Connect with us

Arte

Conclusa con successo la 9a edizione di “39C Graffiti Jam”

Pubblicato

-

Il mondo vegetale” questo il tema quantomai attuale e coinvolgente della 9a edizione di “39C Graffiti Jam” che si è appena conclusa a Bolzano ed ha visto la partecipazione, nonostante il maltempo, di una sessantina di writers.

La manifestazione, molto conosciuta sia a livello nazionale che internazionale nel mondo dei graffitari, è stata organizzata anche quest’anno da “Murartedell’Associazione Volontarius in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Bolzano.

Dal 6 all’8 di settembre i giovani writers, per lo più altoatesini, ma tra loro c’erano anche artisti provenienti da altre regioni italiane e dall’estero, si sono confrontati sulla tematica proposta da “Murarte” sugli spazi messi a loro disposizione dal Comune di Bolzano in via Macello e via Piani.

Pubblicità
Pubblicità

A questa competizione seguirà nel mese di ottobre, una sorta di spin-off, un ulteriore confronto in via Macello al quale prenderanno parte altre decine di artisti

Una competizione di ottimo livello

Secondo Riccardo Rizzo responsabile di “Murarte” all’interno dell’Associazione Volontarius “anche l’edizione di quest’anno ha consentito di vedere all’opera alcuni tra i migliori artisti a livello italiano come ad esempio Rusty di Bologna, uno dei writers più noti e quotati.

Il concorso ha permesso di intrecciare nuove conoscenze, contatti ed amicizie. I più giovani hanno acquisito nuove conoscenze lavorando fianco a fianco con artisti già affermati.

Nel corso della manifestazione si è inoltre formato un nuovo gruppo eterogeneo di writers denominato “Micidials”, composto da artisti provenienti da varie regioni italiane che prenderà parte ai prossimi eventi a livello nazionale. Nel complesso siamo molto soddisfatti di questa edizione di 39C Graffiti Jam”.

Grazie alla manifestazione promossa dall’Associazione Volontarius le due principali strade del quartiere sono oggi molto più belle e colorate, una sorta di “Hall of fame” dei graffiti che periodicamente viene ridipinta e reinterpretata grazie a questi giovani artisti ricchi di entusiasmo e fantasia. La manifestazione rientra nelle attività annuali di Murarte finanziate dal Comune di Bolzano. 

Riccardo Rizzo oltre a Murarte si occupa anche del progetto “Diversamente insieme”, strutturato in percorsi individuali con persone, per lo più richiedenti asilo dei centri gestiti dall’Associazione, che prendono parte ad una decina di incontri incentrati sulla creazione artistica, sulla sartoria o la falegnameria, ed infine di “Comunica strada”, un laboratorio mobile per le attività artistiche a sostegno del lavoro di strada e del Progetto Alba, la quale si rivolge a persone vittime di tratta e/o sfruttamento

Molteplici attività nell’arco dell’anno

Nell’arco dell’anno Murarte si occupa anche della gestione degli spazi messi a disposizione dei writers da parte del Comune. Nell’arco dell’anno un giovane in questo modo può mettersi alla prova e sperimentare le proprie capacità su di uno spazio pubblico. Tramite il sito del Comune i giovani contattano Riccardo e spesso in questo modo realizzano concretamente il loro sogno artistico.

Nella scorsa primavera Murarte ha anche collaborato con il Centro giovanile “Vintola 18” nella realizzazione “Stai Fresh Jam”, una vera e propria “hip hop jam” composta da musica, break dance, dj ed i graffiti con i quali è stato rinnovato tutto il cortile del centro giovanile. 

Il 21 e 22 settembre in collaborazione con la Federazione degli ambientalisti altoatesini in piazza del Grano a Bolzano si svolgerà la seconda edizione di un Graffiti Contest: i writers sono invitati a realizzare in modo creativo i loro pensieri sul tema ”WASSER – ACQUA“su pareti riutilizzabili e con colori idrosolubili.

Una modalità utilizzata quando il Comune, un quartiere o un privato vuole abbellire uno spazio con un graffito, il pannello che vince il concorso riceve un premio in denaro e verrà quindi utilizzato per la realizzazione vera e propria. 

Arte

Mostra personale artista altoatesina Sigrid Plattner alla Casa Cultura di Laives

Pubblicato

-

Astrid, questo il titolo della personale dell’artista Sigrid Plattner, che aprirà l’anno nuovo a Laives (BZ).

Il vernissage, fissato per le 18 di venerdì 17 gennaio 2020, verrà presentato dal curatore di mostre e grandi eventi Salvo Nugnes alla Casa cultura di Laives, in via Pietralba 29.

L’agente di noti personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo, del calibro di Vittorio Sgarbi, Margherita Hack e Francesco Alberoni, l’aveva infatti proposta al comitato di selezione per la mostra d’arte contemporanea internazionale Biennale Milano, tenutasi dal 10 al 14 ottobre 2019.

Pubblicità
Pubblicità

La decisione di presenziare all’inaugurazione di Astrid per presentarla a pubblico e critica ne è stata la diretta conseguenza.
In occasione dell’evento, Cesare Marchiori, al pianoforte, allieterà l’atmosfera e i visitatori con le sue note.

La mostra prende il nome dell’amata sorella gemella, madrina spirituale dell’esposizione.
Sigrid Plattner vanta una collezione di circa seicento quadri, tutti dipinti in acrilico su pannelli di compensato di varie misure.

Con questa personale a Laives presenta le sue emozioni attraverso i colori.
Nota ai più per la serie I fiorellini, simbolo contro la violenza di genere, l’artista è entrata di diritto nel mondo dell’arte per i suoi ritratti naif dagli sfondi intensi.

Come se volesse catturare l’anima e darle un colore, Sigrid va oltre le apparenze e cerca quel fuoco, quella gioia di vivere che incontra durante la fase creativa.

Salvo Nugnes ha scritto a proposito dei ritratti esposti a Biennale Milano e che ora fanno da manifesto alla personale: «Riprendendo la vivacità della Pop Art, Sigrid Plattner rende omaggio alla memoria della sorella con Astrid, raffigurandola come se si trattasse di un’icona dell’arte stessa. Protettore dell’ispirazione, il volto della giovane viene abbracciato da colori sgargianti nella loro essenza più pura. In questo, Sigrid Plattner afferma il suo profondo legame con l’arte, dichiarando di che natura sia: gioia nella sua più ingenua manifestazione, amore e gratitudine nei confronti della propria passione e di quanti la sostengano, ironia nel ripercorrere certi modelli imprescindibili, energia creativa in azione».

La mostra resterà aperta fino al 24 gennaio, da martedì a sabato dalle 17 alle 19. La domenica dalle 10 alle 12. L’accesso è libero.

Continua a leggere

Arte

Mostra personale artista altoatesina Sigrid Plattner alla Casa Cultura di Laives (BZ)

Pubblicato

-

Astrid, questo il titolo della personale dell’artista Sigrid Plattner, che aprirà l’anno nuovo a Bolzano.

Il vernissage, fissato per le 18 di venerdì 17 gennaio 2020, verrà presentato dal curatore di mostre e grandi eventi Salvo Nugnes alla Casa cultura di Laives, in via Pietralba 29.

L’agente di noti personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo, del calibro di Vittorio Sgarbi, Margherita Hack e Francesco Alberoni, l’aveva infatti proposta al comitato di selezione per la mostra d’arte contemporanea internazionale Biennale Milano, tenutasi dal 10 al 14 ottobre 2019.

Pubblicità
Pubblicità

La decisione di presenziare all’inaugurazione di Astrid per presentarla a pubblico e critica ne è stata la diretta conseguenza.

In occasione dell’evento, Cesare Marchiori, al pianoforte, allieterà l’atmosfera e i visitatori con le sue note.

La mostra, fortemente voluta dalla pittrice, prende il nome dell’amata sorella gemella, madrina spirituale dell’esposizione. Sigrid Plattner, socia e componente del direttivo di Fidapa (Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari, sez. Bolzano), vanta una collezione di circa seicento quadri, tutti dipinti in acrilico su pannelli di compensato di varie misure.

Con questa personale a Laives presenta le sue emozioni attraverso i colori.

Nota ai più per la serie I fiorellini, simbolo contro la violenza di genere, l’artista è entrata di diritto nel mondo dell’arte per i suoi ritratti naif dagli sfondi intensi.

Come se volesse catturare l’anima e darle un colore, Sigrid va oltre le apparenze e cerca quel fuoco, quella gioia di vivere che incontra durante la fase creativa.

Salvo Nugnes ha scritto a proposito dei ritratti esposti a Biennale Milano e che ora fanno da manifesto alla personale: «Riprendendo la vivacità della Pop Art, Sigrid Plattner rende omaggio alla memoria della sorella con Astrid, raffigurandola come se si trattasse di un’icona dell’arte stessa. Protettore dell’ispirazione, il volto della giovane viene abbracciato da colori sgargianti nella loro essenza più pura. In questo, Sigrid Plattner afferma il suo profondo legame con l’arte, dichiarando di che natura sia: gioia nella sua più ingenua manifestazione, amore e gratitudine nei confronti della propria passione e di quanti la sostengano, ironia nel ripercorrere certi modelli imprescindibili, energia creativa in azione».

La mostra, realizzata con il sostegno dell’associazione culturale Lasecondaluna, resterà aperta fino al 24 gennaio, da martedì a sabato dalle 15 alle 19.

La domenica dalle 10 alle 12.

L’accesso è libero.

Continua a leggere

Arte

Egna: Artoteca Lab, in biblioteca con le artiste Lucia Nardelli e Paola Bradamante

Pubblicato

-

Il programma degli ARTOTECA LAB prosegue, il prossimo appuntamento è alla Biblioteca Endidae di Egna il 26 novembre alle ore 16.15 con il workshop di stampa per bambini e ragazzi dell’artista Lucia Nardelli (iscrizioni entro il 25.11 all’indirizzo biblioteca@comune.egna.bz.it o chiamando il numero 0471.820299).

Lucia Nardelli, socia dell’Associazione Artisti della Provincia Autonoma di Bolzano ed esperta artista grafica, accompagnerà i partecipanti nell’esecuzione di una stampa a mano, a più colori, che al termine del laboratorio potrà essere portata a casa!

Si imparerà come incidere una matrice, come inchiostrarla ed infine come riportare ciò che è stato inciso, su un foglio di carta.

Pubblicità
Pubblicità

Per questo laboratorio tutto il necessario verrà fornito da Artoteca, non è necessario portare nulla!

Seguirà poi alle 18:00 l‘aperitivo dell’Artoteca con l’artista Paola Bradamante: da alcuni anni si dedica con continuità alla pittura.

Studia con Roberto Galletti con cui approfondisce diverse tecniche pittoriche, applicandole soprattutto allo studio e alla copia di dipinti noti.

Parallelamente sviluppa un approfondimento personale dell’arte informale, lo stile in cui si riconosce.

Usa diverse tecniche, tra cui colori a tempera, colori acrilici e colori ad olio, molte volte trattati in modo particolare, insieme anche a materiali diversi.

L’Artoteca dell’Alto Adige nasce grazie alla collaborazione della Associazione degli artisti di Bolzano e la Cooperativa 19 e il sostegno dell’Ufficio Cultura italiana della Provincia Autonoma di Bozano.

Si tratta della prima biblioteca provinciale – e una delle rarissime in Italia – dedicata interamente al prestito di opere d’arte.

La particolarità di questa Artoteca, che la differenzia dagli altri progetti di questo genere, è quella di avere in patrimonio solo opere originali di artisti del territorio con l’obiettivo quindi di valorizzare gli artisti locali e il loro lavoro.

Al posto di immaginare una collezione concentrata all’interno di un edificio in cui il pubblico necessariamente va alla collezione, immaginiamo una collezione diffusa, sparsa per le città, che va al pubblico: una vera e propria biblioteca delle opere d’arte dove al posto di prendere in prestito dei libri, i cittadini possono prendere in prestito quadri, sculture e altro.

A partire dal 2017 l’Artoteca, grazie alla collaborazione con l’Ufficio Educazione permanente, biblioteche e audiovisivi della Provincia Autonoma di Bolzano, entra a far parte a tutti gli effetti dei servizi delle biblioteche Public Library aderenti e si possono prendere in prestito le opere direttamente in 5 biblioteche della provincia: Biblioteca Provinciale italiana Claudia Augusta, Biblioteca Don Bosco di Laives, Biblioteca Endidae di Egna, Biblioteca Italiana di Ora e Biblioteca Amadori di Bolzano.

Per conoscere meglio il progetto e i suoi artisti dal 21 novembre al 10 dicembre si terranno gli ARTOTECA LAB, 5 giornate di workshop, laboratori e presentazioni dedicate all’arte per tutte le età ad ingresso gratuito.

Un’opportunità per conoscere gli artisti del progetto Artoteca e poter sperimentare diverse tecniche artistiche direttamente nella propria biblioteca di riferimento.

Un modo nuovo per conoscere gli artisti e le artiste del territorio, scoprirne la tecnica e le caratteristiche, fare colazione o aperitivo con loro e gli altri utenti della biblioteca e magari portarsi a casa un’opera d’arte!

Terzo appuntamento alla Biblioteca di Ora, il 3 dicembre alle ore 14.00 con il workshop d’arte per bambini delle elementari con l’artista Ciro Saetti e alle ore 16.30 la merenda dell’Artoteca con l’artista Mirijam Heiler.

La quarta data in programma è il 7 dicembre a Bolzano alla Biblioteca Amadori, appuntamento alle ore 15.00 con il workshop d’illustrazione per bimbi e nonni con l’illustratrice Valentina Stecchi e alle 16.30 la merenda dell’Artoteca con l’artista Daniela Colle.

Ultimo incontro alla Biblioteca Claudia Augusta di Bolzano sarà il 10 dicembre alle ore 9.00 con il workshop di fotografia della fotografa Claudia Corrent e alle ore 10.30 la colazione dell’Artoteca con l’artista murale Egeon.

Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero e gratuito.
Per i workshop è necessaria l’iscrizione.

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza