Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Politica

Sanità, parla Nicolini:”La verità sulla visita del sottosegretario Bartolazzi”

Pubblicato

-

Pubblicità


Pubblicità

Lettera aperta al nostro giornale del pentastellato altoatesino Diego Nicolini.

Il candidato capolista dell’Alto Adige per il M5s vuole fare il punto su quello che è stato l’incontro di lunedì al San Maurizio tra il sottosegretario alla Salute Armando Bartolazzi e i vertici all’ospedale di Bolzano, per parlare dei problemi della Sanità altoatesina.

Dai problemi relativi alle criticità di un sistema che ad oggi circa vale 1 miliardo e 300 milioni di euro, al fatto che quello stesso sistema è portatore dei più alti costi per il personale medico.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Anche i mali della cosiddetta “Vetternpolitik” e la degenerazione meritocratica dovuta all’interferenza politica nelle nomine sono stati argomenti centrali di una discussione che non si è fermata al politically correct della narrazione giornalistica di queste ultime ore.

Così come non sono mancate da parte del Ministero osservazioni attente al sistema dei servizi territoriali, suggerendo che una riorganizzazione a livello logistico sarebbe necessaria, soprattutto per i medici di base, per evitare in primis l’affollamento dei pronto soccorso.

Un incontro che non ha risparmiato dunque osservazioni critiche sul sistema sanitario locale.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

“Leggendo i giornali di oggi sembra che la visita all’Ospedale San Maurizio della nostra delegazione con il Sottosegretario Bartolazzi, sia stata una passeggiata per congratularci della eccellente struttura sanitaria.

In realtà nell’incontro a porte chiuse non sono mancati momenti di tensione e di imbarazzo per la rappresentanza dell’Azienda Sanitaria composta dal direttore generale reggente Dr. Thomas Lanthaler, il direttore di Comprensorio di Bolzano Dr. Umberto Tait, il direttore del Dipartimento Salute dell’assessorato Dr. Michael Mayr, il Vicedirettore sanitario, Dr. Roland Doecker ed il responsabile Servizio medicina di base e distretti, Dr. Paolo Conci.

È stato subito posta l’attenzione sull’elevata spesa sanitaria altoatesina, la più alta d’Italia, oltre 2.400 EUR pro/capite e sulla scarsa soddisfazione dell’utenza nella percezione della qualità delle prestazioni e dei lunghissimi tempi di attesa per le visite specialistiche e per il pronto soccorso bolzanino.

Per confronto, visto che con noi era presente un dirigente sanitario della clinica Universitaria di Padova, abbiamo fatto notare che in Veneto, considerata dall’OMS una sanità di eccellenza e la migliore in Italia, vi è una spesa pro/capite di circa 1.700 EUR pro capite annuo.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Il Dr. Michel Mayr difendeva la spesa elevata con i più alti costi del personale medico, sottolineando che i medici locali si formano prevalentemente in Austria, dopodiché hanno offerte in loco, in Svizzera ed in Germania, più alte rispetto a quelle che potrebbero ricevere in Alto Adige. Per questo è necessario avere stipendi più alti che nel resto d’Italia ed ancora non basta per garantire una copertura sufficiente. Questa è una delle ragioni delle alte spese, oltre ai notevoli flussi turistici.

Curioso però, ed oltremodo emblematica del loro modo di pensare, la giustificazione che ha dato a margine, quella che comunque sono soldi “nostri”, ovvero che non arrivano da Roma, come se il problema fosse questo.

In realtà non sono soldi loro, ma sono soldi di noi tutti contribuenti con i quali paghiamo anche i loro lauti stipendi. Tralasciamo anche il fatto che nessuno mai considera il residuo fiscale, sul quale la regione Veneto avrebbe qualcosa da dire, oltre al fatto che i flussi turistici ci sono anche a Cortina e Venezia.

Lo stesso Mayr, ovvero la componente “politica” della rappresentanza, ha poi proseguito sulla particolare sensibilità della nostra Provincia come zona di confine, fattore che inciderebbe sulla copertura vaccinale più bassa d’Italia, e sull’esistenza del bilinguismo sul territorio, che gode di una tutela non solo costituzionale ma anche internazionale.

“Particolarità storica, questa, dalla quale non si può prescindere”.

Abbiamo allora evidenziato la degenerazione meritocratica dovuta all’interferenza politica nella gestione sanitaria, vero cancro della sanità altoatesina, e a nostro modo di vedere una delle cause principali della cattiva organizzazione della sanità.

Su questo punto nessuno ha potuto replicare, in quanto tutti i presenti sapevano bene come funziona la “Vetternpolitik” altoatesina (la politica dei favori ai cugini, o meglio, nella versione italiana: agli amici degli amici) e parte dei presenti in sala ne erano probabilmente beneficiari.

E qui va la nostra critica a questo tipo di sistema: noi siamo fortemente favorevoli all’Autonomia, pronti alla sua difesa, sempre a favore del decentramento amministrativo, ma per escludere tutte le possibili critiche dall’esterno che si tratti di un privilegio dobbiamo gestirla bene considerando la maggior ricchezza che abbiamo. Va bene che la nostra sanità costi anche il doppio rispetto agli altri, ma pretendiamo che i servizi offerti siano anche di eccellenza.

Solo in questo modo potremo difendere bene la nostra Autonomia, non solo dicendo che vi è una tutela internazionale.

È stata sollevata inoltre la questione sull’affidamento di prestazioni sanitarie ad agenzie interinali, attualmente sotto indagine della finanza, che a parte non essere legali dal punto di vista procedurale, aumentano i costi della prestazione, bypassando del tutto il discorso relativo al bilinguismo.

Per il resto, l’incontro si è concluso con il comune intento di continuare a monitorare la situazione e dove ve ne sia bisogno.

Il Ministero si è detto disponibile a fornire la sua expertise per migliorare le performance”.

Diego Nicolini

Candidato capolista M5S Alto Adige-Suedtirol

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Bolzano2 ore fa

Bolzano, pessime condizioni igienico sanitarie e presenza di stupefacenti: disposta la chiusura del “Bar Ristoro Baccio” in via Milano

Alto Adige2 ore fa

Abitare nella terza età, simposio a Bolzano

Eventi2 ore fa

«The In – The Out»: sabato a Salorno la sfilata che mette al centro le storie delle persone

Val Pusteria4 ore fa

Trattore in fiamme a San Lorenzo di Sebato: decisivo l’intervento dei vigili del fuoco

Bolzano5 ore fa

Bolzano, la aspetta sotto casa e tenta di violentarla: le urla mettono in fuga l’aggressore

Alto Adige5 ore fa

Nell’estate del 2022 quasi 7000 giovani, tra i 15 e i 19 anni, hanno svolto un tirocinio

Alto Adige6 ore fa

Coronavirus: un decesso,12 casi positivi da PCR e 567 test antigenici positivi

Politica6 ore fa

Proseguono gli accordi tra Stato e Provincia per attuare il trasferimento delle aree militari dismesse

Alto Adige6 ore fa

Lago di Resia, bimbo di 5 anni cade dalla bici: elitrasportato all’ospedale di Bolzano

Bolzano7 ore fa

Caso Neumair, parla l’ultimo testimone: “Laura faceva preferenze tra i figli, Benno di serie B”

Politica8 ore fa

Commissione speciale stipendi dei politici: il presidente Vettori si è dimesso

Politica21 ore fa

Suedtirol sprezzante verso Fratelli d’Italia. Urzì (FdI): risponde ormai agli ordini di Kompatscher

Alto Adige21 ore fa

In 21 Comuni dell’Alto Adige c’è carenza di alloggi

Alto Adige21 ore fa

Assegno di cura: la Giunta provinciale adegua i criteri

Alto Adige21 ore fa

Giunta provinciale: seduta suppletiva su misure contro il caro-energia

Val Pusteria4 settimane fa

Pannelli fotovoltaici da balcone per attutire il caro-bollette

Vita & Famiglia3 settimane fa

Peppa Pig. Pro Vita Famiglia: RAI non trasmetta episodio con “due mamme”

Bolzano3 settimane fa

Giorgia Meloni sabato pomeriggio a Bolzano

Alto Adige4 settimane fa

IPES, insostenibili per le famiglie gli importi delle spese condominiali richieste a partire da settembre

Italia ed estero3 settimane fa

Morta la regina Elisabetta, aveva 96 anni. Fine del regno più lungo della storia

Bolzano3 settimane fa

Benno Neumair in aula: tanta arroganza e poca chiarezza

Bolzano4 settimane fa

Bolzano, crolla un albero secolare nel centro città: un ferito in ospedale – L’IMPRESSIONANTE VIDEO

Alto Adige3 settimane fa

Sanità: formati dodici nuovi medici di medicina generale

Merano3 settimane fa

Il Vice Questore aggiunto Carlo Casaburi è il nuovo dirigente del Commissariato di P.S. di Merano

Bolzano3 settimane fa

Bolzano, arrestato dalla Squadra Mobile un rapinatore seriale

Alto Adige4 settimane fa

Proporzionale Trentino Alto Adige, sondaggio: PD primo partito, Fratelli d’Italia sorpassa la Lega

Laives2 settimane fa

Tragico scontro auto – moto che prendono fuoco, due morti

Val Pusteria3 settimane fa

Incidente in moto nel tardo pomeriggio di ieri sulla strada tra Brunico e Falzes

Bolzano3 settimane fa

Furto del monopattino elettrico, subito individuati dalla Polizia di Stato ladro e ricettatore

Bolzano4 settimane fa

Incendi in Alto Adige, convalidato l’arresto del presunto piromane: il 21 enne ha fatto scena muta

Archivi

Categorie

di tendenza