove sono le misure a sostegno dell’economia?“.

Le piazze delle mascherine tricolori

Roma: Colosseo piazza Bologna e piazza Mancini

Milano: piazza 25 aprile

Napoli: piazza Cavour

Bolzano: piazza della Vittoria

Trento: piazza Cesare Battisti

Trieste: piazza Sant’Antonio

Gorizia: piazza del Municipio

Portogruaro: piazza della Repubblica

Verona: piazza dei Signori

Vicenza: piazza San Lorenzo

Padova: piazza Mazzini

Belluno: piazza dei Martiri

Parma: piazzale Petitot

Piacenza: piazzetta di via Angelo Genocchi

Cesena: piazza del Popolo

Aosta: piazza Chanoux

La Spezia: piazza del Bastione

Firenze: piazza Poggi

Grosseto: piazza Duomo

Arezzo: piazza Risorgimento

Massa: piazza Mercurio

Siena: via Fontebranda

Lucca: via Vittorio Veneto

Pisa: mura del giardino Scotto

Perugia: piazza Vittorio Veneto

Latina: piazza Santa maria Goretti

Rieti: piazza Vittorio Emanuele II

Ancona: piazza del teatro delle Muse

L’Aquila: piazza Palazzo

Chieti: piazza Rossetti

Foggia: piazza Giordano

Bari: piazza Diaz

Anagni: via Zegretti

Gaeta: largo Belvedere Conca

Sant’Elpidio: piazza Giovanni XXIII

Voghera: piazza Fratelli Bandiera

Lanciano: piazza E. D’amico

Foligno: piazza Matteotti

Monsummano (Pistoia): piazza Giusti

Pescia (Pistoia): piazza Mazzini

Massarosa: piazza della Chiesa

Sant’Egidio alla Vibrata: piazza Umberto I

Vittorio Veneto: piazza del Popolo

Torino: piazza Rivoli

Tortona (Alessandria): piazza Malaspina

Casale Monferrato: piazza Venesio

Cuneo: largo Giovanni Audifreddi

Vercelli: piazza Mazzucchelli

Novara: corso Risorgimento

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Pacchetti “antistress “ in hotel di lusso: giornate alla ricerca del benessere
    Alternare il lavoro con il riposo, mettendo in pausa la routine quotidiana aggiunge una diversione alla vita e permette la splendida occasione di fare esperienze insolite, conoscere luoghi, persone e sopratutto non avere un’agenda giornaliera. In una società iperattiva è quindi indispensabile la ricerca dell’equilibrio perduto anche solo attraverso esclusivi pacchetti antistress in hotel di […]
  • Un solo tavolo al ristorante stellato, l’elegante genialità della ristorazione
    Il meglio delle esperienze che Venezia possa offrire è racchiuso in un luogo dove la declinazione dell’esperienza sarà il miglior servizio. Un posto non convenzionale che può essere scelto solo da coloro che accettano di non porre condizioni. Con geniale eleganza, Il Ristorante “Oro” dell’hotel Cipriani a Venezia rinasce mettendo in luce un dettaglio unico […]
  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]

Categorie

di tendenza