Connect with us

Alto Adige

#AltoAdigesiriparte: poste le basi per prestiti di importi maggiori

Pubblicato

-

Da settimane la Giunta lavora a un ampio programma per sostenere famiglie e imprese nella ripartenza dopo la crisi di liquidità conseguente alle misure di contenimento da COVID19. Nella prima fase già in via di attuazione la priorità è rivolta proprio a evitare crisi di liquidità per famiglie e imprese.

Dopo l’approvazione delle prime iniziative, fra cui la concessione di crediti agevolati fino a 35.000 euro per famiglie e imprese e i finanziamenti a fondo perduto per le piccole imprese che sono già in fase di attuazione, dal 21 aprile la Giunta ha posto in essere un ulteriore passo.

Su proposta del presidente Arno Kompatscher l’esecutivo ha, in accordo con istituti bancari e cooperative di garanzia, dato disco verde alla messa a disposizione di crediti di maggiore importo, ossia a partire da 35.000 euro e fino a 1,5 milioni di euro.Il presidente ha illustrato l’intesa nell’ambito della conferenza stampa virtuale della Provincia di ieri.

Pubblicità
Pubblicità

Destinatari di questi  finanziamenti agevolati sono imprese e lavoratori autonomi che hanno registrato a causa della pandemia da nuovo coronavirus gravi e documentabili perdite di fatturato. “La sinergia fra Giunta provinciale, banche locali e cooperative di garanzia ha reso possibile mettere a disposizione questo aiuto immediato per garantire liquidità al sistema economico ha rimarcato Kompatscher.

Crediti fra 35.000 e 300.000 euro

Le nuove misure approvate riguardano da un lato crediti di importi compresi fra 35.0000 e 300.000 euro per la durata di 6 anni, dei quali i primi due a tasso zero. “La Provincia si accollerà infatti il costo del tasso d’interesse dello 0,4%” ha chiarito Kompatscher, fra l’altro titolare della delega alle Finanze. Per i successivi 4 anni il tasso d’interesse ammonta all’Euribor più lo spread fino a un massimo dell’1,9%. Per i clienti non sussistono altre spese né commissioni.

Crediti fra 300.000 e 1,5 milioni di euro

Il provvedimento di ieri rende inoltre possibili crediti erogati a condizioni agevolate di importi compresi fra 300.000 e 1,5 milioni di euro. In questo caso il tasso d’interesse nei primi 2 anni ammonta allo 0,4% grazie al fatto che la Provincia si assume il costo della differenza dello 0,5% sul totale dello 0,9% del tasso d’interesse originariamente applicato a questi importi.

Per i successivi 4 anni, sulla durata complessiva di 6 del prestito, il tasso d’interesse ammonterà all’Euribor più lo spread per un massimo dell’1,9%. In questo caso i costi per spese e commissioni ammontano allo 0,25% per un massimo di 2.500 euro.

Con queste due misure di finanziamento agevolato completiamo l’offerta già approvata e aiutiamo le imprese e i lavoratori autonomi a gestire meglio la crisi di liquidità derivante dalla crisi del nuovo coronavirus” ha aggiunto Kompatscher.

Domande da mercoledì 29 aprile

All’intesa per l’erogazione di questi prestiti da domani possono aderire tutte le banche con una filiale in Alto Adige. Imprese e lavoratori autonomi da mercoledì 29 aprile possono fare richiesta di questi crediti agevolati. Le condizioni dell’accordo per questi prestiti di importi superiori sono state concordate con i tre principali istituti di credito dell’Alto Adige: Banca Raiffeisen dell’Alto Adige, Cassa di Risparmio di Bolzano e Banca popolare dell’Alto Adige.

Da ieri nel frattempo le banche offrono anche prestiti fino a 35.000 euro a condizioni agevolate grazie al fatto che la Provincia si assume per il primo anno i costi del tasso d’interesse, mentre dal secondo anno in poi si applica il tasso dell’1,25% senza ulteriori spese.

Anche per i prefinanziamenti di importi fra 35.000 e 800.000 euro per massimo 6 mesi a tasso zero e per il 90% del finanziamento massimo richiesto è già possibile fare richiesta. La Provincia anche in questo caso si assume i costi per lo 0,75% degli interessi, oltre alle spese e alle commissioni.

Le banche si sono impegnate a rispondere a tutte le richieste nel più breve tempo possibile e in ogni caso nell’arco di massimo 10 giorni.

Tutte le iniziative di sostegno a famiglie, imprese e lavoratori sono consultabili sul sito web provinciale #AltoAdigesiriparte.

NEWSLETTER

Archivi

  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.
  • Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro
    All’interno del delicato tema sul fisco, tra le varie proposte spunta anche l’easy tax per autonomi. La proposta si inserisce nel tema dell’ampliamento della Flat Tax agli autonomi con ricavi tra 65 mila e 100... The post Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro appeared first on Benessere Economico.
  • Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa
    Per alcune categorie di persone, viaggiare in taxi potrebbe essere più conveniente. All’interno del Decreto Rilancio e successivamente nel Dl infrastrutture è stata inserita una particolare agevolazione che prevede viaggi in auto con conducente e... The post Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa appeared first on Benessere […]
  • Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande
    Bonus Partite Iva Il bonus, messo a disposizione del Governo è un sussidio erogato a favore dei soggetti esercenti di titolari di partita Iva, soggetti esercenti di attività di impresa che hanno subito perdite a... The post Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022
    Il programma lotteria degli scontrini che ha accompagnato molti italiani per tutto il 2021, potrebbe subire dei cambiamenti a partire dal 2022. A differenza del cashback, la lotteria degli scontrini infatti, è stata confermata anche... The post Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • P. Iva, quando arrivano i contributi fondo perduto fino a 150 mila euro
    Dopo l’ok ufficiale da parte dell’Unione Europea, i contributi a fondo perduto per le P.Iva disposti dal Decreto Sostegni Bis vengono sbloccati e arriveranno entro l’anno. I dettagli della misura Il sostegno finanziato con 4,5... The post P. Iva, quando arrivano i contributi fondo perduto fino a 150 mila euro appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Natale, a dicembre voucher e bonus per pensionati e categorie meno abbienti
    Con l’avvicinarsi delle festività si incomincia a parlare di Bonus Natale, una misura di sostegno al reddito introdotta dalla legge finanziaria del 2001 e rifinanziata nell’ultimo decreto legge. Si tratta quindi di un voucher, erogato... The post Bonus Natale, a dicembre voucher e bonus per pensionati e categorie meno abbienti appeared first on Benessere Economico.
  • Il ritmo dell’inflazione preoccupa, aumentano anche i prezzi del carrello della spesa
    Anche nel mese di ottobre il tasso di inflazione ha continuato a salire. In particolare, per il quarto mese consecutivo l’ISTAT ha registrato una crescita più alta di quanto previsto in precedenza. L’aumento del prezzo... The post Il ritmo dell’inflazione preoccupa, aumentano anche i prezzi del carrello della spesa appeared first on Benessere Economico.
  • Cybersicurezza, forte carenza nel settore: i profili più richiesti
    L’accelerazione verso un mondo sempre più digitalizzato ha portato come conseguenza anche ad un aumento della criminalità online. Nei primi mesi del 2021 l’Italia è stata uno dei Paesi al mondo più colpito dalle minacce... The post Cybersicurezza, forte carenza nel settore: i profili più richiesti appeared first on Benessere Economico.

Categorie

di tendenza